Domanda di Devitalizzazione

Risposte pubblicate: 7

Due giorni fa il 46, in precedenza devitalizzato mi è stato di nuovo ricostruito

Scritto da Martina / Pubblicato il
Buongiorno. Avrei due domande: 1) Due giorni fa il 46, in precedenza devitalizzato mi è stato di nuovo ricostruito inserendo un perno cementato con argento e rifinito con un composito bianco all'esterno. Il problema è che questo dente (se n'è reso conto anche il dentista) non emana esattamente un buon odore..Vorrei chiedervi: ha fatto bene a ricostruirlo? Capisco l'importanza di salvare un dente per quanto si possa, io stessa ci tengo, ho solo ventiquattro anni. Ma non è nocivo per la mia salute? Non c'è un elevato rischio di granulomi? 2) 5 anni fa circa avevo fatto levare il 36 (sono sfortunata con quei molari), quindi nel caso decidessi di far estrarre pure il 46, mi ritroverei alla mia giovane età con due denti in meno e la possibilità che man mano diventino storti. Ovviamente io non voglio questo ma non tollero l'idea di mettere l'impianto, mi da esageratemente fastidio. Ho due zie che molto tempo fa (anche vent'anni fa credo), hanno sopperito alla mancanza di alcuni loro denti con dei ponti. Questi ponti consistono in un dente finto (in resina se non sbaglio) che si attacca ai due denti vicini tramite dei cinturini (in metallo?) non visibili, o forse pochissimo. Ma cercando questo tipo di soluzione non invasiva su internet, non l'ho trovata. A quanto pare per "ponte" oggi si intende solo questo (vi allego l'immagine). Io non ci penso proprio a farmi fare un intervento del genere sui miei denti. Potete aiutarmi a capire come si chiama il tipo di protesi che sto cercando? Si pratica ancora? Vi ringrazio.
1) Il dente devitalizzato e ricostruito con un perno moncone (si chiama così il pernino con rifinitura in composito), se curato bene è ricostruito secondo le leggi dell'arte, non è nocivo per la salute anzi, scongiura dalla possibilità di granulomi o altre patologie. Se, invece, emana un cattivo odore, vuol dire che qualcosa è andato storto e che la cura e/o la ricostruzione presentano difetti. 2) Il dente in resina, attaccato ai denti vicini con dei "cinturini" metallici nascosti dietro i denti, è un tipo di protesi adesiva, in genere utilizzata come protesi provvisoria in Implantologia, in ortodonzia, o in altre situazioni in cui non è prevista una protesi fissa "a ponte". Protesi fisse definitive sono solo quelle "a ponte" o quelle su impianti. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo De Fazio
Casalnuovo di Napoli (NA)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Signora Martina, si chiama Maryland Bridge quello con le alette di appoggio sui pilastri di ponte, di cui parla e California bridge se al posto delle "alette" ci sono due intarsi in ceramica, più sofisticato ma sempre, anche se meno, coi problemi che dirò più avanti, cerco di rispondere in ordine. 1)- Non è nocivo assolutamente per la salute se la terapia endodontica è stata fatta a regola d'arte! (Chiarisca col suo Dentista perchè ci sarebbe questo odore, mi lascia perplesso e non mi è chiaro!) Se lo faccia Chiarire! Quanto ai granulomi il discorso sarebbe lunghissimo. Magari in fondo alla risposta le specifico qualche nozione di base!2)- Se ci fossero le condizioni per fare un impianto, sarebbe l'ideale! Se non ci fossero o Lei non lo volesse assolutamente, allora l'ideale è la Protesi Fissa non certo in resina (questa è solo il provvisorio) ma in oro porcellana o zirconio porcellana a seconda della durezza che serve o per lo stesso motivo in oro-platino-porcellana! E sempre per lo stesso motivo o in oro giallo o in oro bianco con o senza Palladio a seconda della elasticità o durezza richieste dalla situazione clinica. Le protesi di cui parla Lei sono, a mio giudizio protesi inutili e dannose sui denti posteriori, nate col falso scopo di non "rovinare" i due denti pilastro, il che è falso perchè i braccetti di cui parla creano una leva fisica ribaltante, nociva per denti e parodonto, in queste zone posteriori dove le forze sono immense! Legga nel mio profilo "Le protesi dentali fisse Excursus su i vari tipi di protesi fisse. Consigli e suggerimenti per i pazienti". Il granuloma è una zona di osteolisi periapicale conseguente di solito a necrosi endocanalare e pulpare. Ovvio poi che esistono osteolisi periapicali in senso lato che possono anche non avere origine solo da una necrosi endodontica, ma hanno origine, parlo di cisti, anche dai residui epiteliali del Malassez, rete cellulare embrionale deputata alla formazione di cementoblasti che formano a loro volta le cellule del cemento della radice. Queste cellule dette del Malassez prendono origine dalla guaina di Hertwig e stabilisce il limite inferiore dell'organo dello smalto e della futura corona del dente, tra i due si forma la zona del colletto. Da queste cellule possono prendere origine le cisti o più in senso lato le zone di osteolisi periapicale. Allora basta fare una Rx endorale per diagnosticare la presenza di questa osteolisi se non fosse nata, anche essa, per necrosi pulpare, cosa frequente lo stesso. Poi vorrei permettermi di consigliarle un po' di maggior rispetto per il suo Dentista. Quello su cui vorrei che riflettesse è l'azione di chiedere conferme altrove sul web all'operato del suo Dentista. Se non si fida tanto da non parlarne con Lui, non le rimane che cambiare Dentista! Dico questo con dispiacere perchè non ce ne è motivo! Il rapporto di Fiducia e Stima reciproca Medico-Paziente è fondamentale e se venisse meno, verrebbe a mancare il presupposto più importante per fare o continuare una terapia! Quindi, mi permetto di dirle:"Guardi dentro se stessa" e decida!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Estetica Dentale e del Sorriso e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Martina, un dente ben curato non emana un cattivo odore, il suo dentista che spiegazione ha dato. Lei parla del Maryland Bridge o protesi adesiva. Si fa ancora ma sostituire un molare con una protesi adesiva è un po azzardato. Rischia continue scementazioni (tra l'altro è una protesi difficile da ricementare proprio perché rimane in sede solo o quasi solo per l'adesione. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile paziente . se il dente in questione è recuperabile, non ha fratture, non ha patologie riconducibili a lesioni periapicali , lo faccia ricostruire e rivestire con una corona protesica , e vedrà che il suo dente la accompagnerà per gran parte della sua vita. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Maurizio Macrì
Napoli (NA)

Sig. Martina un dente ben curato non emana cattivi odori, per cui le consiglio un ritrattamento e controlli se chi opera su di lei è iscritto all'ordine dei medici. Ricercare soluzioni protesiche in internet è la peggior cosa che un paziente può fare, per cui per il suo bene dimentichi tutto ricordandosi sempre la visita semestrale.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Alla sua etá l'impianto è la terapia piú conservativa e si renderà conto che è meno traumatico inserire un impianto che estrarre un dente Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Dall'odore non si può valutare lo stato di salute ed affidabilità di un dente. Il consiglio che mi sento di darle è di parlare con il suo dentista e di farsi chiarire le idee. E' un suo diritto conoscere tutte le alternative terapeutiche possibili e i materiali utilizzati per la realizzazione dei manufatti protesici.

Scritto da Dott. Paolo Fulgenzi
Pescara (PE)