Domanda di Detartrasi

Risposte pubblicate: 6

Tartaro e pulizia denti

Scritto da Mirko / Pubblicato il
Salve circa 1 mese e mezzo fa ho fatto l'ablazione tuttavia ultimamente mi si è riformato da poco del tartaro sulla parete esterna di un dente (dente vicino al canino) poichè per la prossima pulizia dovrò attendere Giugno, visto che mi è stato consigliato di farla ogni 6 mesi, volevo sapere se in questi 5 mesi il dente potrebbe avere conseguenze negative? Per non peggiorare ulteriormente l'accumulazione di tartaro oltre a lavare bene quando è possibile i denti dopo ogni pasto che cibi sarebbe opportuno evitare? Scusate le domande forse un pò banali. Grazie in anticipo per le risposte. Saluti.
Caro Signor Mirko... se ha tartaro vuol dire che l'igiene orale personale non è corretta...le è stata insegnata mi auguro. In ogni caso dipende dal tipo di tartaro...se è bianco-giallo (chiaro) è di recente formazione e deve ricerare Lei le cause nella sua Igiene con lo spazzolino ed il filo interdentale...ci sono delle pasticchette rivelatrici di placca batterca che sciolte in bocca colorano i denti e le gengive la dove non è stato tolto bene la placca con lo spazzolino (ovvio che le asticche vanno sciolte dopo la pulizia con lo spazzolino) e lì ci ritorna con lo spazzolino fino ad individuare le zone che pulisce male...o il suo Dentista deve ricercare se ci sono sutuazioni anatomiche...gnatologiche...ortdontiche...parodontali...che fanno si che alcune zone della bocca siano impulibili da lei...ed allora deve Lui saper provvedere a rendere la sua bocca pulibile!...se il tartaro è scuro allora è di vecchia data...se avesse problemi di gengivite (legga per favore il mio articolo su di essa nel mio profilo negli articoli...)allora ha bisogno di un Parodontologo!...perchè probabilmente oltre alla Pulizia dei denti dal dentista (dAblazione)...ha bisogno di un Curettage e scaling ...per brevità...lo trova sempre tra i miei articoli...in ogni caso il tartaro va rimosso perchè danneggia la gengiva da una parte e il dente dall'altra...sempre per lo stesso motivo...è carico di milioni e milioni di microbi causa di gengivite e parodontite (volgarmente "Piorrea" da una parte e di carie dall'altra!...si rifaccia vedere dal suo Dentista e senta cosa le dice...cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Mirko, il consiglio di una igiene professionale semestrale non significa che, se ne ha bisogno, non deve farne una anche prima! Però in un mese non dovrebbe riformarsi tartaro, se lei attua una buona pulizia quotidiana e mastica bene. Le consiglio di fare maggior attenzione alla tecnica che utilizza per pulirsi i denti, e controlli da solo se mastica bene e se i suoi denti dell'arcata superiore vanno in buon contatto con quelli dell'arcata inferire (ha denti storti?). Poi torni dal suo dentista e rivaluti con lui queste stesse cose. Imparerà così a gestire meglio la cura e la salute della sua bocca. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo De Fazio
Casalnuovo di Napoli (NA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Mirko, ritengo la sua domanda pertinente e non banale. Probabilmente lei spazzola i suoi denti guardando il lavandino, come del resto fanno moltissime persone. La bocca va pulita guardando cosa si pulisce, allo specchio, senza acqua e senza dentifricio, gli americani dicono “dry washing”, cioè spazzolamento a secco. La placca non si deposita in modo omogeneo sulle superfici dentali, ma solo in alcune zone ben precise, identificabili con pastiglie rivelatrici di placca. Non le resta che identificare le zone critiche e abbattere giornalmente la placca, evitando la formazione di tartaro. Ritorni dal dentista, si faccia recuperare le zone colpite dal tartaro, poi segua i miei consigli, vedrà che riuscirà a mantenere una dentatura priva o con pochissimo tartaro. Legga la pubblicazione "LA BOCCA”, troverà dei consigli per risolvere i suoi problemi.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile Mirko, la cadenza semestrale per la pulizia del tartaro è la più comune. Però alcune persone hanno bisogno di tempi più ravvicinati. E' normale quindi fare anche 3 o 4 sedute di detartraggio in un anno. Però forse nel suo caso è opportuno solo rivedete la tecnica di pulizia. Non lasci da parte lo scovolino ed il filo interdentale. Lo spazzolino va usato come terzo strumento dopo appunto il filo e lo scovolino. Qualche suggerimento per migliorare la sua tecnica di pulizia orale lo può forse ottenere visionando il video "igiene orale" presente in questo portale. Cordialità
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Michele Caruso
Treviso (TV)
Consulente di Dentisti Italia

a) Lei scrive :...poichè per la prossima pulizia dovrò attendere Giugno, visto che mi è stato consigliato di farla ogni 6 mesi, volevo sapere se in questi 5 mesi il dente potrebbe avere conseguenze negative? Tale circostanza, merita di anticipare l'appuntamento, per chiarire con il Suo Odontoiatra, che avrà il piacere di rivederla (in carne ed ossa, noi no!), quali sono le circostanze che nella fattispecie hanno causato tale accumulo di tartaro. b) La Detartrasi, deve essere sempre preceduta da un'adeguata Informazione circa i fattori causali che generano la formazione della placca batterica e del tartaro ed i Mezzi di Igiene orale, che servono per combatterla (spazzolino, pastiglie rivelatrici di placca, filo interdentale, scovolini, raschialingua, colluttori, idropulsore, etc.). Inoltre merita una particolare attenzione una corretta informazione circa la corretta "Cronologia di Assunzione dagli Alimenti". Pensi un pò che alcuni anni addietro con estrema meraviglia un noto Docente Universitario (ma ciò succede a tanti altri Pazienti !), prese atto che la sua ineccepibile Igiene orale effettuata alle ore 7,30 del mattino, veniva nullificata dal cornetto e cappuccio consumati alle 8,20 al bar dell'Università poco prima di dare inizio alla Sua quotidiana attività e tale deprecabile abitudine si ripeteva similmente con il caffè zuccherato o con l'amaro dopo pranzo e frequentemente tale rito veniva ripetuto qualche ora dopo cena (dopo l'igiene orale !) nel corso di qualche Riunione o Conferenza serale. Come vede, basta raggionarci un pò sù ...ma chi non ha mai peccato scagli la prima pietra.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sergio Audino
Palermo (PA)

Se si è reso conto che si è riformato del tartaro ritorni dal suo dentista anche se non sono passati 6 mesi, comunque penso che ci sia qualche carenza nella tecnica di spazzolamento. Saluti

Scritto da Dott. Marco Dettori
Sassari (SS)