Domanda di Denti e bellezza

Risposte pubblicate: 13

Come posso eliminare queste macchie per sempre?

Scritto da Gianni / Pubblicato il
Salve a tutti. Oggi sono stato per l'ennesima volta a fare la pulizia dei denti, quest'anno è già la terza, il mio dentista dice che non posso farle con questa frequenza, perchè il mio problema non gli permette di applicare frequentemente quella specie di sabbiatore al bicarbonato micronizzato. Spiego meglio; il mio problema consiste in macchie ad anello di colore nero che mi si formano intorno al colletto di tutti i denti, poco in quelli di davanti nella zona esterna. Ora secondo il mio dentista ( di cui ho estrema fiducia) si tratta di macchie dovute ad un batterio Actinomyces (scusate se non scritto bene) batterio cromogeno non patogeno, che si colora poichè dovrei essere affetto anche da reflusso gastro esofageo, cosi' come è stato confermato dall'esame fatto in gastroscopia. Abbiamo provato di tutto pulizie frequenti, sostituzione di spazzolino e dentifricio in modo piu' frequente ed infine anche quello delle abitudini alimentari cancellando dalla mia dieta vino, cibi acidi caffe' the' ecc ecc non fumo e non ho mai fumato. Ammetto di essere diventato dipendente dal tipo di pulizia che il mio dentista applica, cancellando tutto e ripristinando il bianco e in piu' mi applica del gel ogni volta che mi fa queste pulizie. Vi domando come posso eliminare queste macchie per sempre?? Il mio dentista dice che le ha provate tutte. Il mio dentista dice che si puo' trattare anche dello smalto poroso o incompleto non correttamente sviluppato. Vi chiedo esiste qualunque cosa nuova?? Grazie in anticipo Gianni. PS sono un professore di scuola media e queste macchie spesso le ho viste agli alunni, puo' essere che siano contagiose?
Il punto è proprio questo: dovrebbero averle i ragazzini, e poi passare con l'adolescenza. Alla sua età, il funghetto colonizzatore è raro ma non impossibile. Non so come sradicarlo. So che dicono competa con gli altri germi, quelli patogeni per carie e gengive, quindi avrà un inestetismo forte, ma meno carie o gengiviti. Dico che le pulizie con il getto di bicarbonato non sono dannose anche se ravvicinate. Altro non so dire, perchè è un argomento poco conosciuto. Ha provato sostanze topiche antimicotiche, tipo Daktarin Oral gel o forti antibatterici alla clorexidina?? Non mi viene in mente altro..
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Gent. Sig. Gianni, non conoscendo il suo caso clinico dare risposte è azzardato ma, comunque, una pulizia frequente con ultrasuoni determina delle microlesioni allo smalto dentario ove le macchie più facilmente compaiono; pertanto, sarebbe bene limitarsi ad un'ablazione del tartaro con ultrasuoni solo se è necessario ed effettuare una lucidatura dello smalto dentario con coppette e paste specifiche oltre ad una corretta igiene domiciliare. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Caro Signor Gianni, mi risulta che nel Riflusso Gastro Esofageo non ci sia nessun batterio in causa, o eventualmente, ma allora si tratterebbe di Malattia da Reflussi Gastroesofageo, è in causa lo stesso batterio dell'Ulcera Gastrica, L'helicobacter pylori. E' sicuro che sia stato reperito nel suo stomaco o nel suo esofago l'Actinomyces? Perchè questo è, insieme ad altri, il batterio della carie e delle Gengiviti e tasche parodontali, insieme a Spirochete, Fusiformi, Cocchi e tanti altri, nella Parodontite e vive in bocca, non nello stomaco!Poi sappia che parlare di Actinomyces non significa niente, perchè gli Actinomiceti hanno 5 sottoclassi e decine di Ordini, Famiglie e Generi! Per procedere seriamente quindi si deve fare un prelievo locale con un tampone passato sulla macchia scura e un altro tampicino passato nel liquor del solco gengivale ed analizzare in laboratorio i batteri presenti per tipizzarli in modo preciso!Nella carie tra gli altri entrano i gioco i fusobacterium, actinomyces e bacterioides. I Bacteroides producono un pigmento nero! Ma anche molti miceti lo producono! Per quanto riguarda la Pulizia dei Denti Professionale in Studio con Ultrasuoni, può farla tranquillamente ogni tre mesi senza nessun danno, ma chi mai glielo ha detto che si danneggiano i denti con pulizie ogni tre mesi? Poi sappia che esiste un apparecchio che si chiama UP2 che lucida i denti e toglie le macchie e con cui si termina la Ablazione del Tartaro, che si può usare tutti i mesi una volta al mese. Quindi un UP2 al mese ed una Ablazione Tartaro con Ultrasuoni ogni tre mesi e giornalieri sciacqui con clorexidina con marche di colluttori (che sono farmaci e come tali vanno usati) che non macchiano i denti. Preciso questo perchè ci sono in commercio colluttori con clorexidina che invece macchiano i denti. Io non posso via Web dirle la marca e prescrivere un farmaco anche se da "banco" senza una visita clinica ed una anamnesi. Ovvio che va assunto con moderazione, a cicli e sotto controllo medico e della Flora batterica Gastroenterica!Ma il suo Dentista sicuramente conosce tutto questo!Come vede c'è molto da fare e soprattutto come al solito c'è da fare una Diagnosi perchè senza quella non si può pianificare nessun trattamento terapeutico. Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig. Gianni, la pulizia con il getto di bicarbonato non provoca danni e può tranquillamente effettuarla tutte le volte che ne ha bisogno. In questi casi può anche effettuare sedute di lucidatura dei denti con paste specifiche con cadenza mensile. Può giovare anche fare cicli di sciacqui con un collutorio a base di clorexidina (preferibili quelli che non pigmentano). Alcuni autori consigliano anche l'uso dello spazzolino elettrico, ha un effetto lucidante maggiore dello spazzolino manuale. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Probabilmente rinforzando la flora batterica utile che la nostra bocca alberga, si può antagonizzare la presenza dell' actinomices e degli altri batteri che determinano la presenza degli orlini scuri. E' un prodotto omeopatico, ma non posso darle il nome, per ragioni di opportunità. Il suo dentista lo conoscerà di sicuro

Scritto da Dott.ssa Emma Castagnari
Torino (TO)

A quanto esposto dai colleghi le faccio presente che diete ricche di latticini possono incrementare il fenomeno, proprio perchè su base batterica saprofitica.

Scritto da Dott. Giovanni Ghio
Livorno (LI)

Le macchie ai colletti dentari sono l’espressione il sintomo di un cattivo funzionamento dell’apparato gastro enterico, la tua flora batteria non è sana si chiama in termini tecnici “disbiosi” Il mio consiglio è di analizzare le cause di questa disbiosi che può essere dovuta a molti fattori da analizzare con il tuo medico. Nel frattempo altre a fare le pulizie e recarti dal tuo dentista, ti consiglio di utilizzare per un lungo periodo alcuni mesi dei fermenti lattici e usare il meno possibile, solo se è necessario, la clorexidina, disinfettare sempre la bocca non fa bene, si crea la selezione di alcuni batteri a scapito di altri che sono saprofiti cioè che vivono normalmente nel cavo orale.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Marina Mancinelli
Macerata (MC)

Sig. Gianni, contagiose non direi, al massimo infettive, trattare lo smalto in quella zona rendendolo impermeabile darà sicuramente dei benefici.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Concordo con i colleghi

Scritto da Dott. Alessio Battistini
La Spezia (SP)

Concordo in toto con la Collega Marcinelli che mostra di avere una visione globale del paziente in chiave naturale.

Scritto da Dott.ssa Emma Castagnari
Torino (TO)

Sullo stesso argomento