Domanda di Devitalizzazione

Risposte pubblicate: 14

I molari da devitalizzare sono 'rotti' al di sotto del solco gengivale

Scritto da Giulia / Pubblicato il
Devo effettuare la devitalizzazione di due molari inferiori. Inizierò il trattamento tra qualche giorno. Uno dei 2 denti è attualmente un pò dolorante, mi da fastidio durante la masticazione. Comunque, quello che volevo chiedere è questo. Ho fatto un'ortopanoramica, e tramite quella è stata decisa la devitalizzazione, a seguito di visita odontoiatrica, dal momento che ho anche dovuto otturare un molare superiore leggermente cariato. Il mio dilemma è questo. I molari da devitalizzare, causa carie profonda, sono "rotti" al di sotto del solco gengivale. Mi chiedevo in quale maniera sarà mai possibile procedere con la ricostruzione successivamente alla devitalizzazione? Inoltre, la prima seduta in genere cosa prevede? E' necessario incapsulare il molare una volta devitalizzato? Grazie!
Gentile Giulia, se un molare è fratturato leggermente sotto gengiva si può recuperare con un piccolo intervento di chirurgia orale di allungamento di corona clinica ed inoltre una volta devitalizzato deve essere incapsulato per evitare fratture successive. Per quanto riguarda la procedura è una domanda che deve rivolgere al suo dentista poichè esistono svariate tecniche e ognuno si regola come crede anche in considerazione e valutazione delle condizioni locali. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

La ricostruzione,dopo la terapia endodontica,in questi casi si fa con l'allungamento della corona clinica...dopo tutti questi "sforzi" per salvarle i molari credo sia consigliabile protesizzarli con delle corone per scongiurare la loro probabile frattura.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

allungamento della corona clinica proprio nel caso di una carie e di una otturazione con gengivectomia palatale e lembo riposizionato apicalmente con osteotomia osteioplastica vestibolare. Da casistica del Dr. Gustavo Petti Parodontologo in Cagliari
Cara Signora Giulia, anzitutto la panoramica non serve, servono delle Rx endorali che sono più precise e dettagliate e non deformano dilatandola, l'immagine. Poi se il dente è leso sotto gengiva esistono dei piccoli e tranquilli interventi di parodontologia per allungare la corona clinica del dente, in parole povere per portare fuori tutta la parte distrutta del dente in modo che la gengiva si attacchi al dente e non all'otturazione o manufatto protesico perchè, essendo artificiali, non potrebbe attaccarsi, ma si formerebbe una tasca parodontale iatrogena (una zona di scollamento) che una volta creatasi, per azione dei microbi, potrebbe approfondirsi, se non diagnosticata e curata chirurgicamente parodontalmente e coinvolgere l'osso alla velocità di circa 1/2 mm l'anno, quindi causando patologia parodontale seria in pochi anni! Legga sul mio profilo le seguenti pubblicazioni e le lascio una foto di un allungamento della corona clinica proprio nel caso di una carie e di una otturazione.:"La chirurgia parodontale estetica Introduzione Divulgativa alla Chirurgia Estetica Parodontale"...POI..." Lembo riposizionato apicalmente con colla di fibrina per la terapia di una frattura coronale linguale estesa sotto gengiva e sotto il margine osseo (classe IV di Ingle) di un elemento dentale 4.7"...POI "Restaurazione protesica di un elemento dentale, fratturato, recuperato con un piccolo intervento parodontale"...POI..."Restauro conservativo di un elemento dentale recuperato con intervento parodontale gengivale e osseo" ed ancora "Riabilitazione Orale Parodontale e Protesica Completa, in un Caso Complesso di Compromissione Grave Parodontale ossea, conservativa, endodontica, protesica in presenza di insufficienza di gengiva aderente."....e ce ne sono tanti altri..... INFINE restaurato così il dente si può procedere a costruire una corona in lega aurea ceramica o in zirconio ceramica a regola d'arte......LA LASCIO UNA FOTO . Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Giulia, la ricostruzione dei denti "rotti" al di sotto del solco gengivale viene effettuata con un piccolo intervento di allungamento della corona clinica e di norma i denti devitalizzati vanno incapsulati al fine di proteggerli dalle forze masticatorie che in essi si vanno a scaricare. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Cara Giulia, niente di drammatico in quello che devi affrontare, perché anche se un dente presenta una carie profonda anche al margine del colletto si può ricostruire (prima della devitalizzazione), con una procedura che si chiama "build -up" e che consiste nel ricostruire il margine, in modo da poter applicare la diga di gomma, presidio indispensabile per procedere correttamente e non fare fuoriuscire i liquidi disinfettanti dal dente durante le manovre di devitalizzazione. La prima seduta dovrebbe prevedere una igiene orale profonda, la seconda l'individuazione del come eseguire il build up e poi il reperimento del canali. Tutto questo si fa in anestesia, e deve portare a un miglioramento globale delle tue condizioni. Si procede dal dente più seriamente danneggiato, visto che sono due. Non è poi obbligatorio incapsulare un dente devitalizzato, tuttavia è necessario valutare l'occlusione e quanto tessuto dentale rimane, perché ricorda che il dente sviluppa una certa forza masticatoria ed sviluppa movimenti in laterialità e in verticale. Se l'otturazione è poi troppo ampia e le pareti residue sottili, come spesso vedo, si può realizzare l'apertura a fiore del dente, cosa che porta direttamente eall'estrazione. Quindi, attenzione alla ricostruzione, ma anche il sigillo apicale sia buono e il dente asintomatico, tanti auguri dr. Maria Grazia di Palermo odontostomatologo Carini PA
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Di Palermo
Carini (PA)
Consulente di Dentisti Italia

E' buona norma ricoprire con una capsula i denti devitalizzati. Se il bordo della frattura e sotto gengiva si può precedere con un allungamento di corona clinica. Può documentarsi con questo articolo: www.dentisti-italia.it/dentista/endodonzia/538_ricopertura-dente.html

Scritto da Dott. Luca Boschini
Rimini (RN)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile signora Giulia, Nel caso di un molare così danneggiato la classica terapia di allungamento corona clinica +devitalizzazione + perno moncone+ capsula è , a mio parere, obsoleta, ha margini ampi di imprevedibilità ed è quindi antieconomica. E' molto meglio da un punto di vista terapeutico ed economico l'estrazione dell'elemento con impianto endosseo e capsula. Cordiali saluti Dott Ignazio Russo Roma

Scritto da Dott. Ignazio Russo
Roma (RM)

Signora Giulia, non mi dilungo su spiegazioni che sono già state abbondantemente illustrate dai colleghi,mi permetto solo di consigliarle di affidarsi alle cure di un dentista che risolverà i suoi problemi recuperando in modo brillanti i "suoi denti rotti"applicando tutte quelle metodiche necessarie per ottenere un risultato eccellente. Saluti.

Scritto da Dott. Piero Puppo
Imperia (IM)

Gentile paziente, in questi casi, se il dente in questione è affidabile, si esegue un allungamento di corona clinica in modo da poter ricostruire adeguatamente la porzione fratturata del dente, con almeno un mm di dente sano emergente dalla gengiva. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Giuseppe Murruni
Giussano (MB)

Gentilem Sig.ra Giulia, come le hanno già abbondantemente detto i miei colleghi che le hanno già risposto, lei dovrà subire un intervento di "allungamento di corona clinica" in modo da esporre fuori dalla gengiva il tessuto dentale sano su cui prima si ancorerà l'uncino della diga di gomma e poi si appoggeranno i margini del suo restauro che dovrà essere una corona per proteggere il dente da future fratture. Un consiglio. Si ricordi che la devitalizzazione che le faranno dopo l'intervento alla gengiva DEVE essere fatto dopo aver isolato il dente con la DIGA DI GOMMA. Se il suo dentista non la usa, lei si alzi e cambi dentista, perché chi lavora senza diga mette a SERIO rischio la vita dei pazienti. Posso farle vedere la radiografia di un paziente morto anni fa per avere ingoiato uno strumento usato durante la devitalizzazione: il "collega" non stava usando la DIGA!!! Cari saluti e auguri. P.S. Lasci perdere quelli che le consigliano l'estrazione e l'impianto. Chieda a queste persone se in bocca loro preferirebbero salvare un loro dente anche distrutto o se accetterebbero l'impianto. Conosco la risposta che darebbero in oltre il 90 % dei casi. Dr. Arnaldo Castellucci
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Arnaldo Castellucci
Firenze (FI)
Consulente di Dentisti Italia