Domanda di Devitalizzazione

Risposte pubblicate: 8

Seguito domanda del 29/10/08: Posso partire per le ferie con un dente devitalizzato e chiuso solo con una otturazione provvisoria?

Scritto da Silvia / Pubblicato il

Grazie per tutti i consigli!! Per essere più precisa vorrei specificare che il mio dente è già stato devitalizzato due anni fa e adesso sono andata da un nuovo dentista perchè ogni tanto sento un fastidio nella zona del dente già devitalizzato soprattutto con il caldo. Il dentista mi ha spiegato che il dente non era stato chiuso fino in fondo alla radice con la precedente devitalizzazione e che quindi va ritrattato nuovamente. Purtroppo non riesce a fissarmi l'appuntamento prima del 14/11, sennò il problema sarebbe già stato risolto... Al momento non ho forte dolore, solo, come ho già detto, un pò di fastidio in alcuni momenti. Con questi nuovi dettagli cosa m consigliate di fare? Grazie ancora! Silvia

 

Domanda a cui fa seguito la presente:

 ferie con un dente devitalizzato

Sig.ra Silvia, il suo dentista le ha eseguito un rx che le ha permesso di valutare la presenza del canale corto e verificare le lesioni periapicali, per cui è bene che sia lui a prendere la decisione, se trattarlo prima del viaggio. Rimane sempre il consiglio di farsi prescrivere eventuali cure, da assumere in caso di dolore.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Cara Silvia i sintomi da lei riferiti sembrano essere lievi e non sembrano compromettere la normale funzione. Inoltre è un problema cronico di conseguenza sarei per l'attesa ( cioè non farei nulla prima di partire ) ad eccezion fatta di portare con me antibiotici tipo "Augmentin" ed antidolorifico tipo "Sinflex" solo per precauzione e per scaramanzia, dato che, in vacanza, quando ci sono, i farmaci non servono mai... magari si offrono ad altri sventurati compagni di viaggio meno accorti... A parte il folclore delle mie affermazioni, ribadisco che spesso i ritrattamenti quali il suo per loro natura sono i trattamenti canalari più insidiosi e che potenzialmente si possono protrarre di più nel tempo richiedendo qualche seduta in più delle 2-3 classicamente più che sufficienti. Dato che il suo dentista mi sembra abbia l'agenda intasata... aspetterei e mi godrei la musica il sole e il mare dei Caraibi! ( evitando le immersioni profonde come consigliato prima di me dall'attento Dott. Diego Ruffoni ).
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Alessandro Palumbo
Pescara (PE)

Sig.ra Silvia, se i fastidi sono lievi attenderei, perchè ritrattare un dente già devitalizzato è più problematico che se fosse una prima devitalizzazione e ammesso che sia facilmente ritrattabile, dovrà partire con un'otturazione provvisoria che Le impedirà di mangiare da quel lato, ora visto che comunque i farmaci dovrà portarseli dietro per precauzione, tanto vale cominciare al suo rientro. Cordiali Saluti

Scritto da Dott. Maurizio Serafini
Chieti (CH)

Sig.ra Silvia, da quello che ci racconta forse potrebbe anche rinviare il ritrattamento (escludendo lunghe permanenze!)...la decisione, comunque, spetta al suo curante che conosce il caso ed eventualmente può consigliarle i farmaci da portare con se escludendo le possibili allergie. Buona giornata e buona vacanza.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Sig.ra Silvia, come alcuni di noi le hanno già accennato, alla luce del fatto che il dente era già devitalizzato e la cura da effettuarsi è un ritrattamento dei canali chiusi corti, le suggerirei di chiedere al suo curante, che ha la situazione in mano, cosa ne pensa, a prescindere da impegni di agenda, appuntamenti ed altro, ed eventualmente di portare con se antibiotici e antiinfiammatori, da chiedere al suo medico, che conosce la sua anamnesi medica, per allergie ed intolleranze eventuali, a scopo "scaramantico" !!! Eviti in effetti immersioni con le bombole che potrebbero scatenare fastidi dati dal cambio di pressione sui tessuti interni del dente. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giuseppe Lazzari
Cernusco sul Naviglio (MI)

Leggo ora la seconda parte della sua mail dove chiarisce molte cose prima non dette. Rimango comunque della mia opinione: prima della sua partenza mancano così tanti giorni che c'è tutto il tempo per non partire col rischio di un mal di denti. Perciò inviterei il suo impegnato dentista a provvedere prima possibile con la terapia più opportuna. In caso contrario, le consiglio di partire con una buona scorta di antibiotici e antidolorifici.

Scritto da Dott. Giovanni Ghio
Livorno (LI)

Gentile Silvia, in questo caso io attenderei, specialmente se in questo dente non si sia mai sviluppato un ascesso. Comuque il collega che avrà sicuramente eseguito una rx avrà più possibilità di darle il consiglio giusto. Cordiali Saluti.

Scritto da Dott. Cristian Romano
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Cara Silvia, allora le consiglierei di partire magari portandosi dietro dei farmaci (antibiotici) in caso di comparsa di gonfiore (ascesso). Buone vacanze

Scritto da Dott. Andrea Bartelloni
Pisa (PI)