Domanda di Devitalizzazione

Risposte pubblicate: 11

Granuloma sotto ad un molare

Scritto da erika / Pubblicato il
Mi sono recata dal mio dentista per sospetto granuloma sotto ad un molare già precedentemente devitalizzato. La panoramica ha confermato i ns. sospetti. Dopo aver tagliato la corona che ricopriva il dente, la dentista ha scoperto che il dente è stato devitalizzato e sono stati inseriti 3 perni (lavoro fatto circa 15/20 anni fa). La ricostruzione del moncone è ancora perfetta (a detta della dentista), la sua perplessità è che essendo rimasto solo un moncone di dente, ed essendo difficile l'estrazione dei perni, il trattamento di devitalizzazione dei canali sarebbe difficile e potrebbe, forse, portare all'estrazione. L'altra soluzione è quella dell'estrazione del dente con conseguente ponte o dente singolo con ponte. Se, in un primo momento - e soprattutto spinta dal male, ero propensa all'estrazione, ora mi chiedo se è la soluzione migliore. Non nascondo la paura per un'estrazione, ma soprattutto per il dolore conseguente. Attendo un vs. parere. Grazie
Si rechi da un collega esperto in endodonzia un professionista è in grado di rimuovere i perni e ritrattare il dente eviti l'estrazione, cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Erika, prima di ricorrere all'estrazione del dente è sempre opportuno verificare la possibilità di un ritrattamento oppure di chirurgia retrograda di chiusura e sigillatura dei canali. Sono procedure che molto spesso risolvono il problema. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Retrograda da casistica del Dr. Gustavo Petti di Cagliari
Legga due post fa, cara Signora Erika, RIMOZIONE CISTI DENTALE, e troverà tutte le informazioni sul granuloma. Per non ripetermi inutilmente. Dico solo: "Che pessima abitudine è quella di non fare una Rx endorale ma di richiedere una panoramica che è imprecisa, deforma le immagine e fa sovrapporre i piani sfumando la visione della realtà". Aggiungo solo che se c'è un perno moncone o un moncone ritenuto da perni, si raggiunge la zona di osteolisi per via chirurgica retrograda e si cura il dente per via retrograda. Le lascio una foto così capisce. MA NON SI ESTRAE il dente e ci mancherebbe anche. Ma è un Dentista, il suo Dentista?Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

la presenza di un granuloma periapicale non è in sè un'indicazione assoluta all'estrazione dell'elemento dentario, la cosa migliore è far valutare la situazione da uno specialista in endodonzia che le potrà indicare i margini di possibilità per ritrattare il suo molare per via ortograda, rimuovendo i perni e ripetendo la terapia canalare, oppure chirurgicamente; la valutazione verrà fatta tenendo in conto criteri parodontali (livelli dei picchi ossei, stato della forcazione), protesici (rapporto corona/radice) e endodontici (presenza di eventuali perforazioni, gradini, ecc.) Provi a chiedere una consulenza specialistica prima di "battezzare" come perso il suo dente; cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Andrea Balocco
Paruzzaro (NO)

Sig.Erika sicuramente ci sono delle incomprensioni tra lei e il suo odontoiatra, perchè un odontoiatra che valuta una RX panoramica non scopre dopo aver tolto una corona protesica che il dente presenta trattamenti canalari e perni endocanalari, ma lo vede alla RX. Controlli se chi opera su di lei, è iscritto all'ordine dei medici e si faccia rilasciare sempre tutto per iscritto diagnosi e cure proposte, poi ci potrà riscrivere con referti alla mano allegando la panoramica, ottenendo chiare, semplici, precise risposte scritte.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Cara Sig.ra Erika, NON si faccia togliere alcun dente, ma cambi dentista. Le diagnosi non si fanno con le radiografie panoramiche ma con le endorali, come le ha appena detto il Dr. Petti. I perni possono essere rimossi in sicurezza. I denti già devitalizzati possono essere ritrattati e se il ritrattamento ortogrado non è possibile per mille motivi, si esegue il ritrattamento chirurgico, ovverosia apicectomia con otturazione retrograda dei canali radicolari. Visiti il sito della Società Italiana di Endodonzia www.endodonzia.it e cerchi un Socio Attivo a lei vicino. Meglio se fornito di microscopio operatorio. Cari saluti e auguri. Dr. Arnaldo Castellucci
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Arnaldo Castellucci
Firenze (FI)
Consulente di Dentisti Italia

Gentilen sig.ra Erika, il problema sta nella profondità dei perni, cioè quanto si presentano nella struttura delle radici. Molto spesso questi perni sono avvitati e superficiali, questo lo dice la rx. In questo caso si possono estrarre facilmente mediante ultrasuoni e si possono estrarre con una normale pinzetta. Si può quindi ritrattare il dente in modo normale, sempre sotto diga. Cordiali saluti

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Di Palermo
Carini (PA)
Consulente di Dentisti Italia

La prima cosa da fare se c'è un sintomo è tentare il ritrattamento per via ortograda. Se riesce, bene. Se non riesce allora si tenta la via chirurgica o retrograda. E' l'operazione col più alto tasso di recidive in odontoiatria, al fallimento eventuale della quale viene presa in considerazione l'estrazione del dente, e la sua sostituzione con la metodica che il dentista considera come la migliore possibile. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Erika, il da farsi potrà stabilirlo solo il suo dentista che conosce il caso. Non abbia timore per il dolore in quanto oggi in odontoiatria tutte le prestazioni vengono eseguite in assoluta assenza di dolore. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Bisogna tentare di recuperare il dente sia cercando di fare il ritrattamento sia con un'apicectomia.La sua dentista le ha giustamente prospettato che entrambe le cose non sono di semplicissima esecuzione nel suo caso specifico.

Scritto da Dott. Giuseppe Barassi
Torremaggiore (FG)