Domanda di Devitalizzazione

Risposte pubblicate: 10

Ho un granuloma che con questi giorni di gran caldo sembra essersi 'svegliato'...

Scritto da stefano / Pubblicato il
Salve gentilissimi dottori un saluto particolare al Dott.Petti, vorrei un vostro parere: ho un granuloma che con questi giorni di gran caldo sembra essersi svegliato con un dolore non fortissimo che si fa sentire la sera. Il dente in questione e un dente devitalizzato più di 10 anni fa un premolare in alto......dopo mia insistenza perché con l'ortopanoramica non si vedeva nulla, ho fatto un rx e si vede una leggera trasparenza e alla fine della radice come un pezzetino di 1 millimetro staccato dal resto della radice....ora non so se sia il materiale uscito dal canale, oppure un pezzettino di radice. Per il dentista dice che quel millimetro distaccato ha creato il granuloma e lui vuole intervenire facendo una apicectomia. Ora la mia storia e lunga lunghissima di problematiche e negli ultimi 2 anni a causa di 2 granulomi e 1 ciste sempre dovuti a vecchie devitalizzazioni ho perso già 3 denti....non è mancanza di fiducia nel l'ultimo dentista che mi segue ma sono stanco di soffrire con i denti quindi vi chiedo un parere......(ho girato tanti dentisti anche rinomati). Secondo voi si può intervenire alla maniera classica aprendo il dente e rifacendo la devitalizzazione e togliere quel millimetro di materiale che c'è alla fine della radice evitando di fare l apicectomia? O forse con una cura antibiotica potrei risolvere....l'unico GROSSO problema che essendo allergico agli antibiotici uso soltanto AZITROMICINA perché sono sicuro che non andrò a finire all'ospedale.... Grazie un saluto
Caro signor Stefano, grazie per i suoi graditi saluti che ricambio sinceramente. Allergico agli antibiotici è una "parola grossa" . L'allergia o l'intolleranza vanno dimostrate con test idonei da un allergologo! I ogni caso, se la zona di osteolisi periapicale fosse dovuta ad una frattura dell'apice del dente, sicuramente una retrograda con sigillo perfetto dell'apice risolverebbe la patologia. Se fosse dovuta a un po' di materiale oltre apice, non penso che l'osteolisi periapicale sarebbe imputabile ad esso perchè il materiale è sterile e se è stata usata la diga durante la terapia canalare, la prima volta, o tutte le precauzioni che si possono adottare, il materiale oltre apice non crea assolutamente patologia. In questo caso basterebbe una rimozione della precedente terapia endodontica ed un rifacimento accurato di essa! Le cause di un granuloma o di una cisti non sono sempre solo endodontiche. Possono anche prendere origine dai residui epiteliali del Malassez, rete cellulare embrionale deputata alla formazione di cementoblasti che formano a loro volta le cellule del cemento della radice. Queste cellule delle Malassez prendono origine dalla guaina di Hertwig e stabilisce il limite inferiore dell'organo dello smalto e della futura corona del dente, tra i due si forma la zona del colletto, da queste cellule possono prendere origine le cisti o più in senso lato le zone di osteolisi periapicale. Un ritrattamento endodontico cura anche queste osteolisi periapicali!Tanti auguri di pronta guarigione.Per gli antibiotici, non poso certo esprimermi via web e senza accurata vita clinica ed anamnestica ma dubito che si allergico a tutti gli antibiotici. Cordialmente suo Gustavo Petti Gnatologo e Parodontologo, Implantologo e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Stefano, se effettivamente trattasi di granuloma l'unica via di uscita è il ritrattamento o in ultimo l'apicectomia tramite chirurgia retrograda. Sicuramente il suo dentista saprà consigliarla per il meglio. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Gent.le Sig. Stefano, premesso che per effettuare una diagnosi corretta sia necessaria una visita accurata e una lastra endorale del dente in questione, reputo che prima andrebbe rifatta la terapia canalare dell'elemento e poi, eventualmente in secondo step, l'apicectomia. Distinti saluti. Dr. Matteo Varallo

Scritto da Dott. Matteo Varallo
Lissone (MB)

Gentile paziente, il dolore che si accentua di sera è più compatibile con una pulpite in atto che con una acutizzazione di una infiammazione cronica quale è il granuloma. Sarebbe pertanto necessario differenziare il dolore rispetto ad altri denti e non solamente al dente in questione. L' indicazione ad una apicectomia va attentamente valutata: in particolare solo dove non vi siano reali possibilità di un ritrattamento che di base le garantisce maggiori percentuali di successo. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Armando Ponzi
Roma (RM)

Gentile Sig. Stefano, bisogna sempre procedere per prima cosa con un ritrattamento. Se vi sono difficoltà ad eseguirla correttamente o la patologia non si risolve bisogna eseguire una apicectomia. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Gentilissimo Stefano, per poter rispondere alla sua domanda è necessario effettuare una visita, magari portando con sé la radiografia di cui è già in possesso. La posso ricevere presso il mio ambulatorio di Roma o in provincia (gratuitamente e senza impegno). Cordiali saluti. Dott. Gentile Alessandro tel. 3384169353

Scritto da Dott. Alessandro Gentile
Tivoli (RM)

Gentilissimo sig. Stefano, se c'e' materiale oltre apice o frattura apice radicolare e' necessaria un'apicectomia preceduta sicuramente da un ritrattamento canalare. Comunque prima di tutto serve vedere un rx endorale e poi decidere. distinti saluti dott. Paolo Nardi

Scritto da Dott. Paolo Nardi
Pomezia (RM)

Gentile paziente bisognerebbe valutare attentamente le radiografie del caso ed effettuare un accurato esame clinico per darle una risposta dirimente. In ogni caso, consideri che prima di effettuare un'eventuale apicectomia, sarebbe opportuno un ritrattamento endodontico che potrebbe anche rivelarsi totalmente risolutivo.

Scritto da Prof. Ciro Russo
Frattamaggiore (NA)

Per darle un consiglio fondato bisognerebbe vedere almeno una lastrina. Comunque in linea di massima bisogna prima eseguire il ritrattamento classico per via ortograda(ossia con accesso dalla corona) e solo in caso di fallimento procedere all'apicectomia.

Scritto da Dott. Paolo Fulgenzi
Pescara (PE)

Gentile paziente, soltanto l'apicectomia può togliere quel pezzettino oltre l'apice del dente. Credo, ovviamente basandomi solo su ciò che ci riferisce, che sia la strada giusta da seguire. Cordialmente

Scritto da Dott. Gerardo Cafaro
Campagna (SA)