Domanda di Denti e bellezza

Risposte pubblicate: 13

Denti scuri, con tonalità di grigio e giallo, e veneers

Scritto da Marta / Pubblicato il
Ho 32 anni e dall’eta’ di 7 anni, ovvero da quando ho cambiato i denti da latte, ha i denti scuri, con tonalita’ di grigio e giallo. Questo è stato causato dagli antibiotici presi dall’eta’ di 3 anni fino ai 15 anni per una tosse che perennemente mi assillava…poi all’improvviso e’ sparita da sola, lasciandomi questo bel regalo. Ho consultato tantissimi dentisti senza mai ottenere una risposta positiva, ogni dentista consultato mi ha sempre detto che non si poteva intervenire in nessun modo in quanto i miei denti sono allo stadio più grave. Sono sempre stata indagine di studio e ricerche…senza risultati. Tengo a precisare che i denti non sono marci, anzi godono di ottima salute… ma non hanno smalto e sono a dir poco orrendi. Possibile che con le tecnologie di oggi non esistano dei metodi per sbiancare anche denti simili ai miei? Questo complesso ormai mi attanaglia di continuo… vorrei semplicemente un sorriso normale….non pretendo un sorriso alla “Ventura". Grazie infinite
Cara Marta, è vero con le tecniche di sbiancamento non si risolve il tuo problema, però esistono tecniche di veneering (impiallacciamento) che lo risolvono in modo soddisfacente senza danneggiare i tuoi denti. In pratica si rilevano le impronte dei tuoi denti, si scattano delle foto e poi si costruiscono delle faccette molto sottili che vengono incollate sui tuoi denti.Io ho esperienza della tecnica GLAMSMILE e LUMINEERS e danno ottimi risultati. Cerca il centro autorizzato piu' comodo per te sul sito www.glamsmile.it. Cordiali saluti dott.Ferruccio Morandi
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Ferruccio Morandi
Pistoia (PT)

Cara Marta, la discromia dentale intrinseca ( colorazione anomalamente scura) generalmente è risolvibile con successo mediante tecniche di sbiancamento professionale che sono innoque e che, se non raggiungono il risultato voluto, possono lasciare il passo al trattamento protesico, estremamente poco invasivo, mediante l'uso di faccette ceramiche e/o in materiele composito. così come espopsto dal collega precedente. Cordiali saluti.Stefano Bacconi.

Scritto da Dott. Stefano Bacconi
Roma (RM)

Anche io consiglio le veneers essendo il tuo caso non risolvibile con lo sbiancamento. Puo provare a documentarsi stesso su internet. Ci sono migliaia di foto che dimostrano come queste sottilissime faccette estetiche possano modificare totalmente un sorriso e risolvere il problema senza sacrificare i denti.

Scritto da Dott.ssa Emma Volpe
Siracusa (SR)

E già! Purtroppo ti possono aiutare soltanto le faccette in ceramica. Sono un po' costose ma sicuramente risolverai il tuo problema.

Scritto da Dott. Alessandro Gionfriddo
Siracusa (SR)

Credo che sia corretto consigliare e procedere per gradi; un primo tentativo di "sbiancamento" impiegando materiali e tecniche di ultima generazione, va fatto. In caso di insuccesso, anche solo parziale, sarà possibile comunque ragionare su una condizione meno negativa, che sarà di grande vantaggio per il secondo, eventuale, passo. Il secondo passaggio è costituito dalla ricostruzione estetica mediante "faccette" in ceramica.

Scritto da Dott. Dario Galli
Bologna (BO)

Questo tipo di pigmentazione non è a livello dello smalto ma maggiormente sl croms del dente, se i suoi denti sono sani, penso che le strade consigliate dai colleghi siano state più che sufficienti, può tentare uno sbiancamento????? l'unica soluzione certa sono le faccette. Dott.Aniello Senese

Scritto da Dott. Aniello Senese
Vallo della Lucania (SA)

Le decolororazioni da tetracicline si risolvono solo con la combinazione tra sbiancamento con lampada al plasma, sbiancamento notturno e faccette in ceramica

Scritto da Dott. Francesco Ferrini
Frascati (RM)

Non è facile darle una risposta senza aver visionato il caso, probabilmente gli odontoiatri che le hanno rifiutato le cure preferiscono valutare molto bene il costo biologico rispetto ai benefici.Sono a sua disposizione per eventuali chiarimenti ruffonidiego@virgilio.it

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Una discromia da tetracicline, vista la giovane età, puo' essere trattata con cicli di sbiancamento con perossido di carbamide. Consiglierei di provare con tale metodica e, se dovesse fallire, valutare in seguito l'ipotesi delle faccette. Cordiali Saluti Dott. Elio Chello

Scritto da Dott. Elio Chello
Roma (RM)

Gentile Sig.ra da quanto descritto credo lei manifesti una tipica discromia, presumibilmente da tetracicline. Non conosco la gravità del suo quadro clinico ma in molti casi uno sbiancamento può offrire una soluzione adeguata o, per i casi in cui non fosse praticabile o non risolutivo, esiste la possibilità di applicare delle faccette in resina o in ceramica che consentono di ottenere ottimi risultati. Capisco e condivido la sua esigenza di sorridere senza implicazioni psicologiche e pertanto la esorto a cercare la soluzione che quasi sempre è individuabile. Saluti Dott. Paolo Manzo
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Manzo
Frattamaggiore (NA)

Sullo stesso argomento