Domanda di Devitalizzazione

Risposte pubblicate: 14

Quando è veramente necessaria la devitalizzazione?

Scritto da Damiano / Pubblicato il
Salve a tutti, faccio una domanda semplice e generale: Si legge (per esempio da wikipedia) che la devitalizzazione è necessaria quando è interessata la polpa. Quindi ne deduco che se la polpa non è intaccata da nulla (è sana, non c'è nessun dolore, il dente è vitale etc..etc..) la devitalizzazione non sia necessaria. D'altronde però questa pratica è facile che diventi per il dentista "la soluzione di tutti i mali", un po' come lo era un tempo togliere il dente, e che quindi ci sia un certo abuso di questa procedura, economicamente e biologicamente onerosa per il paziente. Credo sia utile quindi fare chiarezza su quali siano i limiti strettamente necessari di reale insostituibilità della cura canalare, precisando le "eccezioni" alla regola generale suddetta di interessamento diretto della polpa. A voi esperti la parola.... Grazie e cordiali saluti.
Dovremo rispondere con un trattato ma cercando in sintesi di frugare i suoi dubbi si devitalizzano i denti con patologie che hanno coinvolto la camera pulpare e gli elementi che devono essere ricostruiti e per la completa distruzione dello smalto non possono esserlo per mancanza di "ancoraggio" della ricostruzione come pure gli elementi dentari che devono essere protesizzati e per la preparazione ci si avvicinerebbe troppo alla camera pulpare con sofferenza dentale, direi che come in tutti i trattamenti il professionista deve con scienza e coscienza evitare di devitalizzare denti che non lo necessitino e a parte le rare eccezioni questo avviene.. cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Damiano, il dentista professionista conosce benissimo il momento in cui è necessario procedere con scienza e coscienza alla devitalizzazione dei denti e certamente non ne abusa. Non porti delle domande che esulano dalla tue competenze. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Credo che nessuno di noi si "diverta" a devitalizzare denti che non necessitino di tale terapia! Ogni prestazione viene erogata dopo il consenso del paziente e dopo una adeguata documentazione clinica e strumentale.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Signor Damiano... mi dispiace risponderle così, ma devo per la Professionalità mia e dei miei Colleghi!!!! ....ci vada piano con i suoi ragionamenti sul perchè un Dentista devitalizzi un dente... le sembrerà banalissimo, ma Egli, devitalizza quando deve devitalizzare ...se vuol sapere il perchè, si iscriva in Odontoiatria, studi per 6 anni , si laurei e lo saprà! Un dente devitalizzato è in ogni caso un dente VIVO e non vitale, quello naturale è VIVO e vitale!.....................ne ho sentite tante di domande ...ma che si debba fare un corso di Clinica Odontoiatrica di sei anni in due righe, via web ad una persona che non sta soffrendo e pone la domanda solo per sua curiosità...beh...è veramente assurdo...!!!!....scusi se mi sono "scaldato"...ma quando uno se le cerca..................Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Damiano, mi associo alla risposta dei colleghi. Il medico sa quando è opportuno procedere alla devitalizzazione meglio di qualsiasi enciclopedia valutando caso per caso l'interessamento della polpa che può infiammarsi non solo per carie ma altre patologie come una parodontopatia o un traumatismo occlusale. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Damiano, non sempre i libri corrispondono alla realtà dei fatti, perché devono essere interpretati dai cultori della materia. Tutti gli odontoiatri iscritti all'ordine dei medici non abusano di questa cura, ma la applicano quando è necessaria. Chi non è iscritto all'ordine non conosce e potrebbe anche farne un uso scorretto.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Come lei ha osservato correttamente, la devitalizzazione è indicata quando è lesa la polpa. Purtroppo si abusa di questa terapia per prevenire eventuali lesioni che potrebbero occorrere a causa di altri interventi quali una preparazione protesica oppure una otturazione profonda, ma ci sono altri mezzi per proteggere la polpa da queste eventuali complicazioni. Però il termine "devitalizzazione" viene usato talvolta in maniera non corretta per indicare una terapia canalare che sia indicata per una devitalizzazione spontanea o provocata da un trauma. In tali casi si interviene su una polpa già devitalizzata, con una terapia canalare.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Giuliano Falcolini
Roma (RM)

Gentile Sig. Damiano, circa 15 anni ha ho pubblicato un testo di Endodonzia in lingua italiana, testo che è stato adottato da quasi tutte le Università italiane. Circa 5 anni fa è uscita la traduzione inglese completamente riveduta ed aggiornata. Se vuole la giusta e completa risposta alla sua legittima domanda, la invito a contattarmi per email ed io sarò ben lieto di inviarle il pdf del capitolo 3, in cui trova descritte dettagliatamente le indicazioni e controindicazioni alla devitalizzazione o terapia canalare. Cordiali saluti. Dr. Arnaldo Castellucci
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Arnaldo Castellucci
Firenze (FI)
Consulente di Dentisti Italia

Se la domanda è provocatoria la risposta è:"la cura canalare e la devitalizzazione di un dente si fanno quando serve" se invece la sua è semplice curiosità segua il consiglio di un maestro dell'endodonzia, il prof. Castellucci. Cordialmente

Scritto da Dott. Bruno Cirotti
Roma (RM)

Accipicchia com'è malfidato!! personalmente sono stanca di pazienti (aspiranti dentisti) fai da te; lecito informarsi ma arrivare a illazioni gratuite e senza fondamento è veramente troppo. Mi pare che lei sia prevenuto verso i dentisti privati, comunque esiste la ASL dove la spesa si limita al ticket. A mio modesto avviso parte col piede sbagliato... cordialità Colgo l'occasione per salutare caramente il MAESTRO Castellucci che mi ha fatto amare l'endodonzia

Scritto da Dott.ssa Elisabetta Farnararo
Fiesole (FI)