ricerca nel sito Cerca il Dentista nella tua città Cerca in

Flash Player non trovato: lo puoi scaricare qui.

(area promo)

domande di odontoiatria

Ricerca nelle domande di Odontoiatria

   
Ricerca per categoria:  Ricerca parole chiave:

Domanda di Denti e bellezza


Scritto il 29-08-2008


E' possibile sbiancare i denti con l'acqua ossigenata a basso volume?

matilde
Non potendomi permettere economicamente lo sbiancamento dei denti dal dentista, mi è venuto in mente di usare "una tantum" un risciacquo con acqua ossigenata a basso volume. Potrei averne qualche beneficio o andare incontro a qualche problema? Se ritenete che possa essere un'accettabile soluzione,qualcuno può suggerirmi le eventuali modalità per la migliore riuscita. Grazie infinite. Matilde


Le risposte dei medici

Pagine: 1
Risultati trovati: 8
Pubblicato il 29-08-2008
Cara Matilde, l'uso dell'acqua oss. è valido ma più per problemi parodontali (gengiviti, piorrea, etc...) perchè agisce distruggendo batteri anaerobi. Per lo sbiancamento occorrerebbe del perossido ad alti volumi con grossi rischi di ustioni nel caso di utilizzo da parte del paziente. Pertanto le consiglio di attendere un pò e magari fare uno sbiancamento professionale, e guardi che uno sbiancamento domiciliare tipo quello della Ultradent che è molto valido lo può acquistare dal dentista a prezzi non proibitivi. Saluti.

Pubblicato il 29-08-2008
Sig. Matilde il perossido di idrogeno al 10% (acqua ossigenata) è un ottimo anti batterico per il cavo orale, però non bisogna eccedere con le dosi e con il tempo di somministrazione. Per quanto riguarda lo sbiancamento dentale non è certo sufficente la concentrazione dello sciacquo ad ottenere un risultato apprezzabile. Inoltre i denti, prima di essere sbiancati, devono essere completamente puliti dal tartaro presente sulla superficie dentale e nei solchi gengivali, per cui il consiglio è di rivolgersi ad un odontoiatra che le consiglierà la soluzione migliore e più economica.

Pubblicato il 30-08-2008
Cara Matilde, il fatto stesso che Lei possa accedere ad un PC mi fa pensare che le Sue condizioni economiche non siano di indigenza. Si tratta quindi di una questione di priorità: se per Lei è importante avere un sorriso più "bianco" sappia che costa meno di un telefonino di ultima generazione o di una borsa firmata... un consiglio: prima di procedere allo sbiancamento è assai più importante, per il mantenimento del suo sorriso negli anni, verificare la salute dei suoi denti e delle sue gengive; poi potrà passare a migliorarne l'aspetto estetico.

Scritto da Dott. A. Venerucci
Finale ligure (SV)
Consulente di Dentisti Italia
Pubblicato il 30-08-2008
Gentile Matilde, il primo modo per guadagnare un colore dentale più "bianco" è eseguire in modo sistematico (ogni 6 mesi) una pulizia dentale professionale presso uno studio dentistico che le rimuoverà la patina di placca che, sebbene invisibile, contribuisce a ingiallire i denti. Subito dopo è possibile, se proprio è una priorità, utilizzare uno dei due elementi universalmente utilizzati per lo sbiancamento dentale che sono il perossido di carbamide o il perossido d'idrogeno. Formulazioni corrette le può trovare solo in uno studio dentistico o in farmacia. Anche se dovesse affidarsi alle formulazioni farmaceutiche, Le sconsiglio il criterio del "fai da te" ma cerchi sempre il parere e il supporto del professionista. Cordialità

Scritto da Dott. M. Caruso
Treviso (TV)
Consulente di Dentisti Italia
Pubblicato il 30-08-2008
Gentile Signora, sciacquare la bocca "una tantum" con un cucchiaio di acqua ossigenata del tipo che si compra normalmente in farmacia, diluita in mezzo bicchiere di acqua tiepida, è un ottimo rimedio per disinfettare la bocca o per causticare ferite post-estrattive e facilitarne la guarigione. L'utilizzo frequente di acqua ossigenata come colluttorio è invece dannoso perchè causa dolore a denti cariati o sensibili, erode lo smalto facendolo diventare più poroso (e quindi anche più soggetto a scurirsi) e desquama l'epitelio gengivale. Le tecniche di sbiancamento con perossido di idrogeno (sempre acqua ossigenata!) le lasci praticare a Professionisti e ne accetti il costo! Alternative non ce ne sono e le striscette sbiancanti che si vendono in farmacia (purtroppo poco efficaci e per troppo poco tempo) le utilizzi solo se le vengono consigliate dal suo dentista, dopo una attenta visita clinica. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. A. De Fazio
Casalnuovo di napoli (NA)
Consulente di Dentisti Italia
Pubblicato il 31-08-2008
Assolutamente la metodica da lei utilizzata non funziona per sbiancare i denti, anzi a lungo termine si dimostra solo dannosa, come le hanno già spiegato i colleghi. Se il problema è l'eccessivo costo dello sbiancamento, può ripiegare su altre metodiche più economiche, che può trovare in farmacia o al supermercato, come ad esempio le white stripes, che non sono prorio efficacissime, ma un certo risultato lo danno. Distinti saluti

Pubblicato il 31-08-2008
Sig. Matilde, tentare di sbiancare i denti senza una opportuna diagnosi del tipo di discromia può recare dei danni agli elementi dentari, meglio contattare un odontoiatra che le farà una diagnosi e le consiglierà gli eventuali trattamenti.

Scritto da Dott. D. Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Pubblicato il 01-09-2008
Cara Matilde prima di pensare ad uno sbiancamento deve fare una visita da un'odontoiatra verificare che tutto sia in ordine e poi fare il trattamento professionale e non il classico fai da te

Pagine: 1
Risultati trovati: 8