Domanda di Devitalizzazione

Risposte pubblicate: 8

Circa un mese fa ho iniziato ad avere un forte dolore all'orecchio dx

Scritto da stefania / Pubblicato il
Spett.le Dott.re le scrivo perche' sono in preda al panico. Le spiego circa un mese fa ho iniziato ad avere un forte dolore all'orecchio dx. Sono andata dall'otorino e' mi ha dignosticato il nervo acustico un po'infiammato. Ho fatto la cura con siringhe di antibiotico, cortisone, ma il dolore si è esteso al molare superiore. Sono andata circa 15 giorni fa dal dentista ho fatto radiografie ed e' uscito una pulpite all'ultimo molare cariato. Ho fatto una devitalizzazione (una sola seduta), ma a tutt'oggi avverto dolori fortissimi al molare (mi pulsa) e di conseguenza all'orecchio. Sono esausta di vivere cosi. Lo so in questo momento lei si stara'chiedendo, perche' mi rivolgo a lei se gia' sto in cura dal dentista?.... ma chiedere altri pareri in buona fede puo' rassicurare. Grazie
Può darsi che sia rimasta qualche porzione di polpa infiammata all'interno del dente trattato (es. qualche canale accessorio di difficile localizzazione), questo giustificherebbe la sintomatologia ma non è proprio possibile dirle di più senza nessun dato oggettivo (soprattutto un'rx del dente trattato). La cosa migliore è che lei prenoti una visita in urgenza presso il collega che l'ha trattata per valutare se è il caso di revisionare la cura canalare.

Scritto da Dott. Andrea Balocco
Paruzzaro (NO)

Quasi certamente il dolore dipende proprio dal dente.. Dai sintomi descritti ora è necessario un ciclo di antibiotici, altrimenti non passa. Ci vuole un derivato della penicillina che agirà in un paio di giorni o tre prima di sedare questo dolore. Ne parli col suo dentista, o se lo trova prima, col medico di famiglia..

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Signora Stefania, anzitutto veda di tranquillizzarsi perchè c'è sempre rimedio a queste patologie. Come si fa a dirle la causa senza visitarla clinicamente? Si possono solo fare ipotesi che io tento di fare, dato che lei chiede ed io devo rispondere al meglio. O il dente ha un quarto canale che non è stato trovato, ma è difficile che questo avvenga, o il dente in causa non è quello ma un altro tra i prossimali e gli antagonisti. A volte il paziente si sbaglia ed è facile che questo avvenga, ed indica un dente di un lato mentre ad avere la patologia è il controlaterale e magari, fuorviati da questo e dal dolore all orecchio dalla parte opposta si è cercata la causa solo nello stesso lato!Ma anche nello stesso lato a volte non è agevole e matematico trovare la causa che è da ricercare nei denti, ma anche nelle tasche parodontali o nelle erosioni dello smalto o nelle recessioni gengivali o in precontatti occlusali! Deve sapere che esistono dei sintomi detti sinalgie, che praticamente, per incapacità del nucleo caudato del cervello a cui arrivano tutti gli stimoli dolorosi di una metà della bocca, possono provenire non dal dente in causa ma da denti o parodonto anche lontano. Quindi bisogna fare una accurata visita Odontoiatrica completa ed accurata Poi una visita Gnatologica e conservativo-endodontica accurata ed una visita Parodontale e stia certo che si arriva ad una diagnosi. Devo fare un piccolo preambolo anatomico: sappia che dal nervo alveolare inferiore, prima che entri nel canale della mandibola, si diparte verso l'interno il nervo linguale che innerva la metà corrispondente della lingua ,da questo nervo ,a ritroso c'è un nervo ,detto "la Corda del timpano" a forma di "arco" che lo unisce al Nervo Facciale (importante come dice il nome per l'innervazione degli organi della faccia), passando per gli organi dell'orecchio,non solo ma lo stesso nervo linguale come ho già detto, è un ramo del nervo Mandibolare che nasce dal Ganglio del Famoso Trigemino e passa sotto o vicino al dente del giudizio nel Canale Mandibolare. Perchè le dico questo? Per farle capire che un "risentimento a livello della bocca" può dare i sintomi che ha lei,in particolare cause gnatologiche (cattivi rapporti tra le arcate dentarie) e delle Articolazioni Temporo Mandibolari,c'è un intera specialità dell'Odontoiatria che studia queste patologie: La GNATOLOGIA: essa studia la "complessità dei problemi che stanno dietro la semplice parola "malocclusione", precontatti nelle varie disclusioni delle arcate con conseguenti traumi d’occlusione ed una "malocclusione" ossia ha denti in trauma d’occlusione. Ma lei dirà che è iol molare superiore che le fa male. Ed io le rispondo che per sinalgia, sopra spiegata, potrebbe essere in causa un molare inferiore che "riflette il dolore", per così dire, su quello superiore per sinalgia! Potrebbe essere una frattura radicolare. E perchè no, potrebbe essere benissimo un dolore riflesso al dente dalla nevrite del nervo acustico come diagnosticato dall'Otorino! Non bisogna partire dal fatto che l'Otorino possa avere sbagliato diagnosi! L'ha risentito? Ha approfondito le analisi cocleari e dell'orecchio medio ed interno, prima di andare a cercare la colpa nell'apparato stomatognatico? Ci deve essere collaborazione tra l'Otorino ed il Dentista. Basta una telefonaqtina ed un po' di umiltà da parte di entrambi per sentire il parere dell'altro! Li metta in contatto. Lo ritengo un buon consiglio!Insomma o si trova da parte di entrambi una causa più che certa e dimostrabile o è meglio che si parlino per uno scambio di opinioni Medico-Clinico-Scientifiche.Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Occorre ritornare dal dentista il quale le fara' una lastra per vedere com'e' andata la devitalizzazione e se ci sono altri denti coinvolti. Poi, magari, controllare lo stato dell'articolazione e dei muscoli connessi.

Scritto da Dott. Giovanni Vergiati
Fornovo di Taro (PR)

Gentile Sig.ra Stefania, mi pare di capire che è stata eseguita una devitalizzazione in una sola seduta. Se è corretto penso che debba tornare dal dentista per un controllo ed eventuale cura antibiotica seguita da un ritrattamento del dente. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

A mio avviso deve ricontattare immediatamente il suo dentista per farsi visitare. Non è sbagliato eseguire una devitalizzazione in un'unica seduta. Semplicemente forse va rianalizzato il caso per controllare, ad esempio, anche altri denti delle stesse emiarcate.

Scritto da Dott. Luca Boschini
Rimini (RN)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Stefania, se il dolore permane, si deve ricontattare l'odontoiatra, che prenderà gli adeguati provvedimenti.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile Stefania, ricontatti il suo dentista che certamente saprà trovare la causa della persistenza del dolore.

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia