Domanda di Devitalizzazione

Risposte pubblicate: 11

Può un dente devitalizzato e ritrattato una volta dopo la devitalizzazione battere così forte?

Scritto da Francesco / Pubblicato il
Salve, Circa tre settimane fa ho devitalizzato un dente. Mi ha fatto a lungo male dopo che è stato chiuso, ma il dolore è sparito dopo quasi 2 settimane. Da venerdì invece il dente ha iniziato a "battermi" molto forte, senza però forte dolore. Sono tornato dal mio dentista il quale, dopo aver visionato l'ortopanoramica, ha optato per un ritrattamento canalare, effettuato oggi. Mentre mi ristrumentava uno dei tre canali provavo dolore, mentre per gli altri due non sentivo niente. Ora Me lo ha lasciato chiuso provvisoriamente, il problema è che il forte pulsare non è ancora sparito: anzi è quasi aumentato. Può un dente devitalizzato e ritrattato una volta dopo la devitalizzazione battere così forte? Premetto che sono sotto antibiotici da venerdì. Grazie
Gentile Sig. Francesco, purtroppo può succedere, soprattutto se il canale non è stato sagomato e pulito a sufficienza o il trattamento è corto. Bisognerebbe anche prendere in considerazione l’eventualità di passare ad un’ altro antibiotico. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Signor Francesco, il dolore pulsante è sintomo di pulpite. Visto che il dente era stato devitalizzato, si evince che non era stato trattato un canale che sta trattando ora e la pulpite è evoluta in necrosi.Togliere il dolore è semplice anche farmacologicamente oltre che con la terapia endodontica. Esistono sistemi di chiusura del dente, similosmotici che fanno uscire il gas prodotto dai microbi da dentro a fuori e non fanno entrare i microbi da fuori a dentro! L'infezione va domata subito. Questi stati infettivi sono pericolosi non solo localmente per i denti, il Parodonto, l'Osso, le gengive, ma anche per l'Organismo intero, dal Granuloma possono partire microbi che col torrente ematico vengono portati in organi ed apparati importanti quali Rene, Cuore e tanti altri e dare infezioni pericolose, fortunatamente molto rare, ma esistono e sono pericolose ripeto! Queste infezioni si chiamano malattie focali, ossia che hanno il loro Focus di partenza "in cavità dell’organismo comunicanti con l’esterno", come si dice per DEFINIZIONE MEDICA, in questo caso l'osteolisi periapicale, così come le Tasche Parodontali (altra causa comune ed importante)! Ma il suo Dentista non le spiega le cose? Cos'è non parla? Scusi la battuta ma sottolineo che è dovere di ogni Medico spiegare al proprio paziente ciò che gli sta capitando: questo fa parte del tanto famoso quanto "dimenticato" Consenso informato!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia, Endodontia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Da quello che dice, senza visita e visione di un rx endorale (non un opt) forse precedentemente è stato tralasciato un canale che ora sembra trattato.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Segua bene i consigli del dr. Tabasso.. In ogni caso, gli antibiotici ci mettono tempo per agire. Forse stanotte o domani passa tutto..

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Purtroppo si Sig. Francesco, talvolta le devitalizzazioni nascondono delle insidie veramente difficili da gestire. Tutti Noi abbiamo delle caratteristiche anatomiche che ci rendono unici e questo vale anche per la morfologia dei nostri Denti, che possono assumere delle forme radicolari e canalari talvolta anche bizzarre. Questo per dire che magari nella ripulitura e nella sagomatura del canalare principale possono essere tralasciati dei canalicoli laterali che radiologicamente sono molto difficili da vedere e altrettanto difficoltosi da ripulire efficacemente, con evidente dolenzia postuma alla sigillatura finale, oppure vi sono dei canali multipli statisticamente rari o delle biforcazioni canalari anch'esse non molto comuni che possono indurre facilmente in errore l'operatore. Abbia fiducia nel suo Dentista e vedrà che ne verrete a capo insieme. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Emanuele Santi
Roma (RM)

La risposta alla sua domanda è: "SI". Si affidi a mani (mani) esperte. Il seguito lo troverà nella lettura del caso successivo, Marco da Parma. Faccia attenzione a spendere bene il suo denaro, se non vuole sprecarlo. Buona fortuna!

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile paziente a volte alcune radici hanno delle anatomie anomale con canali accessori, per cui se non sono stati trovati o residua infiammazione può accadere, in questo caso ne parli e si confidi con il suo medico, le darà tutte le spiegazioni del caso. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Stefano Salaris
Roma (RM)

Gentile Francesco, per poter dire qualche cosa di utile sarebbe opportuno avere una radiografia. Cordialità.

Scritto da Dott. Michele Caruso
Treviso (TV)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Francesco anche i migliori endodontisti possono incontrare delle complicanze e non tutti i trattamenti endodontici vanno a buon fine. Le consiglio di attenersi alle istruzioni del suo odontoiatra e di pazientare.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

La devitalizzazione di un dente può purtroppo prestarsi a queste complicazioni, è ovvio che mani esperte le riducono in numero e gravità, ma può sempre succedere che un dente devitalizzato faccia male durante il trattamento. Si premuri di accertarsi però che tutti i canali siano stati trattati completamente, un dentista dotato di microscopio lo potrà fare con assoluta certezza vedendo il dente sotto ingrandimento. Cordiali saluti dott Andrea Oria, centro odontoiatria microscopica, implantologia, protesi, endodonzia,conservativa, ortodonzia.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Andrea Oria
Torino (TO)