Domanda di Devitalizzazione

Risposte pubblicate: 9

E' possibile riutilizzare il mio ponte?

Scritto da giuseppe / Pubblicato il
Buongiorno scrivo per un problema, domenica mi si è decementato un ponte di tre elementi sono corso oggi  da uno studio dentistico in quale da una panoramica mi ha evidenziato un infiltrazione, per cui mi ha proposto di devitalizzare il dente perche sotto ho pure un infiammazione della punta della radici, poi l'opzione e quella di rimettere il ponte mio visto che è nuovo se poi non si puo rifare le tre corone, cosa che io non voglio fare per via di problemi economici, secondo il vostro parere è possibile riutilizzare il mio ponte?
In linea teorica si può riutilizzare il ponte a patto però che l'infiltrazione cariosa non interessi il margine di fine preparazione del dente. In questo caso il riutilizzo del manufatto protesico non potrà garantire un sigillo ottimale ed il rischio sarebbe quello di una nuova recidiva della carie. Inoltre tenga presente che se si è verificata adesso un'infiltrazione tale da determinare la scementazione del ponte, sicuramente questo fatto può essere indicativo di una non perfetta precisione del manufatto, quindi il suo recupero va valutato con attenzione.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo De Carli
Majano (UD)

Caro Signor Giuseppe, fa una domanda retorica perché se precisa di avere problemi economici tali da non poter rifare il ponte protesico, è ovvio che al di là di quello che sarebbe più salutare fare, ossia riprogettare un ponte protesico nuovo, bisogna cercare per ovvi motivi di ricementare il vecchio ponte. C'è una procedura protesica che usa dei transfert che permette di adattare le vecchie corone ai nuovi monconi. Non è il massimo ma se esordisce col dire che non può permettersi una protesi nuova, si deve "adattare"! Ne parli bene col suo dentista e si faccia spiegare bene tutti i pro ed i contro e ricordi che c'è un detto purtroppo validissimo e veritiero che recita "Chi meno spende, più spende". In bocca al Lupo. Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Giuseppe, lei dice che il ponte è nuovo ma non dice di quanti? Non ci dice se è ritornato dallo stesso odontoiatra? Ci parla di panoramica ma non di RX endorali che sono indicate in questo caso e chiede a noi una risposta impossibile da dare. Un consiglio è di controllare se chi le aveva applicato il ponte era iscritto all'ordine dei medici.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile sig. Giuseppe premetto che mi fa piacere rispondere ad un paziente della mia città di origine. La situazione in cui versa è abbastanza ricorrente e purtroppo non è possibile riadattare il ponte vecchio in maniera tale che in futuro non abbia piu problemi. è come un attacco maschio femmina devono combaciare, se uno viene modificato l'altro non entra piu bene e si carierebbe nuovamente. La soluzione che le consiglio di seguire è di effettuare intanto la devitalizzazione. In seguito prima di procedere con una nuova protesi si dovrebbe sempre attendere qualche mese prima di rifare il ponte definitivo per 2 buoni motivi: -Valutare se a distanza di 3-4 mesi la devitalizzazione è andata a buon fine (90% a buon fine) - mettere un po di soldi da parte e pagare a rate sono sicuro riuscirà a mettersi d'accordo con il suo dentista. Nel frattempo avrebbe per qualche mese il ponte provvisorio in resina che le permette di mangiare e sorridere. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Adriano Provenzano
Roma (RM)

E' una domanda alla quale è impossibile rispondere senza visionare il ponte stesso e i denti sui quali è posto. Certo è che se i denti non sono compromessi e il ponte non si è rotto o rovinato un tentativo si può anche fare, ma ripeto che è una valutazione che può fare solo il medico che ha visionato la situazione. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

L'infiltrazione che ha generato la carie con successivo distacco è, molto probabilmente, segno che la protesi è imprecisa...riutilizzare il ponte per risparmiare oggi, potrebbe significare trovarsi a spendere di più in futuro...

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig. Giuseppe, se vi è stata una infiltrazione è probabile che le capsule non chiudano correttamente pertanto andrebbero rifatte. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

La vera domanda è perchè c'è stata reinfiltrazione cariosa dentro la capsula? Le ipotesi sono due: o il ponte era cementato con cemento provvisorio e sia lei che il dentista vi siete dimenticati di cementarlo con definitivo. Questo è davvero un peccato perchè con il cemento provvisorio potrebbe essersi staccato un elemento del ponte e reinfiltrato. Se invece era cementato con cemento definitivo, allora non doveva assolutamente reinfiltrarsi (lei dice che il ponte è nuovo, quindi un ponte dovrebbe durare ani e anni senza guai di nessun tipo). Ora non è semplice recuperarlo.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Il ponte alloggiato sugli elementi protesici preparati, deve fare tenuta stagna dopo la cementazione. Il ponte vale solo per il suo grado di precisione, che sarebbe l'accoppiamento tra le parti da congiungere. Se c'è "una infiltrazione" irrimediabile lei sta buttando via soldi e salute. Servono mani esperte (mani più esperte). Buona fortuna!

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia