Domanda di Devitalizzazione

Risposte pubblicate: 7

E' normale che dopo una cura si arrivi poi alla devitalizzazione dello stesso dente?

Scritto da IMMA / Pubblicato il
Salve a mio figlio di 6 anni sono stati curati due denti premolari da latte per carie, su uno di questi la carie era profonda ma il dentista ha provato e ci è riuscito a otturarlo, dopo un mese gli è uscito una infezione sopra il dente e il dentista mi ha dato antibiotico e prescritto la devitalizzazione del dente o addirittura l'estrazione. La mia domanda è: è normale che dopo una cura si arrivi poi alla devitalizzazione dello stesso dente? se non eseguo la devitalizzazione e ne l'estrazione mio figlio a cosa va incontro, avendo già infezione? Grazie
Cara Signora Imma, mi scusi se la correggo ma i denti premolari decidui (latte) non esistono, esistono i due molarini decidui che poi , a 10-11 anni, verranno sostituiti dai due premolari permanenti (in tutto 8 premolari naturalmente). Questo per precisione e per "cultura generale". Se su un molare deciduo la carie era profonda ed era troppo vicina alla polpa camerale o addirittura era penetrata in essa, il Dentista avrebbe dovuto fare subito una polpotomia, ossia asportare la polpa della camera pulpare che è all'interno della corona del dente proprio per evitare quello che invece poi è successo! Ora la terapia è quella di un dente in necrosi, ma nei decidui è più indaginosi che nei permanenti, dipende molto dalle capacità del Dentista che non mi sembra molto "ferrato" in Pedodonzia. Gli chieda di indicarle un Odontoiatra Pedodontista (che si occupa dell'Odontoiatria per i bambini) e vada, per questa terapia da Lui, senza abbandonare il suo Dentista attuale e Storico! Se non cura l'infezione, essa dilaga compromettendo i germi dei premolari permanenti che sono sotto i molarini decidui da almeno due anni, avendo suo figlio 6 anni, comparendo essi infatti intorno ai 4 anni! Se estraesse il Dente, dovrebbe mettere un mantenitore di spazio da sostituire più volte per seguire e non bloccare lo sviluppo del mascellare o della mandibola (non ha specificati se sono superiori, la mascella), o inferiori (la mandibola). Concludo dicendole che si tratta di normalissima amministrazione. Di consueta routine e dispiace vedere come ci si perda e si affoghi in un "bicchiere d'acqua", da parte del Dentista!Cari saluti ed un grande in "bocca al Lupo". Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia,Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

La cura dei denti decidui con carie profonda e compromissione della polpa può provocare ripetute forme ascessuali che non sono controllabili, a lungo termine, solo con gli antibiotici. Nel caso di suo figlio, i molari (non premolari) da latte vanno curati per consentire la loro funzionalità fino all'epoca della permuta che avverrà non prima di tre-quattro anni (spesso anche più tardi) e soprattutto garantire il mantenimento dello spazio per i premolari permanenti. Infatti, in caso di perdita precoce o estrazione di questi denti, sarà necessario preservare lo spazio creatosi attraverso appositi mantenitori per evitare che il corrispondente dente permanente non trovi la corretta strada per l'eruzione.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo De Carli
Majano (UD)

Gentile signora, La risposta è no, non è normale. Il dente al quale si riferisce, un molare deciduo doveva essere curato con un intervento permanente ché attraverso l'amputazione della polpa, cioè il nervo, della zona superficiale avrebbe evitato l'infezione. Le sconsiglio pertanto di far estrarre il dente che dovrà accompagnare suo figlio fino agli 11/12 anni circa, come ogni dentista esperto in pedodonzia ed ortodonzia ben sa. Un'estrazione comporterebbe la perdita dello spazio occupato dal dente con conseguente necessità di trattamento ortodontico. Il dente va pertanto devitalizzato. Cordiali saluti, dr. Stefano Squillante
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Stefano Squillante
Napoli (NA)

Buongiorno Signora Imma, non è normale ciò che è accaduto ma come le diceva il Dott.Petti è normale amministrazione... A sei anni le sconsiglio vivamente di pensare all'estrazione del deciduo ma sicuramente va trattato endodonticamente e preservato fino all'età della permuta per evitare futuri problemi nell'eruzione dei premolari definitivi. Cordialmente Giorgio Rocca, Odontoiatra Specialista in Chirurgia Orale in Napoli

Scritto da Dott. Giorgio Rocca
Pomigliano d'Arco (NA)

Sig. Imma, che non è normale è che suo figlio abbia la carie ! Questa patologia la si può prevenire con estrema facilità se i genitori lo vogliono e ve lo consiglio vivamente, se non volete ritrovare la stessa situazione nei denti permanenti. La cura dei denti decidui gravemente compromessi non è semplice e può sfociare facilmente nella necrosi dentale dopo alcuni mesi, sono complicanze probabili che di norma l'odontoiatra informa sempre preventivamente i genitori del paziente. che spesso però non recepiscono. Ritengo l'operato del suo odontoiatra corretto e conservativo, ora si dovrà solo trattare al meglio la complicanza.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Mi sento di risponderle SI. Il suo dentista infatti le aveva detto che vista l'età del bimbo avrebbe provato a curarlo. Cordialmente

Scritto da Dott. Gino Perna
Roma (RM)

Le sconsiglio l'estrazione del dente, la cui perdita prematura (6 anni) porterebbe ad una riduzione dello spazio con il rischio di una scorretta eruzione del premolare permanente.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia