Domanda di Denti e bellezza

Risposte pubblicate: 14

E' da 10 giorni che ho un ascesso al molare dx

Scritto da Pierluigi / Pubblicato il
Salve, è da 10 giorni che ho un ascesso al molare dx sottostante, premettendo che è stato curato non devitalizzato, circa 15 anni fa. Ho preso un antibiotico chiamato "augmentin" per 6 giorni, sembrava si fosse sgonfiato, ma sempre dolorante, sono andato dal mio dentista e me l'ho ha bucato ancora di più, per far uscire il vapore puss ecc.. dice lui. Ma durante il giorno fino ad oggi pur cambiando antibiotico "Zimox" per 3 giorni non mi è sgonfiato neanche un po'. Allora ho richiamato il mio dentista e mi ha prescritto le punture. Ne ho fatta solo 1, ma niente, che dite sgonfierà? Aiutatemi!!
Gentile Sig. Pierluigi, in caso di ascesso la prima cosa da fare e drenare il pus e prescrivere una terapia antibiotica. Non sempre però gli antibiotici per via orale sono sufficienti e, a volte, bisogna ricorrere alla somministrazione intramuscolo. Una sola somministrazione è troppo poco per vedere già dei risultati. Purtroppo deve avere pazienza ed attendere che la terapia faccia effetto. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Pirluigi, spesso ci sono delle infezioni particolarmente resistenti.Una sola fiala intramuscolo non può avere effetti miracolosi nonostante abbia già effettuato una terapia per os.Deve avere un poco di pazienza. Appare comunque dalle sue parole(....dice lui) che lei non abbia molta fiducia anzi si percepisce una netta diffidenza verso il suo dentista. Se così fosse le consiglio di cambiare e di affidarsi ad un professionista che le dia assoluta fiducia tale da non dubitare del suo operato e delle sue parole. Riguardo al suo problema è certo che dovrà sottoporsi a devitalizzazione del molare interessato una volta attenuatasi l'infezione con la terapia farmacologica. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Terapia del collega correttissima. Ha drenato l'ascesso e prescritto antibiotico per via orale; se l'antibiotico per via orale è insufficiente si passerà all'intramuscolare. si faccia tenere controllato dal suo dentista e, con un pò di pazienza, starà bene.

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig. Luigi, oltre la terapia antibiotica per via sistemica è importante la terapia locale sul molare che consiste nell'apertura della camera, l'alesaggio ed il lavaggio dei canali radicolari nonchè una medicazione provvisoria che preveda di lasciare uno spazio aperto onde poter drenare i gas della flogosi. In tali casi, personalmente, consiglio sempre ai miei pazienti, di associare un antinfiammatorio. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Caro Signor Pierluigi, lei ha un semplicissimo e banalissimo dente in necrosi pulpare con ascesso! Qualsiasi Dentista sa curare un dente così! Non c'è bisogno di fare ricerche nel web! Ne parli col suo Dentista e gli dimostri un po' di fiducia e di correttezza, vedrà che andrà tutto bene. Internet è bella, è utile ma pericolosa se voi pazienti cercate risposte che dovete cercare solo nel vostro Dentista!Peggio se cercate solo controprove sull'operato del vostro Dentista che, ricordi, è il solo che conosce la sua situazione Clinica. Poi parla in prima persona, ho preso, ho assunto. Spero che gli sia sempre stato prescritto dal Dentista tutto quello che ha assunto!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Drenare il pus è la manovra giusta, ma da sola non basta. Bisogna eliminare la causa del problema. Augmentin e Zimox appartengono alla stessa classe di antibiotici e non capisco il senso del cambiamento. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile signor Pierluigi, è importante in caso di ascesso intervenire sul dente drenando il pus dai canali e procedendo poi alla completa devitalizzazione. Questo sicuramente influenza anche l'andamento dell'ascesso, ma spesso per risolvere del tutto la situazione è necessaria una terapia antibiotica intramuscolo, piuttosto che per via orale. Perciò pazienti ancora un poco, perchè una sola iniezione non basta perchè ne si vedano gli effetti.Cordialmente

Scritto da Dott. Alessandro Francini
Reggio Calabria (RC)

Buonasera sig. Pierluigi lei ha un molare in necrosi, che va trattato nel modo in cui (mi sembra di aver capito) ha operato il suo dentista : denaggio, terapia per os o parenterale se inefficace; inoltre , e sono sicuro che il suo dentista in seconda battuta lo farà, provvedere alla alesatura dei canali e successivamente alla chiusura degli stessi. Per quanto riguarda i farmaci aggiungerei senz'altro un forte antinfiammatorio, inoltre sarei molto curioso di sapere se è stato il dentista a sostituire Augmentin con Zimox o lei ??? magari su consiglio del dirimpettaio!!!!!!Ultima cosa : se lei non ha fiducia nell'operato del suo dentista non cerchi conferme nel web ma cambi semplicemente dentista....... buonasera
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Antimo Perfetto
Sant'Antimo (NA)

Gentile sig. Pierluigi, non sempre per far passare un ascesso sono sufficienti gli antibiotici per via sistemica. Ha fatto una lastra? se sì quale ne è il risultato? potrebbe essere necessario medicare il dente. Mi faccia sapere

Scritto da Dott. Luciano Cosma
Manduria (TA)

Stia tranquillo che pian piano si sgonfierà. Oltre a cercare l'antibiotico o il cocktail di antibiotici sistemici più adatto, bisogna però contemporaneamente pulire al meglio i canali radicolari ed effettuare delle medicazioni ripetute con idrossido di calcio alternandole con antibiotici in pasta. Soltanto quando l'infezione sarà risolta, si passerà ad otturare ermeticamente i canali. Mi sembra comunque che l'approccio del suo dentista non sia sbagliato (a parte il cambio dell'antibiotico con un'altro quasi uguale...). Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Gaetani
Lecce (LE)

Sullo stesso argomento