Domanda di Devitalizzazione

Risposte pubblicate: 7

Negli ultimi 5 anni mi è stato devitalizzato il 26 ed incapsulato

Scritto da ROCCO / Pubblicato il
Salve, ho 35 anni e ho sempre seguito il mio dentista fin dall'adolescenza. Negli ultimi 5 anni e' stato devitalizzato il num.26 ed incapsulato, ho sempre avuto fastidio, leggere perdite di sangue per via della masticazione e pressione alla gengiva. 2 anni fa inizia a farmi male diciamo seriamente, il mio dentista esegue i controlli e nota una carie accanto, il 27 viene medicato ed otturato. Per motivi personali non sono piu' stato costante nelle visite, non avendo dolori forti o cmq complicazioni tali ho evitato visite di controllo. 2 mesi fa si rompe il dente otturato, rimane aperto ed iniziano i dolori. Sia del 26 che del 27, dolori abbastanza forti. AL pronto soccorso viene medicato, dopo 10 giorni di antibiotici e torodol solo 5 giorni, vengo inviato al reparto per le estrazioni. Chiedo per la cura canalare ma il medico del pronto soccorso la sconsiglia perche' la carie e' troppo profonda e il successo meno del 50%. Il dente viene estratto, io quasi commosso, per me e' come un patrimonio, ho denti forti bianchi e vigorosi. Dopo 3 giorni ritorno il dolore al dente accanto il 26, quello devitalizzato incapsulato. Ritorno dal mio dentista privato(che nei mesi prima aveva avuto problemi di varia natura e in studio non era disponibile): devo rifare la cura canalare del 26 e tentare nuovamente. SEMPRE nell'arcata superiore, destra pero' ho un ponte, lui me lo tira giu' dicendomi che ho la radice da estrarre perche' esce pus, poi ci ripensa e dice invece che forse e' recuperabile e che puo' ricostruire il perno e rimettermi il vecchio ponte, insomma fare un altro tentativo(con questo ponte ho mangiato benissimo per 10 anni ) scusate se ho scritto parecchio, cortesemente le vostre impressioni? grazie ah tra 3 mesi dobbiamo decidere per l'impianto del 27...
Gentile Rocco, la panoramica non è l'esame fondamentale per il suo problema. Si tratta di effettuare una corretta diagnosi che si evince da una accurata visita con sondaggio gengivale ed rx endorale (non la panoramica assolutamente non utile in questo caso). Se la diagnosi è corretta anche la terapia sarà corretta. Lei ha svariati problemi probabilmente non trattati in maniera adeguata come la decisione di estrarre un molare solo perché ci sono 50% ???????? delle possibilità. Percentuale che non significa nulla poiché un dente può essere trattato oppure non trattato e lo si decide con accurata visita e non ricorrendo a fantomatiche percentuali che non hanno alcun valore in questo caso. Mi sembra che nel suo caso si stia procedendo per tentativi decidendo una cosa per poi ricredersi e deciderne un'altra. Le consiglio di affidarsi ad un dentista privato conosciuto e rinomato che potrà trovare tramite passaparola oppure anche su questo sito. Il dentista cui si affiderà deve ispirare profonda fiducia e deve essere in grado di fare diagnosi e procedere di conseguenza senza affidarsi alla fortuna o alle percentuali. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Signor Rocco, buongiorno. Addirittura Toradol (ketorolac). E' esagerato e non è indicato nel dolore lieve o di tipo cronico! Ha molte controindicazione per l'apparato Respiratorio, Cardiaco, Renale, Intestinale ed altro! Ha tante interazioni nocive con molti farmaci! Tutto questo perché agisce tramite l'inibizione della sintesi delle prostaglandine! "Chiedo per la cura canalare ma il medico del pronto soccorso la sconsiglia perche' la carie e' troppo profonda e il successo meno del 50%. Il dente viene estratto" Non ho capito, è stato estratto dal Medico del Pronto soccorso? Ma "è incredibile"! E Lei ha permesso che questo avvenisse? Incredibile anche questo. Si rende conto che è una "mutilazione"? Un danno grave ed inaccettabile per la sua salute, non solo della bocca ma anche generale? Ma perché non è andato da un Dentista Privato, un Professionista Titolare del Suo Studio che è quello che le da più "Garanzie" di serietà e Preparazione Professionale! "la carie e' troppo profonda", cosa significa! Niente! Niente! Ancora Niente!!!"la radice da estrarre perche' esce pus, poi ci ripensa e dice invece che forse e' recuperabile e che puo' ricostruire il perno e rimettermi il vecchio ponte"! Ma è ancora incredibile! Si procede ad una cura, così, senza una Diagnosi ed un piano Terapeutico! Si va avanti a "tentoni". Ma scherziamo veramente. Devo dire ancora " Povera Odontoiatria , dove stiamo andando a finire? Ed insieme con l'Odontoiatria, Voi pazienti siete quelli che soffrite di più da questo stato di cose!" . Se vuole risposte concrete deve fare una visita completa odontoiatrica da Dentista Valido, almeno stando al suo racconto! Mi dispiace dirlo ma è così! Che non si sappia fare una Diagnosi corretta in presenza di un ascesso, di un dolore etc, è veramente sconcertante. Che dirle se non chi ha buone orecchie per intendere, intenda! Come conclusione di tutto questo "scempio" lei cosa fa? Pensa all'impianto! No! Ero sicuro che si sarebbe andati a "parare lì". Non è fare il Medico Odontoiatra questo! E Lei è un paziente che si lascia Suggestionare da "Falsi Profeti"! Tra l'altro, la Rx corretta è una serie completa di Rx Endorali e non di una OPT che non serve a niente, nel suo caso! Il fatto che si sia iniziato tutto in base ad una OPT, la dice lunga sul perché di tutto il "resto"! La Diagnosi è Clinica, con l'ausilio di una Rx Endorale (o più) ed un Sondaggio Parodontale. due visite cliniche strumentali, semeiologiche e anamnestiche, intervallate da una preparazione iniziale con curettage e scaling e serie completa di Rx endorali, modelli di studio e tanto altro. Visite con sondaggio parodontale in sei punti di ogni dente di tutti i denti e tanto altro e seconda visita di rivalutazione con risondaggio delle tasche che ora indicheranno la reale profondità delle stesse perché è stato escisso il tessuto di granulazione presente! Solo così si arriva ad una Diagnosi e ad una pianificazione terapeutica. Tramite la Visita Clinica e le Rx endorali, oltre a valutare visivamente il parodonto profondo ai difetti ossei e la qualità della trabecolatura ossea, si valuta la eventuale sofferenza periradicolare o periapicale di tutti i denti.Si faccia Visitare da un Parodontologo. Glielo dice un Parodontologo. La Visita Parodontale diventa una visita "totale odontoiatrica". È quindi una visita complessa che richiede almeno un'ora/due ore, compreso un Colloquio col Paziente, seguita da una Preparazione Iniziale dell'apparato Stomatognatico, un rilievo di dati ed eventualmente analisi cliniche, che richiedono almeno ulteriori due/quattro ore ed infine una seconda visita detta Visita di Rivalutazione Parodontale, che richiede due/tre ore in cui si emette una Diagnosi, una Prognosi, un Piano Terapeutico non solo Parodontale ma Totale di tutti i problemi e Patologie presenti! Questo è essenziale per arrivare ad una corretta Diagnosi ed emettere una altrettanto corretta Prognosi. Insomma devo poter mantenere viva ed in allerta tutta la mia "Capacità di Clinico Medico e Parodontologo". Legga come faccio io una Visita leggendo sul mio Profilo "VISITA PARODONTALE", ma vale come visita Odontoiatrica generale, perché la visita che si fa nel mio studio, a prescindere dal motivo per cui è venuto il paziente, è questa! E stia certo che tutte le patologie "saltano fuori"! La Visita Gratis propende a far pensare che il Dentista sia "mediocre". Non esiste qualità a costi bassi! Come in un centro low cost, a basso costo dove fanno la visita gratis, la panoramica gratis etcetcetc! Ma purtroppo come accade anche da molti Dentisti Privati che non capiscono che La visita Odontoiatrica, ripeto , è un atto medico essenziale e "carico della cultura del medico e non può non essere fatta "pagare" con un giusto Onorario! Quindi se vuole un consiglio, scelga solo chi inizi una terapia o proponga o pianifichi una terapia, qualsiasi essa sia, solo dopo una adeguata visita Odontoiatrica completa e "colta"! Una visita Odontoiatrica è un atto medico importante e colto che richiede almeno un'oretta oltre un'altra mezzoretta per informare il paziente (consenso informato). Mi scuso coi Colleghi di Dentisti Italia se mi sono ripetuto per l'ennesima volta ma questo comportamento "che purtroppo è figlio di questi nostri tempi malsani e di questa nostra Società decadente" deve cessare! Io faccio il possibile. Una Visita Odontoiatrica è la massima espressione Culturale e di conoscenza Medico-Odontoiatrica e, se fatta come si deve , impegna il Cervello del Dentista per un'ora circa più una mezzora per le informazioni doverose di "consenso informato"! Legga come faccio io una Visita leggendo sul mio Profilo "VISITA PARODONTALE", ma vale come visita Odontoiatrica generale, perché la visita che si fa nel mio studio, a prescindere dal motivo per cui è venuto il paziente, è questa e stia certa che tutte le patologie "saltano fuori"! Non è Lei che deve "capire" è il Dentista! E non troverà certo il Dentista da chi fa le Visite Gratis!Vada dal Dentista, scelto per Fiducia e Stima e non in base a visite gratis e preventivi apparentemente convenienti! Segua la "Vox Populi" o cerchi su questo portale in "Trova Dentista " in Home page digitando la città e leggendo i curricula. Poi digiti il nome del Dentista su un motore di ricerca e se il Professionista è uno studioso, troverà curriculum, foto di interventi, corsi, congressi, pubblicazioni. Non sarebbe indispensabile avere tutto questo, ma almeno sa che sta recandosi da un Dentista colto e che fa cultura, il ché è già un buon inizio! In bocca al Lupo.Non troverà Mai due Medici che dicano le stesse cose ed allo stesso modo. L'importante è che l'obiettivo venga raggiunto e risolto con scienza e coscienza che sono alla base del Giuramento Professionale di Ippocrate! Cari saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Rocco, e se fosse il 25 che da dolore? Basta passare dal pronto soccorso che le tolgono 25,26!! Lei sta parlando della sua salute, occorre un minimo di serietà, RX endorali, diagnosi e corrette cure. Questi fatti succedono a volte a chi si rivolge a strutture dove non si paga la visita, dove si ottiene OPT e preventivo e scarsa visita. Molte volte pagare una visita seria senza OPT fa risparmiare costi biologici e monetari futuri.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Buongiorno. Concordo con i colleghi precedenti, solo attraverso una visita professionale si può raggiungere UNA diagnosi e di conseguenza il piano di trattamento che può o non può avere delle difficoltà. Da ciò che emerge dalla ortopanoramica, che non è assolutamente sufficiente per fare diagnosi, evidenzio che lei ha diversi problemi. Non concordo con alcuni colleghi che dicono di rivolgersi solo a studi privati in quanto io, personalmente , svolgo la attività sia in struttura pubblica che nel mio studio privato e la mia capacità e comportamento professionali sono esattamente identici nelle due strutture. La professionalità dipende dal soggetto e non la struttura. Auguri
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giancarlo Cacciotti
Roma (RM)

Gentile Sig. Rocco, mi sembra tutto molto surreale. Una propensione a togliere un dente probabilmente recuperabile e una grande incertezza nel da farsi ed andare a tentativi. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Premesso che la sua panoramica non mi sembra aggiornatissima nè è l'esame di elezione per fare diagnosi (rappresenta soltanto un indicativo della sua bocca), mi sembra di capire che: il 27 sia stato estratto (valutare la situazione ossea e parodontale e quindi consigliarle o meno un impianto mi è impossibile); il 26 deve essere ritrattato (cura canalare incongrua, necessario rimuovere la capsula e tentare un ritrattamento) e quindi eventualmente nuovamente ricoperto; la radice del 15 è difficilmente recuperabile, la vedo a prognosi non molto favorevole per un pilastro di ponte (piuttosto da valutare la soluzione implanto - protesica).
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Ci vorrebbe una panoramica recente, cmq il danno è stato fatto ora servirebbe effettuare dei rialzi di seno mascellare per l'inserimento degli impianti di 16 e 27, devitalizzare 15 e ricoprirlo.

Scritto da Dott. Pierpaolo D'Aquino
Milano (MI)