Domanda di Devitalizzazione

Risposte pubblicate: 16

I forti dolori, la carie e l'infezione sono stati causati dal cotone dimenticato nel dente?

Scritto da giada / Pubblicato il
Buongiorno, mi hanno devitalizzato un dente nell'agosto 2006 e a maggio di quest'anno mi sono rivolta ad un dentista diverso, a causa di forti dolori allo stesso dente. Il nuovo dentista mi ha effettuato una radiografia dalla quale non si evinceva nulla di strano. All'apertura del dente devitalizzato invece, ha trovato del cotone dimenticato da anni dentro il dente stesso. Lo ha rimosso e, nel procedere alla pulizia dei canali si è accorto che il materiale con cui mi era stato devitalizzato il dente era cemento di tipo N2. Il forte dolore è scomparso solo dopo ripetute sedute di pulizia dei canali (l'alternativa prospettatami era la rimozione del dente, visto che il dolore era forte e persistente). Lo stesso dente presentava un'infezione ed una carie sotto la devitalizzazione. si è proceduto, dopo opportuna pulizia ad una nuova e corretta devitalizzazione. Ora mi chiedo se i forti dolori, la carie e l'infezione siano stati causati dal cotone dimenticato nel dente e/o dal tipo di materiale utilizzato. Ringrazio per l'attenzione. Giada
Gentile Sig.ra Giada, francamente dimenticare cotone in cavità mi sembra strano. Si è provveduto ad una ricostruzione definitiva del dente su cotone? Come costruire una casa sulle sabbie mobili! Sul N2 non ho esperienza, mai usato. Ma è la tecnica che mi lascia perplesso. Nel canale cera solo cemento? In endodonzia il cemento viene usato solo per sporcare il cono di guttaperca, serve a sigillare meglio il canale. E la guttaperca calda che chiude i canali. Insomma è tutta la tecnica endodontica che non è corretta. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Giada, si tranquillizzi. E' probabile che ci sia stata una non perfetta devitalizzazione del dente che le ha causato il problema della infezione e sintomatologia annessa indipendentemente dalla presenza o meno di una pallina di cotone. Il dente, mi pare di capire, è stato ritrattato con successo e la sintomatologia sta regredendo. Si attenga alle istruzioni del suo dentista che la sta curando bene. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Signora Giada, l'N2 è un materiale che si usa per la medicazione dopo una pulpotomia, in genere d'urgenza! Probabile quindi che lei fosse andata dal Dentista nell'Agosto 2006 con un forte dolore e sintomi di pulpite acuta e che il Dentista non avendo tempo di fare una terapia endocanalare e finirla, abbia optato per occuparsi solo dell'urgenza! Poi sa cosa sia avvenuto dopo non lo posso certo sapere io che non conosco clinicamente ed anamnesticamente niente di lei! Non co racconta infatti cosa sia successo dopo questa prima medicazione dell'Agosto 2006! Passa poi direttamente al maggio di quest'anno, dopo ben 5 anni di cui non si sa nulla, non ci dice nulla e mi sembra strano che li abbia vissuti tutti con un dolore insopportabilmente forte senza provvedere a farsi almeno visitare da un Dentista! Non capisco neanche le ripetute sedute endodontiche fatte a maggio. Non capisco cosa intenda per carie sotto una devitalizzazione! E soprattutto non capisco cosa voglia ottenere, visto che ora la terapia endodontica viene definita perfetta e quindi , presumo, che il dolore non ci sia più e sia tutto risolto!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Gnatologia, Implantologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Salve Giada, I materiali utilizzati per la chiusura di un dente sono stati e sempre saranno di diverso tipo e funzione. Tralasciando la possibilità o meno di individuarne uno (ho dei dubbi in tal senso), sento parlare di una devitalizzazione fatta nel 2006 e non di una corona a protezione del dente. Il vero problema che oggi si riscontra sempre più frequentemente e' proprio questo: l'assenza di una ricostruzione adeguata e corona che garantisca una prognosi più lunga possibile. Che sia stato il cotone a distanza di 5 anni e' improbabile.. Più facile invece che sia stata una carie secondaria determinata da una ricostruzione non finalizzata con una corona. Cordialmente.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gianluigi Renda
Castrovillari (CS)

Anche a me è capitato di trovare un caso come il suo. Dissi al paziente che si trattava forse di una leggerezza, una dimenticanza del collega che aveva eseguito il trattamento. Il paziente tornò dal dentista a riferire quanto successo, che mi fece una telefonata di fuoco dicendo che avrei dovuto minimizzare la cosa, "coprendolo". Se il suo dente adesso è chiuso correttamente ed è asintomatico, stia pure tranquillo. Se invece vuole avere nozioni per intentare azioni di tipo medico legali, deve rivolgersi ad un medico legale. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Sig. Giada, dia il numero di telefono del dentista che la curò nel 2006 al nuovo odontoiatra, chiedendo di contattarlo per fornire spiegazioni. Le dico questo, perchè alcuni pazienti non portano a termine le cure, poi dopo anni si rivolgono a un altro professionista che impreca ingiustamente verso il collega.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentma Sigra Giada, quel che dice il Collega Dr Ruffoni è capitato a me. Non più di sei mesi fa, giunge alla mia attenzione, per la prima volta, un paziente che lamentava dolore ad un molare superiore. Aperto il dente trovo del cotone, la cosa ovviamente mi lascia molto perplesso per cui indago e vengo a scoprire che aveva interrotto la cura. Ripulisco i canali e medico il dente: sono sei mesi che non vedo il paziente. Chi sarà il collega che troverà il "mio cotone medicato" nel dente di quel signore? Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Cosimo Coscia
Collegno (TO)

Gentile paziente, non credo che un pò di innocuo cotone possa averli provocato tutto ciò, piuttosto il problema è attribuibile ad una mancata devitalizzazione dello stesso elemento in questione. Cordiali saluti Dr. Tommaso Giancane

Scritto da Dott. Tommaso Giancane
Noci (BA)
Consulente di Dentisti Italia

I dolori sono conseguenza dell'infezione presente una devitalizzazione corretta non prevede di mantenere il cotone in cavità, cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

L'n2 veniva usato tanto anni fa ( come la pasta iodoformica o altro) anche come terapia definitiva ma interferisce con la polimerizzazione del composito cosi' una pallina di cotone, probabilmente, e' stata messa per non mettere in contatto i due materiali. Non avendo un sigillo tridimensionale, quando una carie ha fatto entrare i batteri, ha reinnescato l'infezione; però, dopo 5 anni cosa si può' dire?

Scritto da Dott. Giovanni Vergiati
Fornovo di Taro (PR)