Domanda di Devitalizzazione

Risposte pubblicate: 12

Guardando la radiografia, si può stabilire se è possibile ridevitalizzare ancora il dente?

Scritto da romina / Pubblicato il
Ho appena ritirato gli esiti della panoramica e questo è il referto:"Reperti Non sono apprezzabili granulomi apicali. Esiti canalari -otturatori multipli. Osteorarefazione tra le radici del 37. Assenti gli ottavi." Premetto che questo dente, se non ricordo male, è stato devitalizzato nel '95 e ridevitalizzato x dei dolori nel 2005. Purtroppo avendo delle radici molto complicate, il dentista ha detto di esser riuscito bene con 1 canale, cosi cosi col 2 e poco col 3.Di più non riusciva a fare, visto come sono curve. Ora vorrei capire cosa voglia dire l'esito e in che maniera si possa risolvere... Guardando la radiografia, si può stabilire se è possibile ridevitalizzare ancora il dente?... Aggiungo anche che le panoramiche le ripeto annualmente x un controllo personale, visto che x ben 2 volte sono stata operata x delle cisti cheratogene sempre in sede del dente del giudizio in basso a dx (tutti e 4 i denti del giudizio ho dovuto estrarli prima che spuntassero per non rovinare le arcate)
Gentile Livia, dall'OPT appare evidente una lesione interadicolare a livello del 3.7 verosimilmente determinata da una perforazione del pavimento della camera pulpare e, pertanto, a primo acchito, l'intervento di elezione sarebbe quello di una rizotomia e/o di una rizectomia. Sarebbe , comunque, consigliabile un esame obiettivo ed una Rx endorale con centratore per valutare meglio la gravità della lesione. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Lesione parodontale passante di terzo grado della forcazione di un molare inferiore con sfondamento del pavimento camerale curato con endodonzia e parodontologia. Da csistica clinica parodontale del Dr. Gustavo Petti Parodontologo di CAgliari
Cara Signora Romina, l'osteolisi del 37 non èì periapicale ma è nel cavallo della biforcazione. Ora che questo sia dovuto ad una patologia creata da uno sfondamento del pavimento della camara pulpare o a una patologia di natura parodontale, lo si può valutare solo clinicamente. In ogni caso, a prescindere, ha difetti ossei partodontali in molti denti. Vedo emisetti, crateri, difetti angolari, difetti a più pareti complesse. Sembrerebbero non gravi. Piccole. Ma indicherebbero che ci sono delle tasche parodontali che sono l'espressione di una Parodontite diffusa. Non penso grave, ma ci dovrebbero essere. Questa lastra non è adatta per queste visualizzazioni. Bisogna fare una serie completa di Rx endorali, anche nel 37, una Visita Parodontale completa con misurazione delle tasche parodontali in sei punti di ogni dente di tutti i denti e nel 37 con misurazione passante della lesione della forcazione, una Preparazione iniziale Parodontale completa con Rx endorali in proiezione parodontale, modelli di studio gnatologico, pulizia dei denti profonda professionale, curettage e scaling e root planing ed infine una seconda visita di rivalutazione parodontale con la ripresa delle misure parodontali per arrivare ad una Diagnosi esatta ed eventualmente ad una Terapia corretta. Mi domando perchè si sia rivolta a noi e non al suo Dentista. Noi non siamo qui per leggere le OPT. L'ho fatto solo per gentilezza estrema!Ma si lasci dire che è assurdo che mi sia messo a leggere una OPT via web. Non siamo un centro diagnostico. Cerchiamo solo di aiutare i pazienti quando sono in difficoltà ed in ansia per le loro patologie. Legga nel mio profilo:"VISITA PARODONTALE" e "Parodontite (nozioni di etiopatogenesi, clinica, diagnosi)" e ancora"Terapia chirurgica della parodontite La Terapia Parodontale, consiste essenzialmente nel ricostruire chirurgicamente ciò che la malattia parodontale ha distrutto." Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Quella radiotrasparenza alla biforcazione fa pensare ad una perforazione del pavimento della camera pulpare. Queste oggi si riparano molto bene con MTA un materiale che crea un sigillo opportuno per i germi. Un bravo dentista, che sia appassionato di endodonzia forse può recuperarlo.

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Romina, un dente che ha subito un trattamento endodontico può essere ritrattato nella maggiorparte dei casi. Tuttavia, guardando la radiografia (ma servirebbe anche e soprattutto un esame clinico) si direbbe che il suo problema non è di natura endodontica ma parodontale, a meno che nel trattamento endodontico non si sia determinata una perforazione del pavimento della camera pulpare (per questo è indispensabile anche un esame clinico). Le consiglio una visita specialistica per riconoscere il problema effettivo ed intervenire nella maniera più appropriata.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Umberto Tersigni
Palermo (PA)

Gentile Sig.ra Romina, anche se la panoramica non è l'esame di elezione per queste diagnosi, pare che il problema sia dato da una perforazione del pavimento della camera pulpare. Queste lesioni si curano con MTA, materiale che sigilla e ripara la perforazione. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Signora, dalla sua radiografia si evince che vi è una lesione della biforcazione della radice del II molare inferiore sinistro provocata probabilmente da una perforazione del pavimento della camera pulpare. In ogni caso senza sottoporla ad un'accurata visita non si può suggerirle alcun trattamento. Per quanto riguarda la frequenza delle sue radiografie ortopanoramiche, credo che vi sia un eccesso di attenzione. Le consiglierei di ripetere le radiografie con frequenza bi o meglio triennale, dato che le cisti non si sono più riformate da molto tempo. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Alvise Cappello
Padova (PD)

Gentma Romina, la lesione della biforcazione del 3.7 è suggestiva per uno sfondamento del pavimento della camera pulpare; sarebbe opportuno fare una visita ed una rx endorale per valutare meglio il danno e d il tipo di intervento da eseguire. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Cosimo Coscia
Collegno (TO)

Il 37 probabilmente o e' fratturato o perforato.Meglio fare una rx endorale poi togliere tutta l'otturazione per vedere bene il problema. Se la perforazione e' piccola si cerca di ripararla ma se e' importante io estrarrei il dente

Scritto da Dott. Giovanni Vergiati
Fornovo di Taro (PR)

Anch'io farei una rx endorale e si valuta la perforazione...se non recuperabile si estrae il dente e si fa un impianto, visto che c'è osso. Anche il 47, il molare in basso a sinistra non sembra ben messo, però se non ha dolore lo lasci così.

Scritto da Dott.ssa Maria Giacinta Ferrulli
Altamura (BA)

Cara SIg.ra Romina, sicuramente è stata eseguita una perforazione durante la ricerca dei canali della radice mesiale del suo molare. Come le è stato già detto, le perforazioni oggi si riparano con un meraviglioso materiale biocompatibile che si chiama MTA. Se però il difetto è di vecchia data e la lesione è passante, in altre parole, se si è stabilita una tasca parodontale, anche l'MTA è nella maggioranza dei casi destinato a fallire. Se così fosse, il dente è destinato ad essere estratto e rimpiazzato da un impianto. Io in casi così proverei con l'MTA senza garantire niente e ovviamente senza farmi pagare la parcella piena. Se va bene il paziente paga la cura, se va male, finisce qui e si programma l'estrazione e l'impianto. Se va bene o male si riesce a valutare in poche settimane o mesi. Per quanto riguarda le radiografie panoramiche, come le è stato già detto, NON SE NE FACCIA FARE PIU'. Sono radiazioni inutili e le immagini che si ricavano non sono mai precise e dettagliate come quelle delle radiografie endorali. Infine, non esiste il fatto che un dentista dichiari che è andato bene in un canale, così così nel secondo e poco nel terzo. Stiamo scherzando? Pertanto, un dentista onesto che ha tali difficoltà dovrebbe immediatamente fermarsi e inviare il caso ad un collega più esperto di lui. A questo punto il mio consiglio: si guardi bene dal farsi "ridevitalizzare" o meglio "ritrattare" il dente tornando dal solito dentista. Visto che non la ha inviata lui, ci vada di sua iniziativa da un dentista più esperto. Per trovarlo, la invito a consultare il sito della Società Italiana di Endodonzia www.endodonzia.it. Cerchi tra i soci ATTIVI. Nelle sue vicinanze avrà l'imbarazzo della scelta. I soci della nostra società scientifica e in particolare i Soci Attivi danno garanzia di essere aggiornati e quindi all'altezza della situazione. Questo non vuol dire che chi non è socio non sappia fare tali cose. Di sicuro i soci SIE dimostrano di tenersi aggiornati e gli Attivi hanno superato una specie di esame per poter meritare questa qualifica. Detto questo, la saluto e le faccio i miei più sinceri auguri. Dr. Arnaldo Castellucci
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Arnaldo Castellucci
Firenze (FI)
Consulente di Dentisti Italia