Domanda di Devitalizzazione

Risposte pubblicate: 7

Pulsazioni al palato

Scritto da rossana / Pubblicato il

Salve, tutto è cominciato l'8 novembre 2011, a causa della ricostruzione di 2 incisivi 11 e 21, già stati ricostruiti in passato circa una decina di anni fa. L'11 è già stato devitalizzato molto tempo prima. Durante la ricostruzione(che prevede solo eliminare lo smalto annerito e ricoprire credo con resina) mi fanno notare che l otturazione del foro della devitalizzazione è aperto e mi viene fatta l anestesia sopra i denti interessati e dietro il palato, anche la tecnica usata mi è sembrata strana, consisteva nel inserire un dente preformato trasparente e riempirlo di materiale, x poi sfilarlo dal dente con una certa prepotenza. Tornata a casa avverto un senso di soffocamento all 11 e torno dal dentista, che estrae da dietro il dente un piccola lamina in resina messa li x coprire il foro della vecchia devitalizzazione (cosi mi è stato detto). Avverto un pò di sollievo, il giorno successivo torna il disturbo ed in più sento pulsare il palato in prossimità degli incisivi. Torno dal dentista che non nota nulla di anomalo e mi rimanda a casa con una cura antibiotica. All indomani vanno via le pulsazioni e il dente devitalizzato diventa ipersensibile, ma alla fine degli antibiotici sto meglio. Dopo 3/4 giorni ancora problemi al dente devitalizzato, faccio un O P T in cui non risulta nulla e mi otturano il vecchio foro della devitalizzazione senza ripulire. A questo punto cambio dentista che visitandomi mi dice che c è accesso di materiale e ho le gengive sepolte, il dente va meglio ma dopo un paio di giorni tornano le pulsazioni al palato, questo nuovo dentista mi guarda come un alieno e non sa che dirmi. Mi reco da un otorino, fatta la visita mi dice che l ago dell iniezione dell anestesia ha preso la papilla incisiva che è infiammata e fa pulsare il palato e manda doloretti. Fatta la terapia dell otorino non riscontro migliorie. Faccio un dentalscan in cui si evince granuloma apicale 21 e 26.le pulsazioni diventano insopportabili soprattutto distesa e mi portano al pronto soccorso dove mi dicono che ho una pulpite del 21. L'indomani faccio devitalizzare il 21 ma cambia poco. Torno al pronto soccorso e mi dicono che i 2 incisivi hanno bisogno di una buona cura canalare e incidono sul palato. Vado da un endodontista che devitalizza per bene i denti e mi da una cura di antibiotico, dicendomi che in 10 giorni sarebbe passato tutto. I giorni sono passati, sto meglio, ma avverto le pulsazioni, sono anche andata da un neurologo ma esito negativo, non so più a chi rivolgermi ed ho seriamente molta paura

Cara Signora Rossana, avvincente veramente. Dovrebbe fare la scrittrice. Ci sono una marea do discordanze nel suo racconto. Per esempio le dicono che ha una pulpite del 21 quando il Dentalscan aveva mostrato un granuloma (lei così almeno scrive). Impossibile o c'è l'uno o c'è l'altro . Non possono coesistere granuloma che è espressione di necrosi pulpare con pulpite. Non mi metto a farle notare tutte le altre discrepanze per ovvi motivi. Tra l'altro esprime giudizi sull'operato dei Dentisti come se lei sapesse cosa si deve fare! Cambia Dentista così come si cambia una lampadina! Lei ha solo bisogno di un buon Dentista che la visiti, faccia la giusta diagnosi e la relativa giusta ed unica terapia migliore per lei! Per la pulsazione e la patologia riferita al palato è possibile che sia stato leso temporaneamente il fascio vascolo nervoso dello Scarpa che è alla base della papilla interincisiva palatale, grosso modo. Certo bisogna verificarlo con la visita clinica e strumentale. Sono a sua disposizione se volesse venire qui a Cagliari da me! Nel caso mi contatti! Non è mia abitudine propormi così ma lei specifica e chiede cosa fare e l'unica cosa da fare è rivolgersi ad un dentista che sappia il fatto suo. Ed io allora le dico di venire pure da me!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gengive sepolte, papilla incisiva che fa pulsare il palato, lamina di resina che crea soffocamento, devitalizzazione di un dente gia' necrotico. Forse e' meglio un po' di chiarezza.

Scritto da Dott. Giovanni Vergiati
Fornovo di Taro (PR)

Gentile Sig.ra Rossana, non può esserci pulpite e granuloma, o l'uno o l'altro. Il suo racconto è molto confuso. Perché è stato inciso il palato, forse per drenare pus. Questo escluderebbe un dente in pulpite. Gengive sepolte da cosa? Forse avrebbe solo bisogno di un bravo dentista che la tranquillizzi. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Rossana, che storia... in questi tre mesi per una pulsazione al palato, sembrerebbe che nel suo girone dantesco abbia incontrato odontoiatri privi di nozioni basilari, forse lei ci racconta una cosa e i fatti sono altri? Le ansie di alcuni pazienti a volte portano a queste situazioni.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

E' molto difficile dare risposte a distanza quando c'è una lunga storia clinica di sofferenza. Probabilmente all'inizio qualche cosa di storto è stato fatto, ma credo anche che vi sia stato posto rimedio. Tra le persone da lei interpellate credo sia a questo punto saggio fidarsi dell'endodontista, che presumo esperto. Ipotizzo che vi sia anche una componente ansiogena del fastidio, alla quale solo il tempo probabilmente può creare effetti positivi. Non interpellerei altre persone, pena un inquinamento aggiuntivo della situazione. Ci scriva eventuali cambiamenti. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile sig.ra Rossana, che avventura! "Pulsare "indica un processo infiammatoria a genre indefinita, sono del parere che un ottimo ritrattamento canalare, mi pare già eseguito dal dentista dovrebbe aiutarla, anche se non mi affretterei a chiudere i canali, ma li chiuderei uno dopo l'altro, per non mischiare la sintomatologia. Tengo anche a precisare che un dente si può chiudere quando è assolutamente asintomatico. Suggerisco antinfiammatori steroidei congiuntamente all'antibiotico, cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Di Palermo
Carini (PA)
Consulente di Dentisti Italia

Racconto difficile da decifrare correttamente

Scritto da Dott. Alessio Battistini
La Spezia (SP)