Domanda di Denti e bellezza

Risposte pubblicate: 10

Sto eseguendo uno sbiancamento denti professionale a domicilio

Scritto da Massimo / Pubblicato il
Buongiorno, sto eseguendo uno sbiancamento denti professionale a domicilio (tipo whitestrips) e fin dalla prima applicazione ho notato che a distanza di qualche ora cominciano a far male i denti, dolore che sembra scomparire dopo varie ore... Vorrei sapere se la cosa è normale e soprattutto se esiste qualche prodotto rimineralizzante o desensibilizzante da poter usare prima o dopo il trattamento sbiancante che attenui il dolore. Grazie
Gentile Massimo, la sensibilizzazione dei denti dopo l'applicazione di prodotti chimici è normale ma per prudenza le consiglierei di effettuare il trattamento sotto controllo da un odontoiatra che completerà lo sbiancamento con l'applicazione dei prodotti da lei menzionati. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Caro Signor Massimo, premesso che uno sbiancamento professionale non può essere a domicilio ma solo nello studio del Professionista Odontoiatra, è ovvio che per dirle cosa possa essere successo, dovrei visitarla! Detto questo, la seduta di sbiancamento va fatta solo dopo accurata visita Odontoiatrica che accerti lo stato di salute dei denti, in paricolare dei colletti (che non ci siano erosioni o recessioni gengivali, per esempio) e in particolare delle Gengive (che non ci siano Gengiviti o peggio ancora tasche parodontali che sono manifestazione di Parodontite in atto!) Fatto questo, tutti i perossidi e sostanze sbiancanti in genere, di qualsiasi composizione, sono altamente lesivi per le gengive che bisogna proteggere comunque con la diga di gomma! Sempre che non ci siano patologie tra cui le suddette che vanno curate prima di procedere allo sbiancamento! La diga di Gomma la mette il Dentista. Non può autocurarsi! Vada dal Dentista!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

L'applicazione dei prodotti menzionati produce ipersensibilità. Concordo col Collega Dr Santomauro nel dirle che sarebbe opportuno effettuare il trattamento sotto il controllo di un odontoiatra. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Cosimo Coscia
Collegno (TO)

Gentile sig. Massimo, può utilizzare dentifrici desensibilizzanti, durante questo periodo, che trova in farmacia oppure il suo dentista potrà sicuramente fornirLe prodotti desensibilizzanti da applicare all'interno della mascherina che immagino stia utilizzando per lo sbiancamento. Cordiali saluti

Scritto da Dott.ssa Rosalba Pavone
Roma (RM)

Gentile Sig. Massimo, una lieve sensibilità dei denti dopo l'applicazione di prodotti sbiancanti può essere normale. Eventualmente si può diminuire il tempo di applicazione. Ne parli con il suo dentista, che anche si tratta di uno sbiancamento professionale a domicilio deve monitorare i progressi dello sbiancamento. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Massimo, non è chiaro quello che dice: o lo sbiancamento denti è professionale, quindi è seguito da un dottore che le ha fatto una o due sedute presso il suo studio, per poi farle continuare il trattamento al suo domicilio con un prodotto che le ha consegnato assieme a delle mascherine; oppure è uno sbiancamento tipo whitestrips, cioè NON professionale e NON seguito da alcun professionista! La differenza è enorme!!! Nel primo caso (sbiancamento professionale) lei deve rivolgere le sue domande direttamente al dottore che la sta seguendo; nel secondo caso (whitestrips), ha fatto bene a scriverci ed io le consiglio di abbandonare questo trattamento! Il sistema tipo whitestrips è esplicitamente indicato solo in caso di denti sani e gengive sane. In tale ottimale situazione non dovrebbe causarle nessun problema, perchè è molto blando ed ha scarso effetto che perdura per poco tempo. Se, al contrario, viene applicato su denti cariati o imperfetti e con gengive infiammate o retratte, allora diventa pericoloso perchè c'è il rischio che il principio attivo (perossido di idrogeno o perossido di carbamide) rischia di danneggiare le gengive o di infiltrarsi nei tessuti dei denti non perfettamente protetti dallo smalto, con effetto corrosivo.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo De Fazio
Casalnuovo di Napoli (NA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Massimo, non faccia pasticci con la sua salute, interrompa subito il trattamento e si rivolga a un odontoiatra: occorrono una diagnosi della discromia e le corrette indicazioni alla cura, cerchi un professionista che si assuma la responsabilità della sua bocca.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Durante uno sbancamento può accadere di avere un aumento della sensibilità, cosa che sistematicamente avviene con prodotti commercializzati nelle farmacie. Normalmente quando ciò accade, basta sospendere il trattamento per alcuni giorni, facendo al tempo stesso applicazioni topiche di fluoro. Ovviamente quest'ultime non possono essere fatte in maniera improvvisata, per cui non le rimane che andare dal suo dentista. Cordialmente

Scritto da Dott. Maurizio Tabacchino
Roma (RM)

Caro Massimo, sono assolutamente contrario a tale tipo di trattamento fai da te e mi lascia assai perplesso anche quello effettuato sotto il controllo del medico. E' sicuro di averne veramente bisogno? Cordiali saluti Michele Lasagna

Scritto da Dott. Michele Lasagna
Bereguardo (PV)
Collaboratore di Dentisti Italia

Di solito queste sensazioni sono reversibili e non c'è necessità di fare alcun trattamento particolare.

Scritto da Dott. Luca Boschini
Rimini (RN)
Consulente di Dentisti Italia

Sullo stesso argomento