Domanda di Devitalizzazione

Risposte pubblicate: 7

Seguito alla domanda: Potrei avere un vostro parere visto che tra poco dovrei fare perno e capsula?

Scritto da daniela / Pubblicato il

Mi chiamo Daniela e sono qui' di nuovo a scrivervi a distanza di 4 mesi. Vi avevo scritto a novembre 2009 per un problema di devitalizzazione, il mio problema e' il seguente il dente mi e' stato devitalizzato in due momenti diversi è stato iniziato a maggio ed e' stato finito a novembre per assenza del dentista, a gennaio sono tornata dal dentista il quale doveva procedere a mettere il perno pero' io gli ho detto la mia perplessita' sul fatto che io sento ancora il dente non mi fa male pero' alla pressione mi da ancora fastidio e comunque mi sembra di avere sensibilita' il medico mi ha lasciato ancora tempo e io dovrei tornare a fine aprile per procedere. Faccio presente che in precedenza il dente mi ha fatto infezione e ho dovuto prendere antibiotici e il dentista l'antibiotico me lo ha messo anche nel dente dall'infezione si e' formato anche un rigonfiamento tra la gengiva e la mascella che comunque e' rimasto sembrerebbe quasi la radice. Potete darmi un parere non so proprio cosa fare per ultima cosa faccio presente che ogni tanto il dente sanguina scusate la lunghezza della domanda. Ringrazio anticipatamente

 

Precedenti:

http://www.dentisti-italia.it/dentista_domande/devitalizzazione/1922_potrei-avere-un-vostro-parere-visto-che-tra-poco-d.html

Terapia di dente in necrosi con gravi problemi parodontali, endodontici, conservativi e protesici
Cara Signora Daniela...ci sono troppe incongruenze in quello che le è capitato....a suo tempo quando le avevo risposto le avevo spiegato molto bene come si interviene per devitalizzare un dente in necrosi come il suo....non mi ripeto...per non tediarla...però stare come lei da Maggio 2009 e non avere ancora risolto a ormai Marzo 2010 e sentire che il suo Dentista "aspetta" ...cosa aspetta...che il dente o il suo parodonto o il suo periapice...guariscano da soli?...col tempo?...e vuole rinviare ad Aprile per cosa...perchè non fa una Diagnosi...finalmente ed in base alla diagnosi... attui una congrua terapia?.... sinceramente non capisco e dispiace per lei cara Signora...che è la "vittima"... e soffre fisicamente e psicologicamente...che consiglio posso darle a questo punto...prenda l'aereo ... ho altri pazienti di Trento...prenda l'aereo e venga da me previo appuntamento per porre fine a questa telenovelas odontoiatrica.... scusi...non è mia abitudine propormi...ma se vuole risolvere non vedo cosa altro potrei dirle!.....Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Beh si.. un trattamento che si protrae da così tanto tempo, assume proprorzioni da telefilm.. mi chiedo: il suo dentista sarà così tanto impegnato da non riuscire a curare il suo dente oppure ha dimenticato i protocolli linea per la pulpectomia di un dente? Cordialmnte, gianluigi renda.

Scritto da Dott. Gianluigi Renda
Castrovillari (CS)

Gentile Sig.ra Daniela, il caso da Lei esposto ha quasi dell'inverosimile per tutto il tempo che è trascorso dall'inizio della terapia canalare e non ancora conclusa! Secondo il mio modesto parere, nella grande maggioranza dei casi, le terapie ed in generale tutti gli interventi odontoiatrici devono essere effettuati con interventi rapidi e mirati. Per rispondere alla sua domanda, occorre, cmq, una valutazione diagnostica accurata, suffragata da esami Rx, prima di decidere se è opportuno o meno incapsulare il molare in questione. Cordiali saluti e tanti auguri. Dott. Aldo Santomauro
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentilissima paziente, la terapia a cui è stata sottoposta appare effettivamente un pò troppo prolungata e soprattutto non risolutiva. Certamente per fare una diagnosi corretta è necessario procedere con una radiografia del dente in questione, valutare se non vi siano processi infiammatori periapicali (probabile causa del suo fastidio) e, quindi, procedere ad una corretta devitalizzazione. Cordialmente

Scritto da Dott. Dario Cianci
Milano (MI)

Il dente trattato endodonticamente deve essere asintomatico, altrimenti bisogna intervenire. Possibili cause dei problemi: Residuo di infezione apicale, irritazione da materiale endodontico oltre apice, frattura radicolare, perforazione endo-parodontale. Trattamenti possibili: 1) ritrattamento canalare 2) apicectomia (si taglia la "punta" della radice) 3) rizo-rizectomia (separazione o rimozione della radice interessata, solo nei molari) (4) chiusura della perforazione 5) estrazione

Scritto da Dott. Marco Faccin
Thiene (VI)

La situazione visto le tempistiche mi lascia perplesso. prima di fare un eventuale lavoro definitivo farei un buon provvisorio da portare almeno 5-6 mesi per stimolare il dente a carichi masticatori poi rivaluterei la situazione

Scritto da Dott. Alessandro Sanna
Lucca (LU)

Sig. Daniela, condivido la risposta dello stimatissimo Dott. Sanna, perché permette una buona valutazione e conservazione, inoltre è possibile rivedere eventuali cure da terminare.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)