Domanda di Devitalizzazione

Risposte pubblicate: 11

Con l'ozonoterapia o altra tecnica e' possibile evitare una devitalizzazione con inserimento del perno....

Scritto da Paolo / Pubblicato il
Vorrei sapere se con l'ozonoterapia o altra tecnica è possibile evitare una devitalizzazione con inserimento del perno che mi spaventa tantissimo, anche per le possibili complicanze future (necessita di sostituire la capsula, infezioni varie, danneggiamento della radice). Un dentista mi ha detto che dalla lastra del dente la carie sembra arrivata alla polpa ma non avvertendo quasi alcun fastidio, può darsi che sia più limitata?
Il fatto che il dente sia asintomatico non vuol dire necessariamente che sia un aspetto positivo, anzi talvolta il nervo è già andato in necrosi. Una terapia canalare non è da vedere come un fatto drammatico, è una terapia conservativa se ben eseguita. La prognosi di denti devitali con restauri protesici è paragonabile a quella di elementi dentali vitali con grandi restauri.

Scritto da Dott. Andrea Lorini
Firenze (FI)

Non credo che la carie sia più limitata giacchè il suo odontoiatra correttamente ha eseguito una rx. Pertanto, il dente va trattato endodonticamente e non ci saranno ulteriori problemi benchè lei è alquanto preoccupato. E' opportuno controllare la congruità dei canali devitalizzati attraverso rvg per poter stare tranquillo nel tempo anche se non al 100% (cosi e riportato in letteratura). Vorrei precisare che, dopo la terapia canalare, sarebbe opportuno proteggere detto dente con una corona. Distinti saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Francesco Inchingolo
Barletta (BA)

Nel suo caso l'ozono terapia non ha alcun effetto. Purtroppo dovrà sottoporsi ad una cura canalare come le ha consigliato il suo dentista

Scritto da Prof. Francesco Scarpelli
GORIZIA (GO)

Concordo con il dr. lorini. Saluti

Scritto da Dott. Pietro Convertino
Alberobello (BA)

Sig. Paolo, quello che le ha consigliato il suo curante, dopo rx, è la cura per il suo dente. L'ozono non credo faccia al caso suo. Saluti

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Se il dente non ha mai avuto sintomi i casi sono due. O, come dicevano i colleghi è in necrosi, ed allora va per forza devitalizzato. Oppure si tratta di una carie profonda dove però la polpa è ancora indenne e non troppo colonizzata da batteri. In questo secondo caso, l'ozono può contribuire in modo molto efficace ad evitare la devitalizzazione. Si opera in pratica una sorta di incappucciamento pulpare indiretto.. Questa tecnica però non è detto che riesca matematicamente, ma se davvero i sintomi sono assenti, la probabilità è elevata. Per distinguere in quale situazione siamo, basta un semplice test di vitalità pulpare, con ghiaccio o con test elettrico.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Paolo, non capisco a che pro ti è stata proposta un ozonoterapia, comunque inefficace nel tuo caso, se il dentista gia sa di dover mettere un perno. Il dente deve essere per forza devitalizzato se nelle radici vuoi mettere qualcosa. La devitalizzazione infatti, asporta la polpa, necrotica appunto, e riempie i canali radicolari con cementi sigillanti. Dopo di che si preparano per effettuare i lavori di protesi. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Andrea Giglio
Roma (RM)

Sig. Micheli, non so chi le ha consigliato l'ozono teapia per una carie così avanzata, se il dentista che ha visionato la radiografia, ha fatto questa diagnosi, chi siamo noi per confutarla? Distinti saluti

Scritto da Dott. Maurizio Serafini
Chieti (CH)

Sig. Paolo, NO l'ozono terapia non è indicata al suo caso.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Come espresso più volte nel forum, se un professionista ha formulato una diagnosi basandosi su quanto di strumentale è possibile utilizzare, come posso io, che non "vedo" che le sue parole, fare meglio del collega? Ci vorrebbero doti divinatorie. Si fidi del suo dentista, altrimenti lo cambi. Cordialmente.

Scritto da Dott. Giuseppe Scandale
Roseto degli Abruzzi (TE)