Domanda di Devitalizzazione

Risposte pubblicate: 24

E' indicato il blocco dell'alveolare superiore?

Scritto da luca / Pubblicato il
Buongiorno a tutti, sono uno studente di odontoiatria al 5 anno e stò facendo il tirocinio nel reparto di endodonzia. Volevo chiedere semplicemente un cosiglio: ho cominciato una devitalizzazione di un sesto superiore, ma mi è risultato impossibile strumentare i canali per il troppo dolore percepito dal paziente. Ho provato oltre all' anestesia plessica anche l'intraligamentosa, ma senza risultati. Volevo chiedere, è indicato il blocco dell'alveolare superiore? Altrimenti cosa si può fare? Ho chiesto a un collega che mi ha consigliato di iniettare un po di anestetico direttamente nei canali, ma secondo me non arriva agli apici e comunque è molto doloroso. Grazie mille. Distinti saluti
Caro Prodottor Luca, non specifichi se il dolore è presente durante l'apertura della camera pulpare, se la camera pulpare è stata aperta o no oppure se è stata aperta e il dolore è provocato dal tentativo di sondaggio dei canali, se la pulpotomia camerale è già stata fatta o no. Se addirittura lo smalto e la dentina sono già stati aperti per una via al tetto della camera pulpare o no! Sei un procollega, sii molto più preciso e ti potrò rispondere, anche se con una Università alle spalle che vedo essere quella di Milano e con il tuo Insegnante di Endodonzia che DEVE insegnare, non capisco perchè fai la domanda a noi. Ti ringrazio per la Stima e la Fiducia che evidentemente hai, ma non mi sembra il luogo per "insegnare" questo che invece è il luogo in cui lenire ansie e sofferenze dei pazienti, avresti fatto meglio a chiederlo contattando chi avessi voluto tu tra noi, privatamente con una email che trovi in tutti i nostri profili!Comunque sii più preciso per favore e farò del mio meglio per risponderti e insegnarti come si tratta un dente in pulpite acuta, evidentemente, almeno dal tuo dire! Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Luca, il nervo alveolare posteriore innerva solo in parte il sesto superiore, dovresti contemporaneamente indurre l'anestesia all'infraorbitario. L'intraligamentosa è assolutamente inutile. Molto utile è invece l'intrapulpare, come consigliato dal collega. L'ago non deve arrivare fino in apice per ottenere una buona anestesia, e il dolore passa velocemente. Questo è il metodo migliore per ottenere una buona anestesia. In bocca al lupo per i tuoi studi.

Scritto da Dott. Umberto Tersigni
Palermo (PA)

Carissimo Luca, complimenti è già un passo notevole aprire un molare con 3 o 4 canali e vedrai che fra non molto sarai tu a dare suggerimenti a noi! Penso, comunque, e, modestamente, di consigliarti di non praticare mai l'anestesia intraligamentosa quando ti accingi a fare una terapia canalare in quanto il legamento parodontale verrebbe ad essere stressato inutilmente con dolenzia post-trattamento mentre sarebbe meglio praticare un'anestesia plessica dal lato vestibolare e non palatino e, se necessario, ma, quasi sempre lo è, un'anestesia intrapulpare appena all'imbocco dei canali. Tanti auguri per i tuoi studi e di un successo professionale.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Ti consiglio, di mettere per qualche giorno un pò di pasta arsenicale e poi riaprire il tetto della camera pulpare ed effettuare un pò di anestesia intrapulpare per ogni canale da trattare. Buona fortuna.

Scritto da Dott. Tommaso Giancane
Noci (BA)
Consulente di Dentisti Italia

Ciao, ti sei appena "scontrato" con uno dei problemi più antipatici in endodonzia, anestetizzare un dente in pulpite a volte può risultare davvero indaginoso... o ti armi di un pochino di "cattiveria" e risolvi con una intrapulpare - veramente efficace e che comunque devi imparare ad eseguire - oppure la cosa migliore è sospendere la seduta, mettere il paziente sotto antinfiammatori e riprendere il trattamento in seconda battuta, sempre eseguendo una anestesia plessica dal lato vestibolare e palatino. Se scegli di praticare l'intrapulpare o ti ci trovi costretto, tieni presente che l'effetto anestetico è dato in massima parte dallo shock pressorio sulla polpa, per cui la quantità di farmaco necessaria è minima e l'induzione molto rapida. Non tentare altre tecniche perchè fare un blocco dell'alveolare superiore non mi sembra nè semplice nè risolutivo. In bocca al lupo per le esercitazioni di endo e per il prosieguo degli studi!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Andrea Balocco
Paruzzaro (NO)

Caro Luca, ti dico subito che sei fortunato perchè già fai tirocinio; pensa che il mio è consistito nell'applicazione di una matrice (!!!) parlo di tanti anni fa ma era un vero scandalo; per mia fortuna appartenendo ad una "dinastia" di dentisti ho potuto farmi le ossa presso i parenti. Tornando al tuo quesito, se la plessica non basta io faccio la intrapulpare avvertendo il paziente che per una frazione di secondo potrebbe avvertire dolore; vai tranquillo e in bocca al lupo per la futura laurea ciao
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Elisabetta Farnararo
Fiesole (FI)

Per un sesto superiore utilizza semplicemente l'articaina 1/100000 come anestetico sia plessica che palatale e vedrai che non avrai problemi.

Scritto da Dott. Maurizio Sicilia
Napoli (NA)

Caro Luca, se la camera pulpare è già aperta, una bella intrapulpare ed il gioco, in genere, è fatto, un pochino di cattiveria, per il bene del paziente ovviamente, poche gocce di anestetico, non c'è bisogno di arrivare in apice, e lavori tranquillo. Ciao e in bocca al lupo. Dr. Paolo Formenti

Scritto da Dott. Paolo Formenti
Senago (MI)

Carissimo Luca, questi casi si risolvono solo con l'intrapulpare. l'anestetico va iniettato con una certa pressione (in effetti l'effetto è principalmente dato dallo shock pressorio)e ricordati che l'effetto anestetico non dura molto. Ma in questo lasso di tempo puoi alesare il canale. Per questo motivo ti consiglio anche di trattare un canale per volta. Termina con una buona medicazione e vedrai che nella seduta successiva puoi terminare con tutta tranquillità l'endodonzia. Ciao

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Luca, l'intraligamentosa è inutile e stressa il parodonto oltre alla plessica vestibolare e palatina, fai anche un'intrapulpare e, prima ancora, metti sotto copertura antibiotica il paziente. Ti saluto cordialmente.

Scritto da Dott. Cosimo Coscia
Collegno (TO)