Domanda di Detartrasi

Risposte pubblicate: 5

E' da luglio scorso che convivo con le mie macchie marroni sui denti

Scritto da davide / Pubblicato il
Salve, è ormai dal luglio scorso che convivo con le mie macchie marroni sui denti. Le macchie sono sia sulla parte interna(verso il palato) sia sulla parte esterna, sono marroni e inoltre alcuni denti sono più bianchi vicino alla gengiva (il bianco segue la forma della gengiva tipo ad arco)e dopo il bianco iniziano le macchie.. su altri denti invece ci sono sempre macchie "giallastre" che partono dalla gengiva(es. sui molari), anche gli incisivi sembrano sporchi nella parte interna rivolta al palato. In luglio ho effettuato una detartrasi più air flow con bicarbonato e tutto sembrava risolto (il dentista mi aveva detto che era stato un collutorio), poi però dopo un mese tutto è ricomparso. A settembre sono ritornato dal dentista il quale mi ha assicurato che non ho lo smalto rovinato e ha provveduto alla sola lucidatura degli incisivi. Ho aspettato fino a febbraio e stufo della situazione ho provato a cambiare dentista, ma anche questo ha dato la colpa ad un collutorio alla clorexedina che avevo usato ancora prima della pulizia di luglio e mi ha detto che lo smalto non sembra rovinato e che l'unico difetto che vede è negli incisivi laterali trasparenti. Anche in questo caso le macchie sono scomparse con la lucidatura ma dopo un mese si sono di nuovo ricomparse, anche se in misura minore, in particolare sempre su una zona. A questo punto non so più cosa fare, visto che non posso continuare a farmi lucidare i denti. Non fumo, non bevo mai caffè, saltuariamente thè, mai coca cola. Uso sempre di notte una contenzione (bite). A cosa può essere dovuto? Vi ringrazio in anticipo. Cordiali saluti
Se è vero che lo smalto non è rovinato, e che le macchie sono solo superficiali, allora può essere l'espressione di uno sbagliato metodo di spazzolamento, oppure di un bite non pulito a dovere, che una volta messo in posizione "sporca" i denti. E' sicuro di non utilizzare un dentifricio alla clorexidina? spesso questo principio attivo è presente anche nei dentifrici. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Caro Signor Davide,ci sono persone che devono fare la pulizia dei denti ogni tre mesi ed anche il curettage e scaling che forse lei non ha mai fatto. Ma soprattutto il Dentista deve fare una diagnosi, ossia accertare di che natura siano queste "macchie" se di comune placca batterica, (magari inscurita da qualche sostanza come nicotina da sigaretta o pipa, ferro da carciofi o spinaci o altre sostanze, miceti (=funghi),batteri cromogeni, composizione della saliva e del liquor del solco gengivale) e fare una visita parodontale per accertare che non siano presenti tasche parodontali. Insomma ha bisogno di una buona visita ed insegnamento di un buon uso dello spazzolino da denti e delle sue caratteristiche.La diagnosi di "funghi" deve essere approfondita. Funghi ce ne sono tanti e di diverso tipo e sarebbe opportuno identificare il "fungo", questo per essere super pignoli e professionali! Così anche quella di batteri cromogeni. Basta fare in ogni caso un prelievo con uno strumentino adatto per raccogliere il liquor crevicolare , cosa che può fare qualsiasi dentista privato che abbia una minima conoscenza di parodontologia e microbiologia. Poi va messo in una provetta chiusa con dentro un ambiente conservante che non sto a spiegare perchè non si può via Web e lo invia poi ad un laboratorio privato a pagamento o in un centro attrezzato a questo scopo che il Dentista, in ogni città certamente conosce come riferimento!! E delle macchie stesse! Insomma non si va a tentoni ma bisogna fare una diagnosi certa!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Carissimo sig. Davide, per rispondere al suo quesito bisogna visitarla. In ogni caso in assenza di abitudini viziate (consumò esagerato di caffè tea verde) o sostanze che pigmentano il dente non dovrebbe verificarsi il problema che manifesta.

Scritto da Dott. Alvise Cappello
Padova (PD)

Gentile Sig. Davide, potrebbero essere colonie di batteri cromogeni o miceti. Per suggerirle una soluzione bisognerebbe però visitarla. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Davide, perchè non può eseguire lucidature professionali frequenti? Alcuni artisti si sottopongono settimanalmente, certo devono essere eseguite da un professionista abilitato. Tra le cose che non fa, manca vino e liquirizia e molte altre cose, poi perchè non richiede un consulto a un igienista dentale che le insegnerebbe come mantenere una corretta pulizia domiciliare del cavo orale.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)