Domanda di Devitalizzazione

Risposte pubblicate: 14

A mio figlio di 7 anni è stata trattata una carie sul 4 dente inferiore da latte

Scritto da emilia / Pubblicato il
A mio figlio di 7 anni è stata trattata una carie sul 4 dente inferiore da latte e essendo profonda mi hanno anticipato che potrebbe richiedersi una devitalizzazione e la cosa non mi fa stare tranquilla. Cosa faccio? Inoltre un'altra carie al molare superiore permanente mi è stato detto che non è possibile trattarla in quanto il dente è ancora in fase di eruzione, quindi occorre aspettare. Poi magari sarà troppo tardi e la carie sarà diventata profonda e intaccato il nervo e sarà anche lui da devitalizzare. Ho l'impressione che essendo molto costosa la terapia canalare la si faccia troppo spesso, magari anche quando non servirebbe. Voi cosa ne pensate. Grazie
Sig. Emilia, si ricordi che esiste la prevenzione della carie, per cui porti suo figlio al più presto da un igienista dentale e si faccia spiegare bene come mantenere una bocca sana per tutta la vita spendendo il meno possibile. Ora per il dente deciduo, qualunque cura può andar bene, l'importante che lo spazio in quella zona sia mantenuto, per il permanente cariato devono essere applicate subito delle cure conservative, in caso contrario (possibile poiché noi non conosciamo il caso) richieda per iscritto le indicazioni alla non cura, in modo di poterle discutere con una corretta relazione. Legga questo mio articolo http://www.dentisti-italia.it/dentista/igiene-e-prevenzione/la-bocca.php
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Se è vero che il bambino ha sviluppato una carie sul primo molare permanente che è in questo momento ancora in fase di eruzione, cosa può significare secondo lei?? Si tratta da un lato di un dente che -appunto- è permanente e non cambia più. Dall'altro lato si tratta di un dente che sta in bocca da poche settimane, o da qualche mese. E già si è cariato. Cosa le suggerisce tutto ciò?? Non ci saranno FATALI errori nell'alimentazione di questo bambino, e nella igiene orale???
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Io penso che sia il risultato di una campagna di stampa che dura da troppo tempo in cui viene criminalizzata la categoria dei dentisti. Sono piu' di vent'anni che esercito con passione la mia professione; ho sicuramente commesso errori come avro' fato cose giuste ma tutto in buona fede e supportato da una laurea raggiunta studiando e da continui aggiornamenti.Le dico sinceramente che nessuno si e' permesso (almeno in faccia) di dirmi le cose che afferma lei perche' si sarebbe trovato in tempo reale fuori dalla porta con le buone o con le cattive. Detto questo perche' non mette in pratica le sue convinzioni ? Lasci quel molarino cariato cosi' com'e' cosi' suo figlio sara' la prova della disonesta' intellettuale dei dentisti italiani
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giovanni Vergiati
Fornovo di Taro (PR)

Le carie nei bambini sono più frequenti che negli adulti. Questo fatto da solo dovrebbe porre luce sulle cause del problema occorso al suo bambino. Igiene "non della stessa qualità" degli adulti e probabilmente alimentazione un pò ricca di carboidrati. Come dire il "fuoco e la paglia", può esserci solo un risultato, la carie. Per il deciduo il mio pensiero è lo stesso del dott Ruffoni, mantenerlo in arcata il più tempo possibile per evitare problemi di spazio in fase di permuta, mentre una otturazione ben fatta per il permanente cariato dovrà essere controllata regolarmente nel tempo. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile Signora, i denti vengono devitalizzati se effettivamente c'è l'indicazione come del resto ogni tipo di cura e non per il tornaconto ed interesse personale del dentista. Moderi i termini ed abbia più rispetto verso professionisti che ogni giorno agiscono nell'interesse unico della salute del paziente e soprattutto non scarichi verso altri colpe personali come non avere una igiene orale ottimale e non ricorrere a controlli periodici semestrali che sono causa della formazione di carie. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Mi faccia la cortesia... vada a chiedere a una persona con una pulpite in corso se ritiene utile che gli venga praticata una terapia canalare, poi ne parliamo. Ho praticato ieri una terapia endodontica su un molare deciduo di una bambina di 9 anni, non dormiva da 3 giorni per il male, ma se lei preferisce pensare che io pianifichi le mie entrate mensili calcolando tot canalari... le suggerisco un trucco formidabile per sottrarsi a queste spese, lavi i denti alla bambina, a 7 anni non è normale avere due carie di cui una profonda e una su un dente permanente. Che ne dice di far sigillare i solchi degli altri permanenti alla bimba?
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Andrea Balocco
Paruzzaro (NO)

Se lei fosse un elettrauto mi cambierebbe la batteria della macchina se non fosse da cambiare? la devitalizzazione si fa' se necessariamente occorre non si devitalizza un dente solo per guadagnare dei soldi se ovviamente il medico e' una persona onesta ed ammesso che sia un vero odontoiatra e non un criminale in camice bianco. Per quanto riguarda il suo problema i decidui si devitalizzano perché anche essi hanno la polpa perciò se occorre si esegue la terapia canalare,per quanto riguarda la carie del permanente se c e va trattata non si aspetta che arrivi in polpa così si fa direttamente la devitalizzazione il perno e la capsula e' sufficiente una semplice otturazione glielo garantisco.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Ludovica Longhi
Piacenza (PC)

Cara Signora Emilia, con la sua frase, che riporto: "Ho l'impressione che essendo molto costosa la terapia canalare la si faccia troppo spesso, magari anche quando non servirebbe." Lei si è preclusa almeno da me ogni risposta seria e Professionale! Come si permette, non solo a pensare ma addirittura a scriverlo pubblicamente, una "infamia" simile! Darò il suo scritto all'Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri Nazionale per far valutare dall'ufficio legale l'opportunità di adire le vie legali contro di lei! Non si può "Calunniare" così un Ordine Professionale intero! Ecco cosa ne penso cara signora! Poi da Professionista Professionale quale sono le dico, pensi piuttosto a curare meglio l'igiene orale domiciliare ed alimentare di suo figlio che non dovrebbe certo avere già carie a questa età! Evidentemente non è seguito da questo punto di vista in modo appropriato! Se poi volesse una opinione clinica, essa, proprio per serietà professiopnale la si potrebbe esprimere solo visitando il suo bambino, non certo via web! Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia,Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Signora, il dentista non eroga prestazioni mediche in base al costo...ma solo se sono strettamente necessarie!

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Purtroppo mi permetto di dissentire dal parere dei colleghi: sarebbe bello, onesto e professionale che tutti noi facessimo il nostro lavoro secondo scienza e coscienza e con il "fuoco della passione" che contraddistingue chi dedica anche un po' del proprio tempo a rispondere, con pazienza, alle domande che ci giungono ma, purtroppo, non è sempre così. Lavoro ormai da una trentina d'anni e per fortuna mi è successo solo una volta, ma ci sono rimasto molto male: ero giovane, lavoravo da cinque o sei anni; una sera si presenta nel mio studio un bancario appena trasferito da Torino. Un "collega" aveva diagnosticato al figlio dodicenne sette carie, ne aveva otturata una (una amalgama molto ben fatta) e fissati due appuntamenti per fare le altre sei. Il padre aveva fatto controllare il figlio ogni sei mesi a Torino senza mai rilevare anomalie. Consigliato da un amico mi è venuto a chiedere conferma: non ho trovato le sei carie, ho chiesto consulto a mio zio, trent'anni di esperienza, che lavorava nello studio accanto: anche lui non ha trovato nulla. Il padre: lo denuncio! Non c'era niente di scritto: un preventivo, un consenso informato, bastava che il "tizio" dichiarasse una incomprensione e tutto sarebbe finito nel nulla a meno che non si dimostrasse che anche l'amalgama fatta fosse stata fatta su dente sano. Ho consigliato di fare "pubblicità" al "collega" ed ho chiesto di non dirmi il nome: non so se avrei resistito, in un'eventuale occasione di incontro, alla tentazione di mettergli le "mani in viso". La cosa mi ha talmente rattristato che da quella sera non sono stato più capace di iniziare il trattamento di un dente asintomatico senza prima aver fatto vedere, prima con specchi, poi con una telecamera endorale, la carie al paziente. Meditate, purtroppo ci sono anche soggetti così! Malauguratamente I soldi servono a tutti e come si vede in questo periodo nel mondo della politica, non tutti si accontentano di quelli che possono guadagnare onestamente...
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Pierluigi Scaglia
Calenzano (FI)