Domanda di Devitalizzazione

Risposte pubblicate: 5

Devo per forza farmi estrarre il dente per colpa di una devitalizzazione mal riuscita?

Scritto da elisabetta / Pubblicato il
Buongiorno, circa 6/7 mesi fa mi hanno fatto una devitalizzazione parziale perchè non sono riusciti ad arrivare fino in fondo ai canali del dente che è posto prima del dente del giudizio in basso a dx. Questo dente è stato devitalizzato e su questo è stata messa una capsula, ora a distanza di 6/7 mesi mi ha cominciato a far male durante la masticazione sono tornata nuovamente dal dentista e mi ha fatto una lastra dove ha notata un'infiammazione attorno alle radici mi ha livellato il dente abbassandolo pensando che fosse troppo alto ma il problema si è ripresentato sono tornata e ha deciso di toglierlo perchè mi ha detto che è infiammato ma oltretutto nel dente mio originale c'è una sacca o fessura che si continuerà a infiammare. Volevo sapere se è l'unica alternativa togliere il dente oppure si può fare qualche cosa d'altro.
Cara Elisabetta per un parere sarebbe necessario fare una giusta diagnosi del problema e quindi vedere almeno la radiografia. In linea generale se il problema è soltanto la devitalizzazione parziale come dice lei, è sufficiente eseguire un adeguato ritrattamento endodontico. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Alessandro Aglietti
Firenze (FI)

Assolutamente NON lo faccia ESTRARRE...cara Signora Elisabetta...il Denti si può e si deve curare...in linea di massima perchè non l'ho vista clinicamente...mettiamo un pò d'ordine le spiego come ci si comporta (da parte del Dentista)) in un caso così...= = bisogna procedere così: 1- Bisogna iniziare almeno tre giorni prima di intervenire una copertura antibiotica con un antibiotico potente, a largo spettro soprattutto su anaerobi gram neg. come il ceftriaxone bisodico in fiale intra muscolari da 1Gr. (una al di per tutto il trattamento e proseguire oltre di almeno 4/5 giorni. (ovviamente è solo un suggerimento ...non posso prescrivere antibiotici per vie web senza neanche averla vista e fatto una anamnesi accurata...lo farà il suo medico Dentista che la prenderà in cura)!!!!Faccia la prima seduta un lunedì...la seconda un Venerdì e la terza di chiusura dei canali il Lunedì successivo...in modo da assumere, partendo da tre giorni prima e terminando 4/5 giorni dopo, in tutto 14/15 Fiale da 1 Gr. (una al dì) 2- procedere alla rimozione delle vecchie terapie canalari (fatta prima la diagnosi però!!!) e quindi alla strumentazione accurata con lavaggi (sotto diga ovviamente) di ipoclorito neutralizzato poi da acqua ossigenata e lavaggi soprattutto prima della chiusura provvisoria a fine seduta con prima Clorofenolocanforato, poi con lo stesso antibiotico lasciato dentro il canale. Si chiude poi il dente alla fine di ogni seduta con membrana osmotica per impedire la reinfezione dei denti coi microbi da fuori a dentro e nello stesso tempo per fare uscire il gas prodotto dai microbi sopravvissuti dentro che causerebbe pressione e quindi dolore! E qui finisce la prima seduta! 3-Nella seconda seduta si rifinisce la strumentazione... si vede se c'è pus ( se c'è bisogna programmare altre sedute) si ripete tutto e si chiude sempre con membrana osmotica... 5-infine in terza seduta si chiude il dente... Il Dentista anche se per motivi logistici non avesse potuto iniziare subito una terapia del genere avrebbe dovuto fare almeno la prima seduta sotto diga per decomprimere il dente e disinfettarlo e chiuderlo con la famosa membrana osmotica affinchè non avesse dolore...! Se poi non fosse possibile fare tutto questo per la presenza della corona (capsula)...difficile perchè di regola si può forare la corona per procedere alla terapia e poi chiuderla con amalgama d'argento lucidata. Altrimenti si curano le radici per via retrograda ossia chirurgica...si scolpisce un lembo di accesso all'osso...si perfora...l'osso...a livello degli apici delle radici...e si curano le radici entrando in esse dall'apice...per via retrograda ...poi si sigilla l'apice agli apici con MTA o con Amalgama d'argento chirurgica priva di zinco...: le cause della osteolisi periapicale causa della sua infezione sono con ogni probabilità da ricercare nel fatto che a suo tempo le radici non erano state trattate e chiuse fino agli apici...ma le terapie a quanto riferisce lei erano corte...questo fa selezionare dei microbi cattivissimi anaerobi gram negativi che vivono nei canali non trattati ed infettano i tessuti periapicali anche dopo anni! cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gent.ma Elisabetta , direi che non è assolutamente il caso di procedere ad una estrazione. Ma dovrebbe essere sufficiente un ritrattamento canalare per ricuperare completamente il dente. Stia tranquilla perchè questi sono problemi di routine nella nostra pratica. La saluto cordialmente e resto a disposizione

Scritto da Dott. Luca Pieroni
Milano (MI)

Sig. Elisabetta, per pronunciare sentenze al suo dente, come giustamente dice il collega Aglietti, occorre una diagnosi certa, che solo il suo odontoiatra può eseguire.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Sarebbe opportuno tentare un ritrattamento del dente con una nuova canalare cercando di arrivare fino all' apice, Questo per asportare l'infezione che si è creata nell'estremità apicale del dente.

Scritto da Dott.ssa Renata Rinaldi
Roma (RM)