Domanda di Devitalizzazione

Risposte pubblicate: 8

Si può aspettare per la devitalizzazione o andrà fatta il prima possibile?

Scritto da mattia / Pubblicato il
Buongiorno, vorrei porvi le seguenti domande: 1) il 17, dopo una otturazione medio grossa, non risponde al test di vitalità, non da sintomi e dalle lastre non risulta esserci infezione, quindi si può aspettare per la devitalizzazione o andrà fatta il prima possibile? 2) il 25 e il 26 sono entrambi devitalizzati (da circa 1 anno e da quello che ho capito mantengono una buona struttura) e ricostruiti con una semplice otturazione, quello che mi chiedevo è se andranno per forza "ricoperti" con una capsula o un intarsio o se possono rimanere cosi senza che subiscano lesioni gravi 3) dopo una recente otturazione al 46 e il 45, quando vi passo il filo interdantale ho un leggero fastidio che smette subito, è normale? Grazie per il tempo dedicatomi
Gentile Mattia, i denti devitalizzati in particolare i denti della masticazione(molari e premolari per intenderci) vanno sempre protetti con una corona in ceramica per evitare future fratture a volte irrecuperabili.Inoltre se un dente non risponde ai tests di vitalità sarà opportuno indagare meglio e se dovesse esserci una necrosi della polpa sarà sicuramente necessario provvedere prima possibile alla devitalizzazione prima che si verifichino fenomeni come granulomi, fistole od ascessi. Il fastidio gengivale provocato dal filo potrebbe essere causato da una infiammazione (gengivite). Lo faccia presente al suo dentista che provvederà con controlli opportuni. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Mattia, a queste domande le risposte le deve dare il suo odontoiatra, che è colto nella materia e conosce il suo quadro clinico e radiologico, l'odontoiatria non è una branca medica con risposte a quiz. Per il 45,46 si faccia spiegare dall'igienista dentale come si passa il filo interdentale senza farsi male.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Caro Mattia non faccio altro che confermare le parole usate dal mio collega...che ha descritto in maniera eccellente la situazione..quindi la invito a seguire i consigli e parlarne col suo medico e di agire quanto prima. ..Buona giornata

Scritto da Dott. Gianpaolo Caputi
Pozzuoli (NA)

Dr. Gustavo Petti Parodontologo Riabilitatore in Casi Clinici Complessi, di Cagliari. Ricostruzione di Molare molto Compromesso previa Chirurgia Parodontale Riabilitativa. Notare Cuspidi, Fossette, Solchi, Cresta Marginale modellati secondo la Gnatologia del Paziente.
Caro Signor Mattia, buongiorno. Sono tutte domande che deve fare al Suo Dentista Curante! In ogni caso, dire " non risponde al test di vitalità" non significa niente se non fosse stato fatto anche un Test di "controllo" sugli altri denti perché, a volte, neanche tanto raramente, la soglia soggettiva al dolore è talmente alta che più o meno tutti i denti con la stessa o simile distanza della camera pulpare dalla superficie coronale (in questo caso tutti i molari) possono apparire, falsamente, non sensibili allo stimolo freddo. Allora è necessario portare uno stimolo molto caldo con guttaperca scaldata alla fiamma, sui denti in questione e quelli Vivi e Vitali o in Sindrome Radicolare della polpa (e qui bisogna fare una Diagnosi Differenziale perché nel secondo caso, il Dente deve essere trattato endodonticamente lo stesso), risponderanno allo stimolo, quello in Necrosi no! Poi si deve fare una Percussione non solo assiale ma soprattutto tangenziale ed un sondaggio Parodontale, in particolare a livello interprossimale dei due premolari dove ha il problema del "filo" (si deve sentire una certa resistenza ed un rumore di scatto, se il punto di contatto interprossimale è stato fatto a Regola d'Arte)! Una Otturazione, se be fatta, può durare decenni e decenni! Le lascio un Poster di un Molare da me Ricostruito in Amalgama (erano altri tempi) oltre 30 anni fa ed ancora in bocca sano e salvo, solo con una otturazione ma ben fatta, ben modellata e lucidata e soprattutto con la corona Clinica allungata con interventi di Chirurgia Parodontale ossea con osteotomia osteoplastica e riposizionamente del lembi apicalmente, vestibolarmente e con Chirurgia Parodontale Gengivale con una Gengivectomia, palatalmente! Cari Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

1) I test di termici di sensibilità al caldo e al freddo possono dare falsi positivi e falsi negativi, quindi sono comunque opportuni esami più approfonditi prima di devitalizzare il dente (se viene data per certa la necrosi, deve essere devitalizzato) 2) un dente devitalizzato può non essere ricoperto con restauri indiretti totali o parziali, con la consapevolezza, sopratutto relativamente a molari e premolari, che è più a rischio nel tempo di fratture coronali e anche radicolari 3) faccia controllare il punto di contatto interprossimale e le otturazioni eventualmente con margini debordanti nella zona dove ha sanguinamento gengivale.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Se c'è necrosi pulpare il dente va trattato (devitalizzato) quanto prima anche se asintomatico...i denti devitalizzati (per di più con carichi in masticazione) con il passare del tempo diventano più fragili quindi può essere consigliabile e prudente (per scongiurare fratture verticali) proteggerli con corone protesiche o intarsi...da ricontrollare il punto di contatto tra i due restauri.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Le patologie orali (alla fine come tutti i guai del corpo umano ) non si arrestano mai e a maggior ragione non tornano mai indietro ... Quindi più o meno lentamente o velocemente queste patologie vanno avanti. La evoluzione possibile prevede dolori da non dormire la notte. Dapprima. Successivamente ascesso con gonfiore febbre impossibilità ad alimentarsi. Riposo a letto e nei casi gravi ricovero in in ospedale per eventuale avulsione chirurgica del dente e quindi perdita del medesimo. Se poi pensiamo che la cura, se paragonata alla estrazione e alla conseguente indispensabile sostituzione, costa immensamente di meno. Così come le capsule per proteggere i denti devitalizzati costano molto meno in tempo soldi e fatiche rispetto al rimpiazzo. Se pensiamo ciò la unica conclusione è che conviene curare e capsulare subito ! La crisi economica da un lato e la odontofobia dall'altro rischiano di indurre a trascurare la propria salute. Con le peggiori conseguenze consistenti alfine in sofferenze indescrivibili perdita immensa di tempo e lavoro, e spese centuplicate per rimettere poi a posto le cose e non andare in giro sdentati con lo stomaco a pezzi etc
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Se non ci sono lesioni radiologiche grandiose, faccia domani quel che le propongono di fare oggi. Le capsule sono sempre cose giuste e buone per il portafoglio dei dentisti, ma per la salute della sua bocca la cosa deve essere considerata meglio. Se non ha dolori e fastidi, faccia domani. Tutte le cambiali è meglio pagarle domani. Buona fortuna!

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia