Domanda di Devitalizzazione

Risposte pubblicate: 8

Il dolore che provo ormai sta diventando una specie di ossessione

Scritto da vincenzo / Pubblicato il
Buongiorno, circa due anni fa il mio dentista aveva provato a devitalizzarmi il dente 37 che era otturato ma si era cariato. Durante una delle sedute, molto dolorose, mi ha messo del liquido giallo con una siringa per disinfettare (suppongo) e, all'improvviso e nonostante la parecchia anestesia fatta, ho provato un dolore pazzesco tanto da farmi letteralmente saltare via dalla sedia (in genere sono uno che sopporta abbastanza il dolore, quindi per saltare via dalla sedia doveva essere veramente forte). Tale dolore e' pian piano sparito per poi, nei giorni successivi, ripresentarsi improvvisamente, sempre fortissimo, e poi sparire. Era un dolore che io sentivo venire proprio dall'interno della mascella. I tentativi di devitalizzazione sono andati avanti per circa un anno finche', essendomi stancato di avere un dente che, ogni tanto, mi faceva male nonostante fosse devitalizzato, ho chiesto di estrarre il dente. Purtroppo dopo l'estrazione la situazione non e' affatto migliorata. E' ormai un anno che il dente mi e' stato estratto ma il dolore, occasionalmente, persiste. Ci sono momenti che non ce l'ho e momenti che ritorna, anche abbastanza forte. E' sempre lo stesso dolore ed ora comincio a sentire che si "irradia" anche all'esterno, sulla faccia, e mi sento "tirare" i muscoli facciali. Ho cambiato tre dentisti, ho fatto due panoramiche ed una tac alla mandibola sinistra e nessuno, a tutt'oggi, mi sa dare una spiegazione e mi sa dire cosa posso fare. Il dente 38 non ce l'ho piu' da tempo ed il 36 e' devitalizzato e, dalle radiografie, si vede che il materiale che e' stato messo per riempire i canali e' uscito un po' oltre la radice del dente, pero' nessuno ha dato importanza a questa cosa perche', quando mi picchiano sul dente, io su quel dente non sento nessun dolore. In effetti il dolore non deriva da pressione ma, mi sembra, viene senza particolari motivi oppure quando mangio delle cose salate. Circa 6 mesi dopo l'estrazione mi e' stato riaperto e mi e' stata fatta una ulteriore pulizia profonda, di nuovo senza altro risultato se non quello di farmi venire per due giorni la faccia come un pallone ed avere un male pazzesco. Non so cosa fare, vi prego di aiutarmi perche' il dolore che provo ormai sta diventando una specie di ossessione. Spero di avere una risposta che almeno mi indirizzi in qualche direzione e non mi faccia brancolare nel buio come sto facendo ora. Grazie!!!
Sig. Vincenzo, gli accertamenti diagnostici sono stati eseguiti ed è stato visitato da tre specialisti per cui possiamo escludere la presenza di gravi patologie, significa che non c'è nulla di grave e che può stare tranquillo. Sicuramente è consigliata la riabilitazione dell'elemento mancante con una valutazione gnatologica, poi convivere con questo fastidio potrebbe essere una soluzione che pone fine al problema, ma se vuole non fermarsi, si potrà indagare a livello neurologico sperando in qualche cura che le possa alleviare il dolore.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Caro Signor Vincenzo, l'unico modo per poterla aiutare è vederla di persona con una visita clinica ed una anamnesi locale e generale adeguata. La mia perplessità nasce dal fatto che non precisa che cosa sia stato fatto dopo l'immissione nei canali del liquido giallo che si presume sia normalissimo ipoclorito di sodio! Ovvio che debba essere stato fatta la terapia per neutralizzarne l'azione ed i danni evidentemente provocati dalla fuoriuscita fuoriapice (spero non nel parodonto marginale e periradicolare magari in presenza di tasche parodontali! L'età per averne, dico di tasche parodontali, c'è! E' stata fatta una visita parodontale con sondaggio ed altro per escludere una parodontite, prima di iniziare la terapia endodontica? La seconda perplessità nasce dal suo dire "I tentativi di devitalizzazione sono andati avanti per circa un anno". Se fosse vero sarebbe inconcepibile! Il terzo dal fatto che da come parla, sembrerebbe che avesse deciso Lei di fare estrarre il dente e che il Dentista avesse "obbedito"! Ancora più inconcepibile, tantovero che la patologia non è stata risolta! E' semplicemente stato "mutilato di un dente importante per la salute orale e generale! Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig. Vincenzo, dal suo discorso sembrerebbe si sia verificata una fuoruscita di ipoclorito (il liquido giallo) fuori dal dente. La cosa strana è il persistere della sintomatologia. Forse sarebbe opportuno un consulto con un neurologo. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile paziente. Dalla descrizione del caso tenderei ad escludere una causalita legata all'ipoclorito ( tende a riassorbirsi spontaneamente dopo pochi giorni). Molto probabile dalla sintomatologia descritta, che le cause siano da ricercare nell'occlusione o parafunzioni notturne di cui probabilmente soffre. Spesso le lunghe sedute di endodonzia (devitalizzazione) slatentizzano delle situazioni occlusali limite. Ovviamente la diagnosi dovrebbe essere posta con un accurata visita clinica e se necessario esami complementari. Un paio di riferimenti per lei che vive a Milano possono essere il reparto di Gnatologia all'ISI del Dott. Mario Molina, presso il quale mi sono formato, Oppure quelle della divisione di odontoiatria del policlinico di Pavia, dal Prof. Mario Bosco. Se avesse bisogno di altre delucidazioni resto a disposizione. Dott. Roberto RIGANO Pavia
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Roberto Rigano
PAVIA (PV)

Gentile paziente, da quello che lei descrive, non sembrano esserci le condizioni per un dolore relativo all'elemento prima curato e poi estratto. A questo punto, e data l'improvvisa comparsa del dolore e in relazione ai cibi salati potrebbe essere presa in considerazione una scialolitiasi per cui potrebbe essere utile una ecografia delle logge sottomandibolari. Cordialita' dott. Marcello Maccarone Spec Odontostomatologia in Messina

Scritto da Dott. Marcello Maccarone
Messina (ME)

Buongiorno sig. Vincenzo, purtroppo non è possibile aiutarla senza visitarla. Sarebbe inoltre conveniente si facesse dire, da chi l'ha trattata, cosa è il "liquido giallo" che ha iniettato.

Scritto da Dott. Alvise Cappello
Padova (PD)

Buongiorno la situazione migliore a questo punto sarebbe una visita orale in quanto visto il persistere della sintomatologia la consiglio vivamente!. Quanto lei afferma dicendo del liquido giallo ( ipoclorito di sodio al 5%) solitamente è questa la concentrazione, la fuoriuscita dal canale radicolare è successo anche a me con una paziente ma il dolore è scomparso sponteaneamente dopo pochi giorni come di solito avviene, è strano che ci sia voluto 1 anno per devitalizzare un dente senza risolvere la questione, potrebbe essere stato coinvolto il nervo alveolare magari una fioccatura del nervo,tutte queste domande che mi pongo sono supposizioni che andrebbero vagliate con una visita, lo so mi ripeto ma diagnosi con le informazioni che Lei ha giustamente dato non consentono una corretta diagnosi e quindi una corretta terapia, mi spiace non esserLe stato di aiuto in questa sede. Buona giornata
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Fabio Vaja
Milano (MI)

Caro Vincenzo, la sintomatologia che lei descrive può essere ricondotta ad una algia facciale atipica riconducibile ad un evento irritativo del canale mandibolare e/o ad una Sindrome mio fasciale causata da uno stress occlusale. Occorre una visita accurata ed eventualmente degli opportuni tests computerizzati per una corretta diagnosi neuromuscolare della sua masticazione. Michele Lasagna

Scritto da Dott. Michele Lasagna
Bereguardo (PV)
Collaboratore di Dentisti Italia