Domanda di Devitalizzazione

Risposte pubblicate: 11

La terapia canalare va fatta anche in assenza di qualsiasi disturbo?

Scritto da Filippo / Pubblicato il
Dopo essermi accorto di una piccola carie al premolare inferiore destro sono corso dal mio dentista il quale dopo un piccolo controllo mi ha detto che devo eseguire la terapia canalare. Mi è sorto un dubbio: ma la terapia canalare va fatta anche in assenza di qualsiasi disturbo? Mi spiego meglio, la carie mi sembra molto piccola inoltre non provo ne dolore e nessun fastidio al freddo al caldo e via dicendo... di solito sono molto attento all'igiene orale da quando mi sono accorto del "buchetto" sono passati 20/25 giorni...
Caro Sig. Filippo, non comprendo cosa significa "piccolo controllo" da parte del suo dentista che ha diagnosticato carie penetrante e dunque terapia canalare; la devitalizzazione va assolutamente eseguita solo in presenza di necrosi e/o necrobiosi pulpare e va sempre tentata ogni possibilità di lasciare il dente vitale. Ne parli col suo dentista e si faccia spiegare il perchè di tale terapia. Cordialmente.

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile Filippo, molte volte è necessario devitalizzare un dente anche in assenza di sintomi evidenti per la presenza di carie penetranti che ancora non si sono manifestate clinicamente. Nulla le vieta, comunque, di avvalersi del parere di altro professionista se il primo non le ispira fiducia e non la convince. E' bene che si faccia spiegare bene, essendone un suo diritto, il motivo della devitalizzazione. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Domanda difficile. Ci vorrebbero visita e rx. Ma in effetti ci sono dei casi in cui c'è da devitalizzare anche in assenza di sintomi netti.

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Osteolisi periapicale per necrosi pulpare. Dente da devitalizzare. Da casistica Dr. Gustavo e Dr.ssa Claudia Petti di Cagliari
Caro signor Filippo ...il suo dubbio sarebbe legittimo se non fossero state fatte le prove termiche. Ma se sono state fate e il dente non ha risposto, va devitalizzato. O se è stata fatta una Rx da cui si può vedere una sofferenza periapicale che fa capire che il dente è in necrosi e va devitalizzato!.....Per fare DIAGNOSI si procede così:basta fare una visita...percussioni trasversali ed assiali , una Rx endorale e prove termiche per fare la diagnosi.....:...le prove termiche si fanno con il caldo e con il freddo...esistono liquidi che spruzzati su un batuffolino di cotone con cui toccare il dente abbassano la temperatura improvvisamente da 37° a -4° e le garantisco che se c'è patologia pulpare...la si scopre....il dente risponde con un dolore immediato: 1- se dura qualche secondo...il processo è reversibile e si aspetta, 2- se dura molti minuti, il dente è in Pulpite e bisogna devitalizzarlo subito. 3- Se non risponde al dolore vuol dire che il dente è in necrosi, è morto per infezione e bisogna devitalizzarlo in un modo particolare subito sotto protezione antibiotica! 4- Se non risponde al freddo ma risponde allo stimolo con "guttaperca" molto calda, allora significa che il dente è in necrosi, ma non completa..qualche zona di polpa vicino all'apice è ancora vitale (si chiama sintomatologia radicolare della polpa) e il dente va devitalizzato...........Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Non posso entrare nel merito della questione per mancanza di dati. Alle volte un dente viene devitalizzato anche se non dolente per fini protesici, perchè senza porre perni radicolari non è possibile ricostruirlo, e così via. Se ha il sospetto che la cura prospettatale sia inutile, chieda bene al suo medico e se necessario chieda anche il consulto di uno specialista indipendente dal primo. Deve arrivare alla decisione di cure in modo consapevole. Si chiama consenso informato, e alla fine se vuole potrà sempre rifiutare la cura, ma se lo farà sarà sua responsabilità e non del medico. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

L'indicazione alla terapia canalare può essere posta, anche in assenza di sensazioni dolorose, per un controllo radiografico che dimostri la profondità della carie. Chieda al suo dentista di mostrargli la radiografia e di spiegarle con questa la necessità della terapia canalare

Scritto da Prof. Giuliano Falcolini
Roma (RM)

Caro Filippo la necrosi pulpare può anche esserci in assenza di sintomatologia dolorosa, la carie può essere piccola superficialmente ma molto profonda. se è necrotico va eseguita la terapia canalare per evitare problemi futuri e che i batteri penetrino nell'osso generando ascessi. sicuramente il fatto che non senta ne il caldo ne il freddo è segno negativo che fa prepondere per una necrosi, a mio avviso se vuole una certezza maggiore può tranquillamente fare la visita da un altro specialista che le può o meno confermare la terapia distinti saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Domenico Aiello
Catanzaro (CZ)

L'assenza della sintomatologia potrebbe ricondursi ad una necrosi della polpa, in tal caso la terapia è solo endodontica.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Filippo, l'odontoiatra dopo l'esame obiettivo locale, emette la diagnosi, poi descrive le possibili cure. Qui conosciamo la sua diagnosi da non addetto ai lavori e le possibili cure, mancando i corretti dati non è possibile darle una risposta certa.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Si, a volte può capitare che una canalare debba essere eseguita in assenza di disturbi. Se ha dei dubbi comunque, senta un altro parere qualificato. Cordiali Saluti Dott. Roberto Robba Cagliari

Scritto da Dott. Roberto Robba
Cagliari (CA)