Domanda di Devitalizzazione

Risposte pubblicate: 9

Vorrei un parere in merito ad un canino che mi è stato devitalizzato per ipersensibilità al caldo e al freddo

Scritto da Sara / Pubblicato il
Salve, vorrei un parere in merito ad un canino che mi è stato devitalizzato per ipersensibilità al caldo e al freddo. Dopo aver usato dentifricio specifico e antinfiammatori su consiglio del dentista il dolore non passava e quindi l'ha devitalizzato. Ha trovato il nervo in necrosi anche se non ho avuto traumi nè carie quindi credo che la devitalizzazione sia stata una scelta buona soltanto che ora non mi passa il dolore alla pressione sul dente a livello dell'osso. Il dentista mi ha prescritto augmentin ma non ho avuto miglioramenti e in parallelo sta facendo le medicazioni (cura canalare) ne ho fatte quattro ma il fastidio persiste. Lui vorrebbe che prendessi di nuovo un altro antibiotico ma io vorrei evitare.. Cosa mi consigliate? Grazie mille
Sono "incidenti di percorso" durante l'iter della procedura endodontica. Se la polpa era in necrosi vuol dire che i germi erano penetrati benebene nel sistema del canale della radice. Quindi durante le terapie di recupero, si scatena una lotta fra l'organismo e questi germi. L'antibiotico serve per aiutare momentaneamente il fisico a combattere questa infezione (ma la vera cura sarà la cura canalare). Quindi dipende da quanto lei sopporta questi fastidi: se augmentin non basta, ci vogliono INIEZIONI perchè altrimenti il vantaggio sarà minimo rispetto a quello che prende. In ogni caso non sono d'accordo con mettere mano tutte queste volte al canale.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sara, nella sua esposizione dei fatti vi è una sicura contraddizione: un dente la cui polpa dentale risulta necrotica non può manifestare una sensibilità agli stimoli termici sia caldo o freddo. Quindi evidentemente c'è stato un equivoco di comunicazione col suo dentista oppure potrebbe essere necessario ricercare altrove con attenzione la causa dei suoi sintomi. Ne parli col suo dentista che con opportuni accertamenti potrà aiutarla a risolvere il problema. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Non specifica se il canino è inferiore o superiore, la sensibilità al contatto/pressione/percussione (e solo a quella, non agli stimoli termici) è da mettere in conto per qualche giorno dopo la terapia canalare ma quattro sedute con medicazione per un monoradicolato (o biradicolato se è un raro canino con due canali) mi sembrano francamente troppe. Anche se l'elemento è necrotico, sagomandolo rigorosamente sotto diga di gomma e verificando che non ci sia drenaggio può essere chiuso in prima seduta o al massimo in due. Ha ragione il Dott. Passaretti, più si riapre e si richiude e più aumenta il rischio di contaminazioni; e anche il Dott. Savino, è il caso di indagare perlomeno anche sui denti adiacenti. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Andrea Balocco
Paruzzaro (NO)

Tutte le parole sono logore, dovendo ripetere sempre gli stessi pensieri. La tecnologia affermata delle cure canalari ha fatto progressi incredibili, alla portata di qualsiasi dentista di città o di villaggio. Il dente canino superiore o inferiore (avendo un solo canale, con forse un gemello inferiore) è il dente di scuola per gli studenti che incominciano, per regalare loro il primo successo della loro vita professionale. Non c'è altro da dire. Servono mani esperte. Buona fortuna!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Signora Sara, dire "per ipersensibilità al caldo e al freddo" non dice niente perchè non è una Diagnosi di una Patologia! Forse era in Pulpite. Ma la Pulpite ha sintomi ben precisi di cui non parla! Poi non si devitalizza un dente dopo aver provato! Provato cosa? Antinfiammatori? Ma via! Si fa una Diagnosi precisa, la costante grande assente! Il nervo non lo si trova in necrosi all'apertura del dente, lo si Diagnostica prima di stabilire che terapia fare, che in questo caso è una terapia endocanalare di dente in necrosi! Poi se sente sensibilità possono essere altri canali non trattati o non trovato come canali accessori ben rappresentati, anche se è difficile che diano sensibilità che lei chiama iper!O i denti vicini con carie o erosioni dello smalto o tasche parodontali.Un sondaggio parodontale è stato fatto? Insomma una Visita completa Odonto-Parodonto-Gnatologica completa che è quella che almeno io, faccio sempre per qualsiasi motivo il paziente venga da ma, anche solo per una carie, altrimenti che visita sarebbe mai? Chiamiamola Visita Odontiatrica completa! Una normalissima visita Completa! Ma Completa! Completa e che porti ad una Diagnosi di tutte le patologie che sono presenti in bocca e che, sempre almeno io, presento e spiego al paziente e e poi lui deciderà le sue esigenze sentiti i miei consigli e segnalazioni di priorità terapeutiche! Legga nel mio profilo "VISITA PARODONTALE" ! Ma tolga pure dalla mente "PARODONTALE" e ci metta Odontoiatrica completa", è la stessa cosa!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gent. Sara Senza entrare nel merito della terapia canalare eseguita, bisogna innanzitutto sapere se il dente è stato otturato (a livello canalare), se sì si, deve valutare radiograficamente come è riuscita;se tutto è stato eseguito correttamente come penso avrà eseguito il suo dentista e con la terapia antibiotica ed analgesica non ha avuto beneficio,(ripeto dopo aver valutato attentamente la sua situazione, anche occlusale) si può procedere con una ulteriore terapia medica che senza conoscere il caso in maniera obiettiva preferisco non entrare nel merito. Cordiali saluti Dr. Erminio Casalini
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Erminio Casalini
Modena (MO)
Valsamoggia (BO)

Sig. Sara, lei deve farsi mettere sempre tutto per iscritto, altrimenti nascono incomprensioni, perché noi abbiamo solo la sua versione e non quella del collega, per esprimere dei consigli. Perciò richieda un riassunto della cartella clinica con relative RX e poi ne possiamo riparlare.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Cara Sara, spesso il canino, che ha un grosso nervo, è un problema. A mio avviso bisogna aumentare le alesature canalari, ma con gli strumenti rotanti, mai con gli "aghetti", e con un rilevatore di apice. Coraggio. All'antibiotico si può aggiungere un cortisonico. Cari saluti

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Di Palermo
Carini (PA)
Consulente di Dentisti Italia

Sono d'accordo col Collega Carpinteri: si affidi a mani esperte perchè probabilmente c'è qualcosa di non corretto nella procedura seguita dal suo dentista. Buona giornata

Scritto da Dott. Michele Paradiso
Nichelino (TO)