Domanda di Devitalizzazione

Risposte pubblicate: 10

In attesa della ricostruzione mi e Vi chiedo come dovrei comportarmi?

Scritto da mara / Pubblicato il
Buongiorno ed un grazie in anticipo a tutti coloro che vorranno aiutarmi a chiarire. Mi è appena stato devitalizzato il dente 26, dopo tre sedute settimanali il dentista ha proceduto alla chiusura in attesa della ricostruzione. Mi ha però informato che un attrezzo da lavoro, come lui lo ha chiamato, si è rotto all'interno. La radiografia mostrava infatti uno dei coni inseriti con la punta rotta dovuta a suo dire ad una curva anomala del canale in questione. Ha aggiunto che non dovevo preoccuparmi che "molto probabilmente" non succederà mai niente visto che era stato sterilizzato, caso contrario, riscontrando una specie di granuloma sarebbe intervenuto dalla gengiva...... In attesa della ricostruzione mi e Vi chiedo come dovrei comportarmi? E' "normale" quello che è successo? Grazie ancora a tutti.
Lei non può fare nulla se non controllare nel tempo radiologicamente la situazione. Sono evenienze che non dovrebbero succede ma eccezionalmente possono capitare. Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Il suo dentista l'ha correttamente informata dell'incidente. Le strade a questo punto sono due: controllare radiologicamente nel tempo il dente per verificare l'eventuale comparsa di lesioni endodontiche (granuloma) e se dovesse verificarsi questo procedere ad un intervento di apicectomia ("sarebbe intervenuto sulla gengiva"). Oppure tentare di rimuovere lo strumento (se la parte fratturata non è eccessivamente in profondità) rivolgendosi ad un dentista esperto e cultore dell'endodonzia il quale, anche con l'ausilio di strumenti ingrandenti come il microscopio, potrebbe provare a rimuovere la punta fratturata.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo De Carli
Majano (UD)

Se il canale del suo molare, dove è avvenuta la frattura dello strumento, è stato chiuso correttamente all'apice "molto probabilmente" non avrà problemi. Da monitorare nel tempo con rx endorali se ci saranno evoluzioni.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Signora Mara, non conosco la situazione clinica del suo Dente e del suo Endodonto. In linea di massima lo strumento rotto si deve rimuovere o almeno baipassare endodonticamente per sigillare l'apice della radice. Se ciò fosse impossibile per motivi contingenti, esistono tante altre terapie alternative come "ripiego"! Se il suo Dentista le ha risposto così evidentemente non si può rimuovere ed ha usato quelle terapie alternative dette o è in attesa di valutare se farle o no! Come posso risponderle!? In attesa della ricostruzione non è lei che deve assumere un comportamento ma è il suo Dentista. Ne poarli con lui apertamente! Si faccia spiegare bene tutto e le conseguenze di ogni scelta terapeutica. Dire "molto probabilmente non succederà mai niente visto che era stato sterilizzato" e dire tutto e niente. Chiarisca questo punto!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Mara, la presenza di uno strumento fratturato nel canale radicolare rappresenta comunque uno stato di incertezza nel tempo. Sono eventi che non dovrebbero succedere con i moderni strumenti al titanio se utilizzati in modo corretto. La moderna endodonzia pone in atto tecniche guidate microscopicamente che utilizzando inserti ultrasonici permettono in una buona percentuale di casi la rimozione del corpo estraneo. Michele Lasagna

Scritto da Dott. Michele Lasagna
Bereguardo (PV)
Collaboratore di Dentisti Italia

E' probabile che tutto vada per il meglio. Sono cose che accadono, alquanto frequentemente (due volte l'anno?) a qualsiasi dentista.. Si deve verificare con rx a sei mesi se il dente sta bene o se magari proprio a causa dello strumentino rotto, si è formata infezione. O se è rimasta la infezione precedente che si stava tentando di curare.. In tal caso, le strade sono quelle indicate dai colleghi: apicectomia o ritrattamento endodontico al microscopio.

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Concordo con quanto asserito dai colleghi precedentemente...volevo solo puntualizzare la correttezza del collega nell avvisarla dell accaduto....avrebbe potuto anche non dirglielo....e tenga presente che la frattura degli strumenti endodontici e un evenienza rara ma che puo capitare a chiunque si cimenti con l endodonzia sopratutto nei canali curvi e stretti...continui ad aver fiducia del suo dentista e faccia dei controlli radiografici a cadenze annuali...

Scritto da Dott. Antonio Chieppa
Giulianova (TE)

Lei ha un bravo dentista. Capita sovente di rilevare la presenza di strumenti rotti nel lume canalare senza che il paziente sapesse nulla. Gli strumenti canalari in nickel titanio hanno purtroppo questa brutta caratteristica, anche se sono usati da mani estremamente competenti. E' per questo che non uso tale tecnica.

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Complimenti al suo dentista per la correttezza dimostrata, non è da tutti. In questo caso il controllo nel tempo è fondamentale. Abbia piena fiducia.

Scritto da Dott. Andrea Nuzzoli
Lecce (LE)

Sig. Mara, le consiglio di attendere almeno sei mesi con una corona provvisoria mantenendo monitorato radiologicamente il caso, con buona probabilità riuscirà a conservare a lungo il suo dente.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)