Domanda di Denti e bellezza

Risposte pubblicate: 12

Si sono formate delle macchie scure negli spazi interstiziali tra gli incisivi centrali e laterali

Scritto da antonietta / Pubblicato il
Salve, ho effettuato una prima pulizia dei denti circa due anni fa, con l'intento di eliminare il tartaro e delle piccole macchie gialle che avevo sugli incisivi centrali superiori. Ho poi ripetuto la pulizia qualche mese fa dopo la cura di una carie. Subito dopo però si sono formate delle macchie scure negli spazi interstiziali tra gli incisivi centrali e laterali di entrambe le arcate, che sono sicuramente peggiori di quelle originarie. Ho l'impressione che il mio dentista abbia "lavorato" troppo sui denti determinando dei solchi tra questi che infatti percepisco toccandoli con la lingua. Come posso risolvere adesso il problema? mi hanno parlato di sbiancamento, ma non sono tanto entusiasta di provare un altro stratagemma che credo non abbia un effetto perenne. Non esistono dei rimedi fai da te per riportare i denti al colore iniziale. Chiarisco che bevo in alcuni periodi molto caffè e fumo max 5 sigarette al giorno (lo stesso accadeva anche prima di due anni fa).
Gentile Antonietta, il trattamento professionale di ablazione del tartaro deve essere assolutamente seguito da trattamento di lucidatura con gommini e paste profilattiche, in quanto gli ultrasuoni, specie se usati con pressione sulla superficie dei denti, lasciano delle microlesioni ove più facilmente si accumula la placca batterica con conseguente formazione di macchie sui denti. Ne parli con il suo dentista in quanto non esistono dei rimedi fai da te e segua scrupolosamente tutte le indicazioni per una buona igiene domiciliare. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Lo sbiancamento è una cosa diversa in quanto agisce schiarendo il dente, mentre nel suo caso è necessario togliere delle macchie per cui ne parli con il suo curante e probabilmente un'attenta rivalutazione sarà sufficiente le macchie che lei ha riferito essere da poco comparse non andrebbero via con lo sbiancamento che non agisce neppure sulle otturazioni.. cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Se usi un colluttorio alla clorexidina può succedere questo

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Torni dal suo curante per far presente l'accaduto,eviti ogni iniziativa personale o "rimedi della nonna" che non siano prescritti da odontoiatri.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Antonietta, la visita odontoiatrica è consigliata ogni 6 mesi sono passati 2 anni, cosa aspetta? Corra subito da un odontoiatra per prevenire patologie complesse e mutilanti.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile Antonietta, è probabile che la superficie del dente sia rimasta abbastanza ruvida tanto da trattenere in misura maggiore sostanze coloranti come la caffeina e la nicotina ed è probabile che debba eseguire una migliore lucidatura. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Tartaro in bocca molto trascurata con Parodontite. DA Casistica del Dr. Gustavo Petti di Cagliari
Cara Signora Antonietta...lei "pensa troppo".... sicuramente è solo placca batterica e tartaro...la pulizia dei denti e se presenti tasche parodontali piccole anche il curettage e scaling, vanno fatte almeno due volte l'anno ...spesso ogni tre o quattro mesi...dipende dalla situazione...stia tranquilla e si faccia spiegare dal Dentista bene tutto ciò che riguarda l'Igiene orale personale e Professionale....stia tranquilla......ma va tolto perchè il tartaro e la placca batterica sono la prima causa della Parodontite (piorrea volgarmente....le lascio una foto)................….......................... Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

L'igiene professionale va eseguita, in considerazione di diversi fattori, con cadenza periodica che può variare da quattro volte l'anno ad una sola. Dipende da fattori intrinseci del paziente e da abitudini alimentari. Il fatto che lei fumi solo quattro sigarette al giorno non vuol dire nulla se poi prende 6 caffè, beve cocca cola e/o vino rosso ricchi di coloranti come il tannino del vino rosso o la caffeina. In ogni caso non si preoccupi, da quello che dice sembra solo tartaro che con un'accurata igiene professionale (completa di lucidatura) risolverà facilmente. Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Bruno Cirotti
Roma (RM)

Cara Sig. Antonietta, credo si tratti solo di superfici non ben pulite e lucidate, torni comunque dal suo dentista e gli faccia presente la cosa, eviti sicuramente iniziative personali.

Scritto da Dott. Donatello Castagna
Cori (LT)

Provi a farseli ripulire e lucidare bene. Sicuramente alcune abitudini, come fumo e caffè, non aiutano nel mantenimento dei risultati, ma se il dente è ben lucidato allora è più difficile che si crei ristagno di pigmenti. Luca.

Scritto da Dott. Luca Boschini
Rimini (RN)
Consulente di Dentisti Italia

Sullo stesso argomento