Domanda di Detartrasi

Risposte pubblicate: 1

Detartrasi e denti ruvidi.

Scritto da andrea / Pubblicato il
Pongo due brevi quesiti.
1) Recentemente mi sono sottoposto ad un trattamento di igiene orale professionale consistito nella detartrasi con ablatore e successivo spazzolamento della superficie dentale previa applicazione di non so quale composto. Dopo alcuni giorni ho la sensazione che la superficie dei denti sia diventata "ruvida", come se lo smalto si fosse abraso. Mi è stato detto dal dentista che l’apparecchio per la detartrasi non è in grado di lesionare lo smalto né tantomeno lo sono le spazzoline, che anzi vengono utilizzate proprio per rendere liscia la superficie e impedire che si riformi immediatamente il tartaro; il composto sarebbe nient’altro che una pasta dentifricia innocua (sempre a detta del dentista). Oltretutto non era la prima volta che mi sottoponevo a quel tipo di trattamento. Le chiedo pertanto un parere in merito. Come posso eliminare questa fastidiosa ruvidezza, percepita con la punta della lingua?
2) Da tempo un dente premolare mi dà problemi di sensibilità alla dentina sulla parte laterale esterna. Apparentemente è integro, ma se lo tocco ad es. con la punta dell’unghia accuso sensibilità. Il dentista mi ha sottoposto dapprima ad un trattamento di leggera ricostruzione con applicazione di pasta, poi ha usato un prodotto desensibilizzante che a suo dire stende una pellicola sottilissima sul dente che nel giro di 15-20 giorni dovrebbe eliminare la porosità dello smalto e isolare la dentina.
Può darsi che ci sia bisogno di passare sui suoi denti una pasta levigante. Al termine della detartrasi normalmente si procede alla levigatura dei denti con speciali paste abrasive.
Va bene l’isolante dentinale per arrestare la sensibilità.