Domanda di Devitalizzazione

Risposte pubblicate: 7

Può essere un ascesso?

Scritto da edda / Pubblicato il
Ho un dente devitalizzato da almeno due anni, tempo fa mi è uscita l'otturazione. Improvvisamente oggi mi si è gonfiata la gola nella parte dove c'è il dente devitalizzato. Non sento dolore, ma, se provo a mangiare mi si gonfia di più. Può essere un ascesso? Dipende dal fatto che sono rimasta a lungo senza otturazione? cosa posso fare nell'immediato e in via definitiva. Grazie per la vostra cortese e celere risposta. Edda
Certo, è vero, dipende dalla otturazione saltata ed ora c'è l'ascesso. Non c'è altra soluzione che andare dal dentista che vedrà grazie anche all'ausilio di rx, se poterlo curare o doverlo togliere, entrambe le soluzioni dopo immediata terapia antibiotica. Peccato perderlo così, a 49 anni quel dente servirà ancora tanto nel resto della vita. Se alla base di tanta incosciente trascuratezza c'è come quasi certo, cara signora Edda, una odonto-fobia o se non altro una paura della poltrona del dentista, le consiglio di cercare un dentista che operi con la sedazione cosciente con protossido d'azoto. Legga nel mio sito di che si tratta e si affianchi serena ad una tecnica prodigiosa che elimina ansia e stress del dentista e che le permetterà quindi di riacquistare la salute.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Sig.Edda, sapere via web di che patologia è affetta non ha significato, si rechi al più presto da un odontoiatra o dal suo medico di base.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Cara Signora Edda, evidentemente l'otturazione è "saltata" per infiltrazione di carie o frattura della parete dentale coronale e l'infezione ha raggiunto la polpa canalare delle radici che è andata in Necosi provocando una osteolisi periapicale dovuta ad un ascesso che se "scende in gola" corre il risxchio di trasformarsi in Flemmone, che è una raccolta di pus molto pericolosa per la stessa vita che tende a farsi strada nelle fasce muscolari e a diffondersi col rischio di edemi della glottide ed insufficienza respiratoria e sepsi sistemica! Corra subito, ma subito dal Dentista, occorre una "immediata" diagnosi ed eventualmente una immediata terapia e soprattutto copertura antibiotrica potente contro i batteri gram negativi e anaerobi in particolare, ma ovviamente a largo spettro! Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia,Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Edda, se il dente è stato devitalizzato in maniera corretta non avrebbe dovuto causare gonfiori anche senza otturazione a meno che lo stesso dente non si sia fratturato perchè non protetto con una corona in ceramica obbligatoria per i denti devitalizzati. Le consiglio di recarsi dal suo dentista per una verifica della situazione. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Signora, l'unica cosa sensata che può fare è andare dal dentista per una visita di controllo, solo così potrà avere delle risposte corrette alle sue domande. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Piero Puppo
Imperia (IM)

Buongiorno il mio consiglio è di recarsi al più presto da un medico odontoiatra dove le darà il più valido aiuto per una immediata risoluzione della sua problematica in quanto dalle sue spiegazioni non è possibile fare una diagnosi certa e quindi la invito a recarsi presso un mio collega che vedrà saprà aiutarla al meglio anche perchè se necessitasse di una terapia antibiotica deve in ogni caso chiedere la ricetta al medico e quindi lo faccia al più presto prima che sopraggiunga il dolore. Distinti saluti Vaja Fabio
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Fabio Vaja
Milano (MI)

Gentile paziente deve recarsi presso un collega, il problema potrebbe essere che l'otturazione non sigilla più il dente e c'è stata una contaminazione della radice. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Stefano Salaris
Roma (RM)