Domanda di Denti e bellezza

Risposte pubblicate: 11

Vorrei sapere l'identità di questa macchia sul dente

Scritto da Maddalena / Pubblicato il
Buongiorno, egregi dentisti vorrei sapere l'identità di questa macchia sul dente!grazie mille per la collaborazione.
Tartaro, deve fare un'igiene dal suo dentista. Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Gengivite. Etiopatogenesi Diagnosi e Terapia. Da casistica Dottori Gustavo e Claudia Petti Parodontologi di Cagliari
Cara Signora Maddalena, buongiorno, placca batterica in enorme quantità, tartaro e sospetta carie del colletto nel dente superiore che mostra, ma può essere benissimo tartaro! Pessima Igiene Orale e assoluta trascuratezza della propria salute, dei propri denti e delle proprie Gengive e Parodonto. Dato che chiede e mostra foto, le segnalo che ha una Gengivite in atto, per l'aspetto lucido e deformato della Gengiva libera a livello della parte esterna del solco marginale e delle papille interdentali. Ripeto, Dall'aspetto lucido delle sue gengive e dall'arrossamento delle papille e dalla alterazione della forma non più armoniosa della loro festonatura si evince che è in atto una Gengivite certamente e forse una Parodontite. In presenza di un tale sospetto diagnostico, bisogna subito visitarla clinicamente (due visite intervallate da una preparazione iniziale con curettage e scaling e root planng. Visite con sondaggio parodontale in sei punti di ogni dente di tutti i denti e tanto altro e seconda visita di rivalutazione con risondaggio delle tasche che ora indicheranno la reale profondità delle stesse perchè è stato escisso il tessuto di granulazione presente)! Legga nel mio profilo "VISITA PARODONTALE" e " CURETTAGE E SCALING" e "La 'tasca parodontale.... questa sconosciuta!' e "Parodontite (nozioni di etiopatogenesi, clinica, diagnosi)" e le numerose pubblicazioni da me scritte sulla Parodontite e sulla Parodontologia in genere, ne ha una vastissima scelta! Bisogna subito fare una Diagnosi differenziale tra Gengivite e Parodontite. Le devo dire le nozioni fondamentale sull'aspetto della gengiva sana e sulla sua funzione protettiva nei confronti del parodonto profondo. Le papille hanno forma conico piramidale, riempiono gli spazi interdentali fino ai punti di contatto interprossimali dei denti. Esse presentano (ma non sempre) docce naturali; per il passaggio del cibo durante la masticazione. In corrispondenza di queste docce, sulla superficie esterna dei setti ossei si trovano dei solchi incavati, detti canali di scarico, che assolvono la funzione dello scorrimento del cibo. I margini convessi, il solco gengivale e le papille interdentali costituiscono la gengiva libera. Tra essa, in senso apicale, e la linea di giunzione mucogengivale, e la gengiva aderente. La linea di giunzione muco gengivale è ben riconoscibile (mettendo per esempio in trazione il labbro inferiore) aderente (ad essa coronale, rosa nel disegno) dalla mucosa alveolare (ad essa apicale, viola nel disegno). La gengiva aderente ha consistenza compatta, color rosa corallo ed ha una superficie punteggiata "a buccia di arancio". L'aspetto a buccia d'arancio che ha la gengiva sana è dovuto alla compenetrazione bilaterale dell'epitelio (dall'esterno all'interno) con il connettivo (dall'interno all'esterno). Le zone elevate corrispondono a proiezioni connettivali, e zone depresse a proiezioni epiteliali. Poichè in una gengivite sono proprio le fibre connettivali a "soffrire" e quindi a "rompersi", si ha la perdita dell'aspetto descritto e si forma un aspetto lucido che è il pr imo sintomo di gengivite, come ha lei. Ovviamente questo danno connettivale provoca sanguinamento. Un altro concetto essenziale è che non possiamo più considerare il dente e la sua patologia"da solo",il parodonto e la sua patologia "da solo",ma dobbiamo abituarci a considerare il complesso dente-tessuto come un unico organo: parliamo infatti di "unita dentale" che è un organo formato dai denti e dai loro tessuti di sostegno molli e duri . Come abbiamo visto, quindi, c’è una strettissima relazione di forma ed armonia tra Denti, Gengive, Linea di Giunzione Mucogengivale ed osso sottostante. Tutti questi organi devono essere in equilibrio tra di loro per avere quello che gli "Statunitensi" chiamano "Natural smile", "Sorriso naturale", che è dovuto ad una proporzione tra "pink aesthetics" and "white aesthetics", ossia tra l’estetica rosa (dovuta alle gengive) e l’estetica bianca (dovuta ai denti). Se la proporzione tra queste due componenti viene meno e si ha il prevalere, rispettivamente, dell’una (Gummy smile, ossia Sorriso Gengivale), come nelle ipertrofie gengivali o dell’altra (White smile, ossia sorriso bianco) per eccesso della componente dentale come avviene per esempio nelle recessioni gengivali e nella Parodontiti. La Parodontite invece è una malattia dovuta ad azione dei batteri che entrano i profondità tamite la formazione della tasca parodontale e dalla loro interazione col sistema immunitari locale (in particolare linfociti T) e sistemico, hanno una azione distruttiva sui tessuti molli (gengiva) e duri (osso). La terapia in parole semplici e stringate consiste essenzialmente nel ricostruire chirurgicamente ciò che la malattia parodontale avesse distrutto! Ora è precoce parlarne! Ci tengo a sottolineare, per farle capire quanto sia importante la visita Odontoiatrica in caso di Sanguinamento gengivale, che oltre a queste patologia locali, un sanguinamento delle gengive può essere il primo sintomo di malattie sistemiche dalle più tranquille alle più severe. Malattie ematiche, del midollo osseo, del sistema reticoloendoteliale, del parenchima, del mesenchima, anemie e tutte le malattie ad esse connesse! Quindi una Diagnosi Differenziale Clinica Sistemica è essenziale! Le lascio un Poster che le spiega cosa sia e come si cura una Gengivite tipo quella che ha lei, Gentile Signora Maddalena. Cari saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Molto tartaro sopra e sotto gengivale, deve fare un'igiene superficiale e profonda con lavaggi parodontali

Scritto da Dott. Gianluca Cicardi
Erba (CO)

Sig. Maddalena, chi non si sottopone alla visita odontoiatrica semestrale è facilmente colpito da queste devastanti patologie, con costi biologici e economici non indifferenti. Le consiglio una visita al più presto per prevenire tutte le patologie che colpiscono il cavo orale, in modo da limitare la perdita biologica e contenere futuri costi esorbitanti.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Tartaro tartaro e ancora tartaro. Igiene orale necessaria, con evidente gengivite (e forse parodontite). È ipotizzabile anche la presenza di una carie (quella macchia scura a cui si riferisce), però per questa occorre visitarla. Superfluo ma doveroso consigliarle, nell'immediata, una accuratissima seduta di Igiene Orale, come minimo, con detartrasi, e anche una Visita Parodontale completa con sondaggio parodontale (per poter fare diagnosi specifica) e a seguire scaling - curettage sottogengivale (per una rimozione completa di placca e tartaro anche nelle zone sottogengivali). Nel caso poi sia presente anche una o più carie, dopo aver rimosso tutto il tartaro sarà più chiaro.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Necessaria visita odontoiatrica e parodontale con seduta di igiene orale.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Maddalena, semplicemente i denti sono sporchi. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Signora Maddalena nella sua bocca c'è semplicemente molto tartaro. È necessario fare una seduta di igiene orale. In quell'occasione verrà fatta anche una visita per capire se ci sono eventuali patologie. Cordiali saluti

Scritto da Dott.ssa Francesca Ferrazzano
Napoli (NA)

Gentile Maddalena, sembra una carie della radice, tenga presente che la placca ostacola la visione. Le consiglio di procedere ad una seduta di igiene orale e alla otturazione della carie. Tra l'altro è importante che impari ad usare lo spazzolino elettrico. Cordiali saluti

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Di Palermo
Carini (PA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Maddalena, all'arcata superiore, per quello che si riesce a vedere, dovrebbe essere una carie del colletto, mentre all'arcata superiore è tartaro. Lei ha bisogno di una accurata igiene orale professionale, e una attenta spegazioe su come usare filo e spazzolino. Sono certo che se si spazzola i denti vedrà del sangue, Lei ha attualmente una gengivite sierosa emorragica, spesso si alza la mattina con una sensazione di bocca impastata o amarognola, insieme alla sensazione di non avere mai la bocca veramente pulita. Spero di esserle stato d'aiuto. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo De Felice
Sapri (SA)

Sullo stesso argomento