Domanda di Devitalizzazione

Risposte pubblicate: 11

Avverto fastidio su un molare ancora vitale a cui mi era stata effettuata una gengivectomia anni fa

Scritto da Francesco / Pubblicato il
A causa di un leggero fastidio che di tanto in tanto avverto su un molare ancora vitale a cui mi era stata effettuata una gengivectomia anni fa, il dentista da cui mi sono recato ha riscontrato una carie secondaria che ha visto non intaccare la polpa, ma si è reso conto che si è creata molta dentina secondaria. Mi ha curato la carie, ma non mi ha devitalizzato il dente. Secondo voi è possibile che la presenza di dentina secondaria e l'esposizione maggiore della radice dovuta alla gengivectomia mi facciano avvertire di tanto in tanto un maggior fastidio (non fa male) senza dover essere obbligato a devitalizzare il dente o bisognerebbe devitalizzarlo? Lo chiedo solo perché tra un mese andrò in vacanza. Io non ci tengo a devitalizzarlo ma vorrei capire se questa reazione è anomala o giustificabile. Grazie a tutti
Caro Signor Francesco, devitalizzare o non devitalizzare un dente non è una scelta fatta così, tirando in aria una moneta. Ma è conseguenza di scelte cliniche e diagnostiche ben precise che il Dentista fa visitandola. Poichè non posso visitarla via web, faccia queste domande al suo Dentista, è la cosa più logica ed intelligente, non le pare? In ogni caso:La diagnosi si basa su prove termiche oltra che ad altre manovre.Le prove termiche si fanno con il caldo e con il freddo, esistono liquidi che spruzzati su un batuffolino di cotone con cui toccare il dente abbassano la temperatura improvvisamente da 37° a -4° e le garantisco che se c'è patologia pulpare, si scopre, dente risponde con un dolore immediato: 1- se dura qualche secondo l processo è reversibile e si aspetta, 2- se dura molti minuti, il dente è in Pulpite e bisogna devitalizzarlo subito. 3- Se non risponde al dolore vuol dire che il dente è in necrosi, è morto per infezione e bisogna devitalizzarlo in un modo particolare subito sotto protezione antibiotica! 4- Se non risponde al freddo ma risponde allo stimolo con "guttaperca" molto calda, allora significa che il dente è in necrosi, ma non completa, qualche zona di polpa vicino all'apice è ancora vitale (si chiama sintomatologia radicolare della polpa) e il dente va devitalizzato. Il principio biologico è questo: il dolore è dovuto semplicemente ad un maggior afflusso di sangue nel dente tramite l'arteria che lo porta, dovuto ad un meccanismo di difesa nei confronti dello stimolo irritativo, questo maggior afflusso causa una pressione dentro il dente che è inespandibile e comprime le terminazioni nervose causando dolore esacerbato dallo stringere i denti o dal "picchiettarvi sopra" o dagli stimoli termici, in questo Sinvece il danno causato dalle tossine dei microbi continua si ha una alterazione della vena che fa uscire il sangue dal dente e succede che il sangue arriva con l'arteria e non esce più con la vena danneggiata, si ha pressione che può anche scatenare dolori forti o essere talmente leggera da non causare dolori in questo caso anche molto lenta, le cellule della polpa del dente, arterie, vene, linfatici e tessuto nervoso, muoiono= necrosi Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile sig. Francesco, la devitalizzazione di un dente è una terapia che viene effettuata dopo un attenta diagnosi. Se il suo specialista ha fatto le valutazioni del suo caso e ha deciso di non devitalizzarlo evidentemente ci sono i presupposti perché questa non venga effettuata.

Scritto da Dott. Antonino Ruggirello
Palermo (PA)

Gentile Francesco, se non ci sono sensazioni di dolore agli stimolo termici non è necessario devitalizzare il dente anche se è opportuno un esame accurato che solo il suo dentista potrà fare. Cordiali saluti e buone vacanze

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile Francesco, se il dente deve necessariamente essere devitalizzato lo si può scoprire solo con una visita corredata da indagini come ad esempio rx, test di vitalità che il suo curante sicuramente avrà effettuato per decidere di non devitalizzarlo. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Apprezzo, e lo faccia anche lei, il corretto atteggiamento conservativo del suo dentista; si sottoponga a controlli periodici per monitorare la situazione.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Se il suo dentista ha ritenuto di operare una otturazione, senza effettuare una devitalizzazione, vuole dire che si è sentito di farlo sulla base di molti fattori, clinici e di esperienza. Visto che sembra andare tutto bene tutto depone per una scelta azzeccata e oculata. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentmo Francesco, la devitalizzazione di un dente la si effettua dopo accurati test. Se il suo dentista,dopo averli effettuati, ha ritenuto di non effettuarla è da apprezzare per il operato conservativo. Cordialmente.

Scritto da Dott. Cosimo Coscia
Collegno (TO)

Gentile Sig.re Francesco, devitalizzare o no un dente si decide dopo una rx e i test di vitalità. Non si decide di devitalizzare un dente perché ogni tanto avverte un leggero fastidio. Si fidi del suo dentista che mi pare abbia agito con scienza e coscienza. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Francesco il suo dentista ha optato per una otturazione non ritenendo indispensabile la devitalizzazione e sicuramente le ha fornito tutte le dovute spiegazioni, se ha qualche dubbio al riguardo queste domande deve porle a lui che è al corrente della situazione clinica. Noi non possiamo dirle quale è la terapia più giusta senza sapere nulla della reale situazione. Si fidi del suo dentista. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Piero Puppo
Imperia (IM)

Sig. Francesco, tutti gli odontoiatri conoscono le indicazioni per procedere a una devitalizzazione, che non deve certamente essere dettata dal paziente.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)