Domanda di Devitalizzazione

Risposte pubblicate: 15

Vorrei avere se è possibile un vostro parere sui denti devitalizzati

Scritto da Monica / Pubblicato il
Salve, vorrei avere se è possibile un vostro parere sui denti devitalizzati. Ho letto che secondo alcuni studiosi (W.Price, Lorenzo Acerra ed altri..)i denti devitalizzati, soprattutto quelli di lunga data 10/20 anni, sono portatori di malattie, in quanto nel dente devitalizzato si annidano batteri che nessuna cura canalare riesce a sigillare. Ecco perchè poi "secondo loro" escono granulomi, cisti, riduzione ossea, ecc...aggiungendo a tutto ciò che possono essere la causa di tanti problemi di salute. Ci sono tante testimonianze portate da loro che sostengono questa tesi. Allora se è realmente così che facciamo? Cordiali Saluti a tutti.
Gentile Monica, non riesco a capire dove abbia potuto reperire tali tipi di informazioni sicuramente non veritiere e che possono generare molta confusione e timore nelle persone non addette ai lavori. Le posso assicurare con assoluta tranquillità e senza timore di essere in alcun modo smentito che un dente devitalizzato correttamente non può essere veicolo di infezione. I granulomi cui lei accenna sono tutt'altra cosa e su questo tema già ci siamo soffermati tantissime volte che non credo sia il caso di parlarne ulteriormente. Stia tranquilla e per qualsiasi altro dubbio le consiglio di parlarne con il suo dentista che sicuramente le potrà dare spiegazioni sull'argomento. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Monica, la terapia canalare se correttamente eseguita non dovrebbe comportare l'insorgenza di patologie a livello apicale anche perchè in ogni caso un'eventuale non totale asepsi viene dominata dalle difese naturali dell'organismo e, comunque, già seppure 10 anni, sono un tempo di sopravvivenza del dente per cui il gioco vale la candela. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Io ho letto da qualche parte in una ricerca, che tipizzandoli col dna, hanno trovato gli stessi germi della tasca parodontale e del granuloma nell'endotelio delle placche di chi ha avuto ictus e infarto. La sua domanda è molto interessante..

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Dente con gravi patologie periapicali e Parodontali curato oltre 25 anni fa ed ancora in piena salute in bocca. Da casistica del Dr. Gustavo Petti di Cagliari
Cara Signora Monica, lasci queste "disquisizione" a noi Medici Specialisti ed Odontoiatri. Un conto è dire che un Dente Devitalizzato o non devitalizzato, si dice vivo e non vitale o vivo e vitale che sviluppano per infezione una osteilisi periapicale, ossia una parodontite apicale o un granuloma o una cisti, possono essere pericolosi per la salute generale ed un conto è dire che tutti o la maggior parte dei denti curati endodonticamente creano queste patologie. Nel primo caso è vero, tutte queste patologie sono pericolose anche per l'organismo, potendo essere causa di malattie focali di organi a distanza, importanti, come cuore, rene, etc.(una malattia focale, per definizione medica, è una infezione a distanza di organi importanti sostenuta da una infezione in cavità del corpo umano comunicanti con l'esterno), tra queste la bocca, quindi i granulomi e le tasche parodontali=Parodontite (sono le cause più frequenti); ecco perchè è importante che queste patologie vengano curate proprio con le cure endodontiche! NEL SECONDO CASO, non è assolutamente vero! Una cura endocanalare ben fatta e con un sigillo apicale ben fatto, non può dare origine a queste patologie! Concettualmente i microbi presenti nella radice inviano fuori nell'osso le loro tossine a cui l'organismo risponde con la formazione cistica o granulomatosa per arginare l'infezione stessa e difendersi, tolti i microbi con la terapia nuova endodontica per via ortograda (normale ) o retrograda (chirurgica) le tossine non vengono più emesse e la zona di osteolisi (lisi dell'osso) scompare con rigenerazione dell'osso stesso.Poi le cause della formazione delle cisti possono essere dovute ad altri eventi, per esempio altre cause intervengono nella formazione di osteolisi periapicali come granulomi e cisti (in senso lato e solo per chiarezza comprensibile per lei), cause che sono non iatrogene come la presenza di residui epiteliali del Malassez, rete cellulare embrionale deputata alla formazione di cementoblasti che formano a loro volta le cellule del cemento della radice. Queste cellule delle Malassez prendono origine dalla guaina di Hertwig e stabilisce il limite inferiore dell'organo dello smalto e della futura corona del dente, tra i due si forma la zona del colletto. Da queste cellule possono prendere origine le cisti o più in senso lato le zone di osteolisi periapicale. Come vede Lei non ha la cultura odontoiatrica adatta (giustamente, non essendo Dentista) a comprendere queste patologie. Mi lasci dire che sono "dichiarazioni mendaci" quelle da lei trovate nella "rete" e nella "rete del Web" si trova di tutto. E' pericoloso quindi per i non addetti "ai lavori" fare ricerche su argomenti che non possono comprendere! Stia tranquilla e ne parli col suo Dentista! Le potrei portare casistica completa di Denti curati endodonticamente 34 anni fa e perfettamente sani in bocca, a tutt'oggi! cordialmente suo Gustavo Petti Gnatologo e Parodontologo, Implantologo e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Cara signora, la cosa da fare, sempre necessaria in campo medico, è paragonare l'ipotesi diagnostica e terapeutica alle alternative disponibili. Il risultato potrà non essere il migliore in assoluto, ma quando il trattamento dà un risultato migliore di quello che si avrebbe avuto lasciando le cose come stanno, beh allora sinceramente non so cosa pretendere di più. Comunque non si fidi di tutto quanto trova in rete, la mancanza di contraddittorio, porta a reperire tutto e il contrario di tutto. Dei dati come quelli che lei riporta sono facilmente riscontrabili in terapie male eseguite o recidivanti, e non rappresentano certo un campione affidabile. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Sig Monica, lo studio è interessante, ma attualmente non applicabile con cure alternative non invasive, verso chi si è già sottoposto a queste cure. Lei chiede:se è realmente così che facciamo? La risposta è la prevenzione che evita completamente i trattamenti canalari.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile Sig.ra Monica, è vero che è impossibile sterilizzare l'endodonto, ma la carica batterica può essere abbattuta di molto. Poi il formarsi di un granuloma o altre patologie è dovuto ad un cattivo sigillo apicale. Insomma se l'apice è ben chiuso gli eventuali batteri non possono andare oltre e provocare danni. Nel 99% dei casi i problemi insorgono perché vi è stato un errore o il dentista usa ancora tecniche vecchie e superate. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Dopo 10 o 20 anni credo che non si possa parlare d'insuccesso endodontico; se si ha una reazione apicale dopo tutto questo tempo si ritratta il dente, importante è la prevenzione con controlli periodici ...l'endodonzia ben fatta ha curato e salvato dalla pinza tanti denti senza uccidere nessuno!

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Monica, ogni dente trattato endodonticamente ha la sua storia e mi creda se ne dicono tante..Le posso dire che se si sta un pò più attenti nelle sagomature e nelle giuste sigillature non dovrebbe succedere nessuna reazione batterica..Ultimamente da circa un anno prima di sigillare i canali utilizzo l'ozono, posso dire che le reazioni batteriche sono ridotte rispetto ai casi precedenti, si consigli col suo dentista su tale applicazione..SALUTI.

Scritto da Dott. Vincenzo Luccisano
Polistena (RC)

Gentile sig.ra Monica, lo sa qual'è il problema? Il problema è che di una devitalizzazione fatta male si parla per tanto di quel tempo....dimenticandosi di quelle migliaia di devitalizzazioni che hanno risolto tanti problemi!!!!Noi tutti siamo portati a lamentarci delle cose che ci creano problemi mentre dimentichiamo SEMPRE di parlare delle cose positive !!!! Così capita che ogni tanto si sveglia qualcuno la mattina e grida da internet "toglietevi i denti devitalizzati, fanno venire le malattie !!! toglietevi l'amalgama fa venire i tumori!!! ecc..ecc.. E' il destino di noi poveri medici e odontoiatri.....pazienza
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Antimo Perfetto
Sant'Antimo (NA)