Domanda di Devitalizzazione

Risposte pubblicate: 12

I dottori che ho visto non mi hanno voluto aiutare perche in gravidanza

Scritto da Lidia / Pubblicato il
Buongiorno. Sono in gravidanza alle 29 settimana. Dopo una settimana di forte dolore e l'inneficacia del paracetamolo ho fissato una visita dentistica. I dottori che ho visto non mi hanno voluto aiutare perche in gravidanza. Disperata dal dolore 24 su 24 sono andata al pronto soccorso odontoiatrico di Milano. Li mi hanno visitata e mi hanno detto che il dolore deriva da due premolari in alto vicini tra cui uno già devitalizzato e semiricostruito esteticamente. Mi hanno detto che non è detto che si possano curare e che la cura è lunga e complessa sconsigliandomi di eseguirla durante la gravidanza. Loro non me lo devitalizzerebbero e devo cercare un dentista coraggioso... Al massimo loro me li possono estrarre anche in gravidanza visto che sarebbe una sola anestesia. Nel frattempo mi hanno prescritto amoxiccilina 1g e tachipirina 1000 ogni 8h. Vorrei dei pareri e sapere se qualcuno della mia zona invece fa cure durante la gravidanza. Comunque sia sono spaventata per il mio bimbo visto il terrorismo psicologico che mi hanno fatto. Intanto da ieri il dolore è leggermente diminuito e di questo ne sono grata. Grazie per l'attenzione.
Gentile paziente, comprendo la sua difficoltà ed il senso di disorientamento in cui si trova. Meglio in gravidanza non assumere farmaci in quanto, come sa, attraversano la placenta. Come regolarsi dunque in caso di emergenza. Il periodo migliore, in gravidanza , in caso di necessità, per assumere farmaci sicuramente il trimestre centrale. Tuttavia ritengo che sia meglio, nel suo caso, sottoporsi ad anestesia locale che assumere per molti giorni amoxicillina e tachipirina. Devo dire, con rammarico, che il problema è medico-legale e mi fermo qui per non aprire un lungo capitolo sul come oggi viene vissuto il rapporto medico-paziente e viceversa. Quando nulla succede, l'odontoiatra è bravo e coraggioso, ma quando si hanno complicanze in corso di terapia in paziente in gravidanza non legate alle terapie eseguite o ai farmaci somministrati, tutto cambia. Per non divagare,le rispondo nel merito. A mio avviso, può tranquillamente sottoporsi a terapia odontoiatrica anche perché il problema non risolvendosi si potrebbe ripresentare in allattamento.. L'importante è fare una diagnosi della sua sintomatologia dolorosa e vedere se è possibile attuare terapie "ponte". In caso di dente necrotico, ad esempio, si può evitare l'anestesia. Deve cercare nella sua zona un collega disposto ad effettuarla. Non sarà facile ma lo può trovare. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Maurizio Macrì
Napoli (NA)

Gentile Lidia, la gravidanza è uno stato fisiologico della donna e non uno stato patologico nel quale ci si deve assolutamente astenere dal fare qualsiasi cosa. Se la gravidanza è una gravidanza normale con un decorso normale e cioè non è una gravidanza a rischio si possono effettuare tutte le cure odontoiatriche necessarie ovviamente ritardando le cure particolari come gli interventi chirurgici se non hanno carattere di urgenza. Ma le cure normali come una devitalizzazione possono essere eseguite senza alcun timore se la gravidanza non è a rischio. E' bene sfatare certi miti assurdi che non hanno più motivo di esistere ma continuano ad essere presenti nella credenza popolare. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Lidia, ora capisce l'importanza della visita semestrale di controllo che va effettuata anche al primo mese di gravidanza? Non si disperi che si può curare ancora il tutto, chiaramente lei dovrà essere informata dei rischi e delle possibili complicanze, personalmente pur non essendo un odontoiatra coraggioso ma con un minimo di cultura medica, sono a sua disposizione per le cure.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Un Pensiero simpatico, spero gradito, di Buon Augurio per tutto, Parto e Patologie Odontoiatriche alla ProMammina :) da Gustavo Petti Parodontologo di Cagliari
Cara Signora Lidia, Buongiorno. Perché non è stata curata prima, in Gravidanza? E soprattutto perché non ha fatto controlli e pulizia dei denti professionale e Curettage e Scaling durante la Gravidanza ad ogni trimestre? Sarebbe stata diagnosticata in tempo la carie e le eventuali "Lesioni Gengivali" e la si sarebbe curata! Patologie cariogene e Gengivali e Parodontali molto comuni in Gravidanza per il "Movimento Ormonale" che si instaura. Non si tratta di "Coraggio"! Non deve trovare un Dentista "Coraggioso" ma solo "Colto"! Stia tranquilla! Cosa centra mai la Gravidanza con la terapia Odontoiatrica in Generale! La gravidanza, cara Signora mia è uno stato Fisiologico della donna. Non uno stato Patologico ed in esso può fare tutto se ovviamente prosegue tutto bene! Può fare qualsiasi terapia, anestesia e radiografia endorale, non le OPT o altre Rx grandi per patologie mediche! Ovviamente col grembiule ed il collare di piombo di peso adeguato! Ci ragioni su. Nessuna donna in età fertile può sapere se è iniziata una gravidanza o no ogni volta che va per una cura dal Dentista. Bisognerebbe, se fosse vero che potesse essere pericoloso fare le terapie odontoiatriche, sottoporre al test di gravidanza, sistematicamente tutte le donne che si recano da un Dentista per qualsivoglia terapia od accertamento, dopo che si sono astenute da ogni rapporto sessuale per il numero di giorni in cui il test non può risultare positivo se fosse iniziata una gravidanza! Quindi si rilassi. Anche ai primi giorni di Gravidanza non può accaderle niente né può accedere niente al feto anche se in stato embrionale! Per di più Lei è alla 29ma settimana, non può accaderle niente né a Lei né al bimbo, ovviamente se la Gravidanza non è una Gravidanza a Rischio. Che si parlino il suo Dentista con il suo Ginecologo, eventualmente! E' una "sciocchezza"! Auguri neo mammina :) Cari saluti. In ogni caso anche se si volessi per qualche motivo valido, rinviare la terapia a dopo la nascita del o dei Bimbi :) ora si può fare qualsiasi terapia d'urgenza per metterla in condizione di non soffrire, di non fare aggravare la patologia odontoiatrica! Veramente Incredibile quanto le sta capitando! Un Mazzo di Rose per Lei, Gentile Mammina!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Buongiorno capisco le perplessità dei colleghi in quanto le cure odontoiatriche sulle gestanti si possono eseguire in tranquillità dal 3 al 6mese di gravidanza poi i rischi aumentano per il nascituro, queste sono le linee guida per curare una futura mamma. Comunque sono a sua disposizione anche telefonica per poterLe dare un aiuto in questi momenti di estremo dolore.il n. telefonico lo può trovare sul mio sito www.vajafabio.it Buona serata Vaja Dr. Fabio

Scritto da Dott. Fabio Vaja
Milano (MI)

Davvero sembra impossibile che sia necessario un dentista coraggioso. Basta un dentista che sa quello che fa. Come ad esempio il dr. Ruffoni che sa benissimo cosa si deve fare.. Infatti non c'è nessunissima controindicazione a usare sia anestesia locale che non dà fastidio al bambino, nè eventuali antibiotici che potrebbero non essere necessari se si interviene presto. Unica modestissima remora è per le rx. ma col grembiule di piombo si evita con certezza che il bimbo prenda raggi. VICEVERSA lo stato di dolore, lo stress che ne consegue e la infezione che si può sviluppare, questi SI che sono elementi molto dannosi per il bimbo!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig. Lidia, ha perfettamente ragione, purtroppo è stata sottoposta a terrorismo psicologico. Non è scritto in nessun libro che una donna in gravidanza non possa sottoporsi a cure odontoiatriche nel secondo e terzo trimestre. Forse un impianto o un grande rialzo del seno non lo farei (sarei comunque più preoccupato per lo stress), ma non vedo perché non si possa devitalizzare un dente. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

E' stata sfortunata a trovare colleghi che non conoscono le possibilità terapeutiche anche in gravidanza alla 29 settimana è possibile qualsiasi terapia, con le dovute attenzioni. Si affidi ad un odontoiatra esperto e professionale, non le serve uno coraggioso. Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Come hanno giustamente sottolineato a più riprese i miei colleghi, non estragga, ma curi i suoi denti (probabile terapia canalare necessaria). Il periodo più a rischio ë rappresentato dal primo trimestre, a seguire può stare tranquilla. E comunque é molto meglio fare un'anestesia locale, di fatto senza rischi per il feto, piuttosto che assumere antibiotici. Ed é molto peggio mantenere una condizione di stress e dolore così elevato senza gestirlo, per lei e per il feto.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Buongiorno signora, sono un odontologo forense e capisco benissimo le posizioni dei colleghi, anche se questo non vuol dire che lei non possa essere curata. Come per qualunque altra terapia è importante valutare il rapporto rischi-benefici. Sicuramente troverà un bravo odontoiatra che le illustrerà i rischi e le eventuali complicanze connesse agli interventi cui dovrà sottoporsi, attenendosi alle linee guida. Le consiglio anche di parlare con il suo ginecologo per essere rassicurata sul decorso della sua gravidanza e, di conseguenza, sulla possibilità di sottoporsi a terapia odontoiatrica
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Elisa Giuliana Albani
Catania (CT)