Domanda di Devitalizzazione

Risposte pubblicate: 13

Forte dolore ad un dente alla 15^ settimana di gravidanza

Scritto da mia / Pubblicato il
Salve mi chiamo MIA e ho 22 anni...vi pongo il mio problema:sono incinta e sto a 15 settimane (tre mesi e mezzo) sono 2 giorni che sto impazzendo per un dente e questa mattina sono andata dal dentista che mi ha detto che devo fare una devitalizzazione. il problema è sorto quando mi ha detto che lui non me la può fare in quanto sono incinta e non mi può fare l'anestesia (quella leggera non servirebbe) mi ha chiesto di chiedere al mio ginecologo che sicuramente mi dirà di no (è una persona al natural :D) ma vorrei chiedere un parere di più esperti anche perché mi sembra strano che non posso fare nulla perchè se peggiora sarebbe peggio.... cordiali saluti ps: ringrazio tutti anticipatamente
I suoi medici sono eccessivamente timorosi. Semmai ci sarebbe da temere entro il terzo mese, ma a tre mesi e mezzo la organogenesi del bambino è completata e non ci può più essere effetto teratogeno da parte dei farmaci. Poi le considerazioni sono due: la anestesia locale viene scarsissimamente assorbita dalla barriera placentare, quindi viene smaltita senza entrare in contatto quasi per niente col bimbo. Viceversa può essere molto più pericoloso NON curare il dente, perchè le conseguenze della NON cura possono essere drammatiche per la mamma ma soprattutto per il bambino stesso. Infatti dolore, stress, necessità di antibiotici ed altri farmaci più pericolosi, batteri in circolo nel torrente sanguigno, infezione generalizzata, ascesso, febbre etc etc. Questo danneggia molto più il bambino della anestesia locale. Quindi corra a farsi curare il dente, magari da uno dei dentisti romani presenti qui nel sito che avranno probabilmente idee più chiare in proposito...
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Sig.ra Mia, consulti il ginecologo, se darà risposta negativa, la motiverà e proporrà una giusta alternativa. Sicuramente il dente deve essere trattato. Mettere in contatto i 2 professionisti potrebbe dare delle buone soluzioni.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Cara signora Mia...saggio è chiedere al ginecologo come procede la gravidanza...ma sia lei che il suo dentista dovreste rammentare che la gravidanza è uno stato fisiologico della donna e non uno stato patologico...poi ha superato il primo trimestre...è nel secondo ...quello centrale...PUO' e DEVE fare tutto...PUO' fare anestesia...di qualsiasi tipo (locale ovviamente)..può fare terapia...di qualsiasi tipo...può fare Rx endorali con la protezione di un adeguato grembiule in piombo spesso...previsto tra l'altro dalla legge per tutti...uomini donne bambini in gestazione e non! Non capisco questo terrore per la gravidanza ...ma scherziamo davvero...lasciare soffrire così...tra l'altro anche se l'opinione del suo dentista fosse stata questa (sbagliata, ma questa)...avrebbe potuto fare una seduta di terapia endodontica d'urgenza ed una medicazione con un materiale osmotico (che lascia uscire il gas dei microbi da dentro il dente(che causerebbe dolore) e non fa entrare in esso i microbi che stanno fuori...poi seconda considerazione...fanno più male i microbi con le loro tossine oltre che corpi...al bambino e a lei che non anestesia etc...l'unica cosa da accertare doverosamente tramite il suo ginecologo è che la gravidanza proceda in modo naturale e fisiologico....e che lei non abbia problemi particolari ginecologici!...........Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Si faccia fare l'anestesia e curi quel dente. I rischi sono pari a zero.

Scritto da Dott. Bruno Cirotti
Roma (RM)

Si puo' tranquillamente trattare un dente da devitalizzare dopo i primi tre mesi di gravidanza con anestesia locale senza vasocostrittore. Dott. Lo Piano Alberto Roma

Scritto da Dott. Alberto Lo Piano
Roma (RM)

Gentile Sig.ra, purtroppo lo spauracchio atavico di fare terapie odontoiatriche durante la gestazione persiste ancora sino ai tempi d'oggi sicuramente retaggio delle scarse conoscenze dei decenni passati quando a seguito della somministrazione di talidomide i figli nascevano malformati. Oggi, superato il primo trimestre di gravidanza, che è quello della embriogenesi, possono essere effettuate alcune terapie odontoiatriche soprattutto per i casi di odontalgie e con le dovute precauzioni. Sarebbe, cmq, meglio e, sempre auspicabile, affrontare la gravidanza in condizioni di buona salute dei denti e della cavità orale tramite visite periodiche. Tanti auguri.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile Signora, concordo con il Dott Ruffoni, è opportuno mettere in contatto i due medici per trovare quanto prima la soluzione del suo problema. Buona guarigione

Scritto da Dott. Giancarlo Dettori
Sassari (SS)

Cara signora, rimango allibito che ancora oggi ci sia tanta ignoranza presso i vari medici curanti, odontoiatri e non. Si faccia subito curare quel dente, come avrà già letto avanti, il " non farlo " davvero può causare varie conseguenze anche spiacevoli. Cordiali saluti da Dott. A Braga

Scritto da Dott. Adolfo Braga
San Giustino (PG)

Gentile Mia, io penso che lei possa tranquillamente curare il dente. Io proprio ieri ho fatto una devitalizzazione ad una ragazza che sta al secondo mese di gravidanza con l'anestesia. Mi capita quasi di routine di affrontare questi casi. Se le fa comodo può contattarmi quando vuole per un consulto gratuito e senza impegno presso il mio ambulatorio di Roma. Cordiali saluti. Dott. Alessandro Gentile tel. 3384169353.

Scritto da Dott. Alessandro Gentile
Tivoli (RM)

Cara Sig.ra, hanno ragione tutti, meno che Lei, scherzo, sottoporsi alle cure del dentista e' sempre antipatico specialmente se si è incinta. Effettivamente le nostre paure sono piu' di carattere psicologico che di "conoscenza" (spero) Auguri e figli maschi (e' un pochino anacronistico ma ci sta')

Scritto da Dott. Giovanni Vecchio
Pomezia (RM)