Domanda di Devitalizzazione

Risposte pubblicate: 9

Dopo devitalizzazione, permane la sensibilità dovuta al colletto dentale scoperto?

Scritto da Rita / Pubblicato il
Buonasera a tutti. Ho una curiosità: dopo devitalizzazione, permane la sensibilità dovuta al colletto dentale scoperto dello stesso dente? O è impossibile visto che il dente "muore"? Dovrò devitalizzare un dente a causa di una grande carie, che però mi provoca fastidio anche a causa del colletto scoperto e volevo sapere se si risolverà anche questo problema. Grazie.
Gentile Rita, la risposta è no.

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Rita, la sensibilità al colletto scomparirà. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Signora Rita, è un errore comune considerare morto un dente devitalizzato. Esso è vivo e non vitale per differenziarlo da quello "sano" che è vivo e vitale! Questo per sottolineare che scambi biologici avvengono anche in un dente devitalizzato ossia vivo e non vitale. Detto questo io non conosco la sua situazione clinica e non posso quindi rispondere con certezze! In linea di massima non si deve sentire sensibilità al colletto perchè non esiste poiù la "polpa", ossia quell'agglomerato di vasi arteriosi, venosi, linfatici, tessuto nervoso che si chiama "polpa". Il problema è che se un terapia endodontica è fatta bene con tecniche eccellenti come per esempio quella di Schilder che usiamo io e mia figlia nel nostro studio, vengoni iniettati anche i canali laterali accessori che a volte, se non iniettati dal materiale di chiusura, possono lasciare una residua sensibilità proprio perchè il dente è vivo e non vitale. Se questi canali accessori sono molto ben rappresentati e la terapia canalare non è stata fatta con tecniche giuste, ecco che può permanere un po' di sensibilità! Questo in linea di massima e se fosse trascorso abbastanza tempo dalla terapia canalare. Se essa invece è stata fatta da poco, la sensibilità può essere dovuta anche al semplice fatto che deve considerare la terapia endodontica copme un microintervento chirurgico endocanalare. Come tutti gli interventi chirurgici si può avere un piccolo edema post operatorio con lieve infiammazione del fascio vascolo nervoso in pratica reciso all'apice ed avere dolorino per qualche giorno. Ecco perchè bisognerebbe visitarla clinicamente e radiologicamente, per vedere tutte queste variabili e tanto altro!Inoltre bisogna considerare l'Unità dentale come un insieme indissolubile. Ossia Dente, radice e suo endodonto, parodonto con Gengiva, osso, ligamento parodontale alveolo dentale e cemento radicolare, sono parete della stessa unità dentale e le patologie possono coinvolgere, partendo da una parte di essa le altre parti. Per esempio se da un endodonto viene coinvolto oltre al periapice anche lo spazio parodontale, si ha una endo parodontite e viceversa se è presente una parodontite si può avere una conseguente infezione endodontica. Quindi ripeto bisogna visitarla clinicamente per rispondere. Tuttavia le ho dato tante indicazioni che avrebbe dovuto darle il suo dentista! Auguri. Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

La sensibilita' alle variazioni termiche o chimiche fa parte delle prerogative dei nervi sensitivi, quali sono quelli che sono contenuti nei denti. Se si "toglie" il nervo non esiste piu' sensibilita', ma persiste un altro tipo di sensibilita' legata alla presenza di fibre nervose tutte "attorno ai denti" che fanno si' che quando lei addenta un torrone, non si fratturi i denti dopo averlo rotto

Scritto da Dott. Giovanni Vergiati
Fornovo di Taro (PR)

E' difficile consigliarla senza vederla

Scritto da Dott. Alessio Battistini
La Spezia (SP)

Gentma Sigra Rita, la sensibilità scomparirà sicuramente. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Cosimo Coscia
Collegno (TO)

Cara Sig.ra Rita, la sensibilità del suo colletto è trasmessa dalle fibre nervose contenute nella polpa dei canali del suo dente. Tolta la polpa, il suo dente non avrà più "nervo" e pertanto non avrà più alcune sensibilità agli stimoli termici. Spero di essere stato chiaro. Si faccia tranquillamente devitalizzare il suo dente. Si assicuri che il suo dentista esegua tale operazione dopo aver isolato il suo dente con un foglio di gomma che si chiama diga. La pretenda. Cari saluti ed auguri. Dr. Arnaldo Castellucci
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Arnaldo Castellucci
Firenze (FI)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Rita, la sensibilità agli stimoli termici si perde.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile signora Rita, un dente devitalizzato non Le darà problemi di sensibilità, perchè è privo di "vita". Distinti saluti

Scritto da Dott. Gerardo Cafaro
Campagna (SA)