Domanda di Devitalizzazione

Risposte pubblicate: 12

Il granuloma si presenta SEMPRE in seguito a devitalizzazione?

Scritto da Rita / Pubblicato il
Buongiorno a tutti! Recentemente mi sono stati devitalizzati due denti attigui a causa di una carie interstiziale molto profonda che era stata trattata già precedentemente. I due denti erano necrotici. Ho letto e sentito che i denti devitalizzati possono provocare granulomi. Io mi fido del mio dentista, ma sono terrorizzata da questa possibilità anche perché mio padre in seguito a granuloma ha dovuto estrarre un dente. Ma il granuloma si presenta SEMPRE in seguito a devitalizzazione? Dopo quanto tempo? Chiedo scusa ma soffro con i denti fin da piccola e non vorrei trovarmi troppo presto senza denti... Grazie a chi risponderà. Cordiali saluti.
Gentile Rita, il granuloma non è la conseguenza di una devitalizzazione ma di una necrosi pulpare che raggiunta l'apice radicolare si diffonde al parodonto. Quindi in questi casi è necessario procedere alla devitalizzazione del dente. Non è necessario estrarre un dente poichè il granuloma si risolve spontaneamente se la devitalizzazione viene eseguita in maniera corretta. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Signora Rita, i denti devitalizzati (meglio dire vivi e non vitali), non sono causa di granulomi. I granulomi sono causati da una necrosi pulpare oppure possono partire come le cisti da residui epiteliali del Malassez, rete cellulare embrionale deputata alla formazione di cementoblasti che formano a loro volta le cellule del cemento della radice. Queste cellule delle Malassez prendono origine dalla guaina di Hertwig e stabilisce il limite inferiore dell'organo dello smalto e della futura corona del dente,tra i due si forma la zona del colletto. Da queste cellule possono prendere origine le cisti o più in senso lato le zone di osteolisi periapicale. Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

La devitalizzazione se ben eseguita non genera un granuloma, anzi spesso si pratica proprio per curarli!

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Il granuloma periapicale, gentile sig.ra Rita, è un infezione cronica che interessa appunto i tessuti circostanti l'apice della radice dentaria, e si presenta come conseguenza di una necrosi pulpare (cioè la polpa dentaria, in seguito a carie e sintomi non considerati, va in putrefazione e i batteri responsabili di questo processo si diffondono al parodonto causando un granuloma). Detto ciò, il dente devitalizzato correttamente, non deve dare origine a nessun granuloma, anzi, al limite, se presente, risolverlo. Se insorge un granuloma dopo un trattamento endodontico, e comunque ci vogliono diversi mesi, significa che la devitalizzazione non è stata eseguita correttamente (ad esempio sono stati lasciati frammenti di polpa necrotica nei canali che, nel tempo, hanno causato appunto un granuloma). Se il collega devitalizza il dente correttamente, non si formerà nessun granuloma.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Gentma signora, il granuloma è espressione della necrosi della polpa dentaria. Partendo da qui l'infezione raggiunge il parodonto. In questi casi il trattamento del o dei canali radicolari è d'obbligo e in una elevatissima percentuale di casi,se ben eseguito,risolve il problema. Cordialmente.

Scritto da Dott. Cosimo Coscia
Collegno (TO)

Gentile Sig. ra Rita, se dopo una devitalizzazione si forma un granuloma vuol dire che non si è correttamente deterso, pulito e disinfettato il sistema endodontico e poi eseguita una corretta ricostruzione del moncone (praticamente in questo caso il dente si reinfetta). In effetti la devitalizzazione di un dente necrotico deve guarire un granuloma. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Rita, la periodontite periapicale cronica, detta volgarmente granuloma, può colpire i denti non vitali, ma non obbligatoriamente i denti non vitali presentano periodontite. Per rischiare di trovarsi senza denti, basta recarsi puntualmente alla visita semestrale.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile Rita, il dente devitalizzato -NON- deve esitare, se le cure endodontiche sono state eseguite secondo protocolli corretti, in infezione con formazione secondaria di granuloma. La sterilizzazione del/dei canali radicolari trattati endodonticamente è un fattore essenziale, assieme ad una corretta otturazione canalare, affinchè non compaiano insuccessi. Di sicuro il suo dentista si sarà prodigato con scienza e coscienza affinchè ciò non debba accadere. E' tuttavia possibile che, vista la complessità della materia, talvolta ciò si verifichi ma, rispondendo così alla sua domanda, questa NON è la regola, deve essere considerata l'eccezione. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giuseppe Quarta
Parma (PR)

Gentile sig.ra Rita ma se Lei si fida del suo dentista perchè tali domande non le rivolge a lui?? invece che a un gruppo di sconosciuti..........Si fidi, si fidi..... Buonasera

Scritto da Dott. Antimo Perfetto
Sant'Antimo (NA)

Gentile Rita, i granulomi si formano per attività batterica residua all'interno di un dente devitalizzato, ma non solo. Per non complicarle troppo il discorso limitiamoci a dire che in un dente necrotico, per quanto sia stato attento il suo ottimo dentista, è più facile che nel tempo compaia un granuloma. Dipende dal fatto che sterilizzare completamente l'interno del dente può non essere facile specie in presenza di una forma del dente (di una anatomia) particolarmente complicata. Comunque non è detto che si formino e se dovessero comparire potrebbe essere tra molti anni: decenni. Una radiografia ogni due/tre anni potrebbe tenerla informata sullo stato di salute di questi denti. Cordialità.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Michele Caruso
Treviso (TV)
Consulente di Dentisti Italia