Domanda di Devitalizzazione

Risposte pubblicate: 11

Una quindicina di giorni fa ha iniziato a farmi male un dente devitalizzato da circa 6 mesi

Scritto da Antonella / Pubblicato il
Buongiorno a tutti avrei una domanda da sottoporre: Una quindicina di giorni fa ha iniziato a farmi male un dente devitalizzato da circa 6 mesi (premolare arcata inferiore) o meglio il dolore proveniva dalla gengiva tra premolare e molare e si estendeva dalla testa all'orecchio al collo. Il dolore era allucinante ed il dentista mi ha detto di prendere antibiotico Zimox per 6 giorni e antidolorifici. Dalla lastrina fatta da lui il dente devitalizzato(pur facendo male non mostrava problemi) risultava leggermente infiammato invece il molare sul quale c'era secondo lui una piccola carie. Il dolore a suo dire doveva scomparire e cosi' e' stato....ma a distanza di 5 giorni dall'interruzione del ciclo antibiotico e' tornato come prima. Ora ho un appuntamento dal dentista tra 10 giorni e non so come fare a tenere a bada il dolore! L'ho chiamato per chiedere se potevo riprendere l'antibiotico e lui mi ha accennato ad un eventuale Tac in futuro per una revisione della devitalizzazione. Ho chiesto se nel frattempo potevo prenotarla e lui mi ha detto di aspettare la nostra prossima visita per stabilire il da farsi ma in questo modo i tempi si allungano ulteriormente ed io sono mangiata dal dolore.... Ho deciso di riprendere l'antibiotico perche' non posso andare avanti ad antidolorifici (che tra l'altro non fanno nulla) ma ho il terrore che il dolore riprenderà all'interruzione di questo... MI consigliate per accelerare i tempi di prenotare la Tac facendomi fare l'impegnativa dal medico? Che dicitura ha di solito una richiesta per un esame di questo tipo? Grazie di cuore a chi cercherà di consigliarmi!
Sig. Antonella, la (TAC) Tomografia Assiale Computerizzata, non è l'esame diagnostico d'elezione per un ritrattamento canalare. Le consiglio di anticipare l'appuntamento per eventuali cure con le relative informazioni. Prima di intraprendere cure farmacologiche non di automedicazione, consulti il suo medico di base o la guardia medica.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Cara Antonella, Effettuando una visita e le normali procedure diagnostiche (vitalità con test del freddo, test del caldo e percussione ed eventualmente radiografia endorale) non dovrebbe essere complesso comprendere la causa che scatena la sintomatologia dolorosa . Per quanto riguarda la tac non ne vedo la necessità (solo una visita completa può però stabilirlo). Chieda al suo dentista di visitarla prima se possibile. cordiali saluti Maurizio Ciatti Varese

Scritto da Dott. Maurizio Ciatti
Varese (VA)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Signora Antonella dice bene il Dr. Ciatti... una accurata visita odontoiatrica, normalissima, DEVE chiarire la diagnosi.....POI....dice bene il Dr. Ruffoni, la TAC non serve per la sua patologia...POI....il Dentista ha l'obbligo MORALE di toglierle il dolore...e fare un'urgenza...bastano 15 minuti per toglierle il dolore dopo aver fatto naturalmente la diagnosi...il sottoscritto non si permetterebbe mai di lasciare un proprio paziente soffrire così!!!...quindi o la riceve o come consiglio le dico: cambi dentista...spieghi che ha urgenza estrema di essere vista subito perchè il dolore è insopportabile...e vedrà che troverà qualcuno dotato di quella professionalità ed umanità che purtroppo sono sempre più rare al giorno d'oggi.............Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Antonella, resto incredulo alla disavventura da Lei rappresentata, ma, se le cose stanno realmente così, non esiti a cambiare dentista in quanto in primis non è corretto continuare a farla soffrire ed in secundis la prescrizione della TAC non trova nessuna indicazione per la valutazione della fattispecie del caso. Tanti auguri e cordiali saluti.

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentilissima sig.ra Antonella. Da quanto lei scrive non mi sembra che la TAC possa evidenziare qualche cosa di particolare. Non posso fare altro che concordare con il collega e amico dr. Ciatti che un approfondito esame clinico e una radiografia endorale iuxtagengivale dovrebbero essere in grado di svelare l'arcano. Sconsiglio caldamente l'automedicazione che oltretutto rischia di mascherare eventuali problemi

Scritto da Dott. Attilio Toscani
Saronno (VA)

Perfettamente d'accordo con i dr. Ruffoni, Ciatti e Petti. La Tac è inutile ed il dolore proviene quasi certamente dal premolare, che deve essere ritrattato. Un intervento abbastanza routinario che le darà certamente sollievo. Insista per un appuntamento a breve e valuti la possibilità di cambiare professionista, scegliendone uno che sia naturalmente disponibile. Cordialità.

Scritto da Dott. Mario Aversa
Salerno (SA)

Salve Antonella, mi pare di capire che tra lei ed il suo curante ci sia poca comunicazione. Il rapporto medico paziente è il fondamento della fiducia. Curiosità, terapie ed esami è tutto ciò di cui si parla coi pazienti. Cordialmente, Gianluigi Renda.

Scritto da Dott. Gianluigi Renda
Castrovillari (CS)

Cara Signora, la Tac non le puo' fare assolutamente una diagnosi di questo tipo come neanche l'ortopanoramica ma solo l'rx endorale fatta in studio puo' darle delle indicazioni piu' precise. Iniziare un ciclo di antibiotico per conto suo glielo sconsiglio potrebbe essere anche controproducente. Non posso fare diagnosi solo in base a delle ipotesi ma a mio avviso molto probabilmente la carie sull'altro dente potrebbe essere arrivata in polpa!Vada dal dentista anticipi l'appuntamento e gli chieda di farle una lastra sul dente che le fa male
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Ludovica Longhi
Piacenza (PC)

Gentilissima paziente, una visita dentistica di routine è assolutamente in grado di fare una diagnosi e di stabilire la terapia appropriata. Personalmente non credo che il sintomo da lei lamentato sia da attribuire al dente devitalizzato, sembra più una pulpite (infiammazione della polpa dentale) e una radiografia e test di vitalità sono dirimenti nell'individuare il dente in causa. Cordialmente dott.D. Cianci

Scritto da Dott. Dario Cianci
Montanaso Lombardo (LO)

Gentile signora, bisogna individuare il dente incriminato ed eseguire un semplice intervento di pronto soccorso odontoiatrico... anche io penso che la TAC non serva a nulla e che il dolore da lei descritto possa essere ricondotto più ad una infiammazione pulpare che periapicale, ma siamo sempre davanti a uno schermo... Cordialmente

Scritto da Dott. Gabriele Stirpe
Priverno (LT)