Domanda di Devitalizzazione

Risposte pubblicate: 6

Mi è stata eseguita la devitalizzazione di un incisivo superiore

Scritto da ANNALISA / Pubblicato il
Buongiorno, vorrei un parere in merito al mio sfortunato caso che si protrae da quasi nove mesi. Alla fine di settembre 2009 mi è stata eseguita la devitalizzazione di un incisivo superiore sano e funzionale, ma leggermente rotto longitudinalmente, allo scopo di poterlo rivestire con una capsula. Da quel momento, cioè dalla prima cura canalare, il dente è stato sempre sensibile al morso; mi è stato eseguito un ritrattamento, anche se la radiografia non evidenziava alcuna complicanza evidente, ma problema ha continuato a persistere. All fine di febbraio è stato eseguito un secondo ritrattamento, questa volta da un endodonzista molto esperto, il quale ha chiuso il canale con l'MTA. Nonostante la cura canalare perfetta, ancora oggi il mio problema non si è risolto perchè il dente continua ad essere sensibile al morso e quindi non funzionale. Da cosa potrebbe dipendere? E' ormai trascorso un lasso di tempo consistente e il mio dentista mi ha spiegato che la soluzione estrema potrebbe essere solo un'apicectomia. Ora sto continuando a portare un provvisorio, in attesa che la situazione evolva in positivo o in negativo, per poi poter procedere alla realizzazione della capsula definitiva. A fronte di tutto ciò, vorrei un parere in merito alla procedura adottata nel mio caso per risolvere un semplice problema estetico: era necessario devitalizzare un dente sano solo per ricoprirlo con una capsula? mi è stato detto che il fatto di aver dovuto limare il dente ha reso indispensabile devitalizzarlo. Normalmente è questa la procedura abituale per ricoprire un dente con una protesi? Grazie per l'eventuale risposta, Annalisa
Fase di retrograda chirurgica come spiegato nel testo
Cara Signora Annalisa....premessa...se l'incisivo era fratturato longitudinalmente non era sano e funzionale come afferma!....NO NO...apicectomia non si fa da oltre 30 anni...si fa la retrograda che è tutt'altra cosa...simile...ma un'altra cosa ...in ogni caso se il Dentista parla di apicectomia evidentemente ha una osteolisi periapicale con sofferenza parodontale profonda o granuloma o cisti o semplicemente frammentazione della corticale ossea periapicale... il che si "accorda " anche con i sintomi da lei lamentati (avrà probabilmente anche la sensazione di dente più lungo e dolente alla masticazione, pressione)...le lascio una foto di una parte dell'intervento di retrograda e le spiego cosa sia....precisando che con un trattamento canalare fatto a regola d'arte si sarebbe dovuta risolvere la patologia...ma a volte ci sono impedimenti insormontabili...ecco che si fa allora la retrograda, ossia si cura il dente per via chirurgica dall'apice a ritroso:si scolpisce un lembo di accesso all'osso...si perfora...l'osso...a livello degli apici delle radici...e si curano le radici entrando in esse dall'apice...per via retrograda ...poi si sigilla l'apice agli apici con MTA o con Amalgama d'argento chirurgica priva di zinco...le tossine batteriche non possono più raggiungere il periapice e tutta l'osteolisi si riassorbe...SENZA APICECTOMIA...anzi facendo l'apicectomia senza sigillare l'apice (cosa che anche volendo non si riesce a fare a regola d'arte facendo una apicectomia)...non potrebbe guarire...se non solo temporaneamente per qualche mese o anno0 e poi nuovamente inizierebbe tutto perchè l'apice non è sigillato...CHIARO?..............Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Annalisa, l'esperto endodontista dopo 9 mesi di clinica con corrette RX, non si spiega da cosa dipende questo tipo di sintomatologia, noi a distanza non possiamo certamente pretendere far diagnosi. Molti pazienti giudicano i propri denti sani, perché non rilevano sintomatologia, ma in alcuni casi questi denti non sono affatto sani e possono avere carie, necrosi, malattia parodontale ecc. Per darle una corretta risposta, occorrerebbe un consulto con il suo odontoiatra.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Da quanto lei racconta, mi sembra che quel povero dente non aveva bisogno di devitalizzazione e capsula. Forse bastava una semplice faccetta in ceramica, del tipo LUMINEERS, per ridargli dignità, solidità e bellezza. Queste faccette sono in ceramica e sono sottili come una lente a contatto e si incollano permanentemente sul dente, senza che questo venga minimamente limato. Le dico questo in base a quanto lei ci riferisce, ma bisogna anche tenere conto di cosa ha poi riscontrato il Dentista quando l'ha visitata!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo De Fazio
Casalnuovo di Napoli (NA)
Consulente di Dentisti Italia

Salve Annalisa, una frattura longitudinale non è segno di dente sano e funzionale..anzi. Comunque c'è qualcosa che non torna nel suo discorso. Nessun clinico esegue una cura canalare e poi una corona, se basta una semplice ricostruzione in materiale estetico.. quindi credo che si tratti di una complicanza del problema dentale piuttosto che il risultato della cura effettuata dai colleghi. Non abbia timore alcuno. Se indispensabile effettui pure l'apicectomia. In bocca al lupo, Gianluigi Renda
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gianluigi Renda
Castrovillari (CS)

Gentile signora naturalmente il persistere della sintomatologia dolorosa indica la non risoluzione del problema e di conseguenza la terapia protesica non potrà essere terminata. A questo punto dovrà obbligatoriamente esser rivalutata la situazione eseguendo una visita accurata corredata di indagine radiografica, sodaggio parodontale e test vari per giungere ad una diagnosi certa che inneschi di conseguenza una terapia adeguata. Il consiglio che mi sento di darle e di affidarsi ad un endodontista davvero capace! (dato che risiede a Trieste consulti il Dott. Franco Ongaro, socio attivo della SIE e vedrà che sicuramente la saprà aiutare). Cordialità
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Francesco Sforza
Carovigno (BR)

Se doveva solo incapsulare il dente la devitalizzazione non era assolutamente necessaria; diverso il discorso se a seguito del trauma il dente è andato in necrosi per cui era obbligatorio eseguire quella cura. Naturalmente il suo medico potrà darle le giuste spiegazioni e delucidazioni in merito. Inoltre sarebbe interessante se mostrasse le foto delle rx....si capirebbe meglio il problema. Salve

Scritto da Dott. Vincenzo Zuccaro
Sannicandro di Bari (BA)