Domanda di Devitalizzazione

Risposte pubblicate: 14

Sarebbe meglio ricoprire il dente devitalizzato con una corona?

Scritto da simone / Pubblicato il
Mi chiamo Simone, nelle scorse settimane mi sono rivolto al dentista per ripararare un premolare sull'arcata inferiore. il dente aveva in precedenza un'amalgama, a causa di un sassolino nel cibo si e' rotto circa per un quarto ed e' fuoriuscita l'otturazione, comunque non mi faceva male ne tantomeno sentivo caldo o freddo. durante la seduta mi e' stato detto che era necessario devitallizzare, mi ha fatto una lastra e si e' proceduto. durante la devitalizzazione si e' rotta una punta nel dente (non so precisare meglio scusate) che e' comunque stata estratta e confermata da una seconda lastra, stucco provvisorio e appuntamento dopo una settimana. dopo due giorni il dente ha cominciato a farmi male ( non da impazzire ). il giorno della ricostruzione l'ho detto, mi e' stata fatta un'altra lastrina e scoperto che dalla radice, "e' fuoriuscito un po' di cemento" . "e' cemento inerte, rimane li se lo fanno fuori i macrofagi...., i globuli bianchi..." ora non mi fa piu' male però mi chiedo se potrei avere conseguenze in futuro, puo' venirmi un granuloma o un ascesso? cosa significa fuoriuscita, che mi ha bucato il dente? come mi devo comportare adesso? sarebbe meglio ricoprirlo con una capsula? Vi ringrazio anticipatamente per le risposte e coplimementi per il sito.
Ecco cosa è un Perno-Moncone ...ma in un dente molto distrutto...con relativa corona in oroplatinoporcellana
Caro Signor Simone...tranquillo...se la terapia endodontica è stata fatta in asepsi con dente isolato bene dalla diga e se i materiali usati erano "giusti", non può succederle niente...salvo un po' di "fastidio" per esempio alla masticazione-pressione...ma diminuirà fino a scomparire....per la corona dipende solo dallo stato del dente, dai suoi rapporti con l'antagonista...cose che può valutare solo il suo dentista...non certo noi...almeno io...se vogliamo fare un discoprso corretto e professionale.... il suo dentista valuterà anche se potesse essere necessario ricostruire il dente anzichè con una otturazione, con un perno-moncone...se fosse molto "debole" e poi rivestito a sua volta con una corona..... ma lei si sta "tormentando" quando se avesse chiesto al suo dentista...avrebbe avuto ora già tutte le risposte...parli col suo dentista...si confidi...invece di "navigare per internet alla ricerca di risposte che solo lui può darle!".........Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig.Simone, l'endodonzia non è immune dalle complicanze, ciò che è avvenuto nel suo caso non è raro, il cemento oltre apice, cioè a contatto con l'osso, se è di tipo riassorbile non dovrebbe dare grossi problemi. Probabilmente nessuno può scongiurare nel tempo granulomi o ascessi anche ai migliori trattamenti canalari. La necessità di una corona protesica dovrebbe essere stabilita dal suo odontoiatra, che possiede conoscenze radiografiche e cliniche.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile paziente, effettivamente può esserci una certa sensibilità dopo l’otturazione dei canali radicolari e questa può essere dovuta ad un piccolo stravaso oltre apice di materiale da otturazione che non vuol dire assolutamente che c’è stata una perforazione della radice. Questo fenomeno è di solito privo di qualsiasi conseguenza. Sicuramente è un dente da rinforzare mediante l’applicazione di una capsula. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Giuseppe Murruni
Giussano (MB)

Gentile signore la fuoriuscita di cemento oltre apice è un evenienza piuttosto frequente nella terapia endodontica e le assicuro che non per questo motivo può verificarsi un fallimento della terapia stessa, i motivi sono altri. Di certo l'estrusione di cementi endodontici andrebbe evitata o meglio limitata dato che si tratta pur sempre di medicamenti estranei all'organismo umano, a questo bisogna aggiungere che va considerata anche la tipologia di cemento utilizzato. Detto ciò la necessità di proteggere con una corona protesica l'elemento dentario in questione risulta indispensabile per allungarne la sopravvivenza nel tempo, prevenendo ulteriori fenomeni di frattura. Cordialmente.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Francesco Sforza
Carovigno (BR)

Spetta al suo dentista stabilire la necessità di ricoprire il dente con una corona protesica o no. Per quanto riguarda le complicanze di un trattamento canalare "imperfetto", sappia che nella peggiore delle ipotesi, cioè se dovesse formarsi col tempo una "cisti", questa potrà essere rimossa con un semplice intervento ambulatoriale.

Scritto da Dott. Alberto Ricciardi
Trebisacce (CS)

Concordo pienamente con il dott.Sforza e con gli altri colleghi, il dolore post-operatorio è una cosa molto frequente, anche l'estrusione di cemento è una cosa che accade spesso e se in quantità limitata e soprattutto se un buon cemento, non ci saranno problemi. In genere in premolari sono i denti che si fratturano più facilmente degli altri.

Scritto da Dott. Calogero Bugea
Porto Empedocle (AG)

SI

Scritto da Dott. Mauro Lattisi
Trento (TN)

La fuoriuscita di cemento canalare non e' che sia particolarmente grave ,anche se indica una non precisa chiusura dell'apice solo se c'e'trasporto di batteri puo' det infezioni periapicali. prima di protesizare definitivamente farei un provvisorio da tenere per 6 mesi valutando le reazioni del dente alle sollecitazioni

Scritto da Dott. Alessandro Sanna
Lucca (LU)

intarsi arcata inferiore
La letteratura dice che i denti devitalizzati debbano essere protetti, ma non dice necessariamente da una capsula (che prevede la limatura a 360° del dente). Io opterei per un intarsio col vantaggio di avere i margini ampiamente sopragengivali e anche perchè i premolari inferiori generalmente sono i denti a minor impegno funzionale

Scritto da Dott. Vincenzo Zuccaro
Sannicandro di Bari (BA)

Tutto quello che esce dai canali radicolari è da considerarsi corpo estraneo, sarebbe meglio non accadesse ma è difficile. Madre natura organizza un sistema di difesa e insieme ai soliti macrofagi sono a disposizione degli enzimi litici capaci di distruggere anche il metallo fuoriuscito dai canali nella fattispecie finali di lentuli tiranervi strumenti vari. Il dente devitalizzato, e oppotunamente rinforzato da un perno endoradicolare, secondo la mia esperienza deve essere ricoperto. Cordialmente, caro sig. Simone, Dott. G. Vecchio
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giovanni Vecchio
Pomezia (RM)