Domanda di Denti e bellezza

Risposte pubblicate: 10

Ho un diastema tra i due incisivi

Scritto da Diletta / Pubblicato il
Sono una ragazza di 21 anni, ho denti dritti, bianchi e grandi..veramente perfetti..se non fosse per il fatto che ho un diastema tra i due incisivi. Lo spazio è minimo, ma lo trovo antiestetico e vorrei chiuderlo. Col tempo è aumentato, perchè guardando le foto di quando avevo 14 anni era praticamente invisibile. Il mio dentista qualche mesetto fa mi consigliò gli elastici, ma ogni volta che li toglievo per uscire (li portavo solo in casa e lo spazio si chiudeva) lo spazio si riapriva puntualmente. Allora lasciai perdere. Lui mi disse che l'unica soluzione era l'apparecchio, ma io non ne volli sapere. Ho sentito parlare di "coronoplastica", ma prima di "proporla" al mio dentista, che ogni volta mi ripete che in definitiva i miei denti non hanno bisogno prorio di nulla, vorrei sapere di cosa si tratta o, in alternativa, quali interventi possono farsi senza ricorrere all'apparecchio. Grazie.
Gent.ma signorina, mi lasci innanzitutto dire che trovo almeno bizzarra la proposta di portare elastici, nel modo da lei descritto, per chiudere un diastema. Infatti questo se c'è c'è per un motivo, dinamico o statico che sia. Le consiglio dunque una visita da un preparato ortodontista al fine prima di capire perché lei ha il diastema e, solo dopo, cercare la terapia più idonea a risolvere ciò che lei vive come un problema estetico. Per favore lasci stare coronoplastica, per lei assolutamente non indicata, e altri rimedi "fantasiosi". Auguri
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tullio Toti
Verona (VR)

Gent.ma paziente, le cause del diastema possono essere molteplici. Le cause più frequenti sono: 1) i denti sono più piccoli della norma rispetto allo spazio a disposizione in arcata. In questo caso può essere indicata la coronoplastica (ovverossia si cambia la forma e la dimensione dei denti in questione apponendo del materiale ai denti) per chiudere il diastema 2) c'è un spinta anomala da parte della lingua sui denti anteriori che ne causa lo spostamento in avanti e quindi la diastematura. In questi casi è necessario ricorrere ad una rieducazione della muscolatura linguale e poi all'apparecchio ortodontico per spostare i denti in una posizione più arretrata 3) in corso di malattia parodontale (una patologia che distrugge l'osso e i tessuti di supporto dei denti) si assiste ad una sventagliatura dei denti anteriori e ad una loro diastematura. Non credo sia il suo caso vista l'età. In ogni caso va escluso. La coronoplastica è valutabile solo nel caso in cui la modifica della forma e della dimensione (i denti vanno aumentati in larghezza) dei suoi denti è accettabile esteticamente. Una valida alternativa è non fare nulla. Un diastema può in molti casi, soprattutto quando è di lieve entità, essere esteticamente gradevole. cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Pasquale Venuti
Mirabella Eclano (AV)

Sig.Diletta, concordo con il collega Toti, inserire elastici senza supporti guida e senza opportuna diagnosi, non rispecchia la cultura odontoiatrica moderna, controlli che il suo dentista sia un dottore, perchè se così non fosse meglio cambiare, visto che chi le pratica le cure può crearle dei danni e non è coperto da assicurazione. Le coronoplastiche non sono sempre indicate soprattutto quando non si conoscono le cause che hanno dato il diastema.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gent. Paziente: andando oltre la metodica degli elastici sulla quale già i colleghi hanno espresso i loro doverosi dubbi che Le dovrebbero aver fatto capire come sia discutibile, un diastema che si apre potrebbe anche essere determinato, oltre a quanto già correttamente, affermato sempre dai colleghi, da dei precontatti nelle zone posteriori, molari,( esempio, ma solo per farmi capire un dente del giudizio non correttamente erotto in arcata ) in grado di determinare un trauma occlusale sugli incisivi tale da provocare e incrementare il diastema. In tal caso qualsiasi terapia circoscritta a livello incisale non le risolverebbe il problema che si manifesterebbe nuovamente a distanza di tempo. Probabilmente l'ortodonzia sarà in associazione ad eventuali altre terapie, la metodica più indicata e non si preoccupi che esistono sistematiche poco visibili o invisibili che permettono di ottenere risultati senza pregiuducare l'aspetto e l'estetica del sorriso durante la cura, importante è afferire a colleghi specialisti in grado di trattare correttamente la sua occlusione cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Salve Diletta, come ti hanno già accennato alcuni miei colleghi, credo sia il caso di esaminare la situazione delle arcate dentarie per scoprire la causa del tuo problema. Tuttavia sappi che nel caso decidessi di risolvere con la coronoplastica, questo potrebbe richiedere sacrificio di tessuto dentale sano.

Scritto da Dott. Francesco Maria D'Agui
Vibo Valentia (VV)

Salve Diletta le cause del suo diastema sono state ampiamente classificate dai miei colleghi. Vorrei solo sapere se il frenulo situato tra i due incisivi è molto accentuato, perchè uno dei problemi potrebbe essere questo.

Scritto da Dott. Antonio Tonietti
Brindisi (BR)

Come le hanno già spiegato altri colleghi l'alternativa, spesso da preferire decisamente rispetto alla coronoplastica, è un trattamento ortodontico con sistemi invisibili (dato che lei non è disposta ad un trattamento ortodontico tradizionale) dopo un'adeguata diagnosi, anche radiografica, sulla situazione: - Armonia delle dimensioni dei denti - Salute parodontale - Occlusione - Deglutizione - Presenza di frenuli ipertrofici - Situazione scheletrica delle basi ossee

Scritto da Dott. Dario Spinelli
Bari (BA)

Gentilissima signorina, la presenza di un diastema che tende ad accentuarsi nel tempo farebbe pensare ad una diminuzione progressiva del parodonto ( che rappresenta il tessuto di sostegno dei denti ) opppure un carico eccessivo sugli incisivi per cause da indagare. Pertanto, partendo dal presupposto che la posizione dei denti non e' mai casuale ma la conseguenza di un equilibrio complessivo dell'apparato stomatonatico, non solo non credo che un intervento con elastici possa portare a soluzioni durature ma le suggerisco una accurata indagine su quella che possono essere le cause che hano portato a questa situazione ed intervenire su queste.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Costantino Volpe
Salerno (SA)

Gent. ma Diletta, i colleghi le hanno già esposto le problematiche, si rivolga ad un buon ortodonzista, valuti attentamente la salute del suo parodonto, il frenulo, la postura linguale e dopo sicuramente se tutto favorevole potrebbe eseguire una terapia ortodontica magari con sitemi invisibili tipo Invisalign, con cui almeno io ottengo ottimi risultati nel chiudere i diastemi. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Pietro Convertino
Alberobello (BA)

Cara Diletta, prima di parlare di terapia bisogna fare un'accurata dignosi del perchè il diastema esiste. Una volta capito il motivo la terapia è abbastanza semplice in mani esperte

Scritto da Dott. Marco Dettori
Sassari (SS)

Sullo stesso argomento