Domanda di Denti e bellezza

Risposte pubblicate: 9

Quali sono le cure dentali che è possibile effettuare sia nei centri convenzionati che nelle strutture ASL?

Scritto da Rosalba / Pubblicato il
Salve, vi scrivo perchè vorrei sapere meglio quali sono le cure dentali che è possibile effettuare sia nei centri convenzionati che nelle strutture ASL! Premetto che vivo a Cagliari, in Sardegna; qui le spese per le cure dentali, se si ha un problema un pò più grave, che non sia un semplice carie, sono inacessibili per chi ha una minore disponibilità economica. Credo che avere una bocca sana sia il primo passo verso una buona salute e non solo un palliativo accessibile solo a chi è più fortunato..grazie per l'attenzione!
Sono davvero d'accordo con lei: se lo stato fosse più oculato e meno corrotto, resterebbero soldi per la odontoiatria. Ma, come può leggere dai giornali, tutto si perde in mille rivoli di truffe e mangerie.. Leggendo dai giornali può vedere anche un'altra cosa. Ormai siamo una confederazione di staterelli: ogni provincia ha un certo budget ed in base a questo offre più o meno prestazioni a seconda di quanto money ha a disposizione. Quello che viene offerto con la mutua a Roma è diverso da quello di Verona e da quello di Enna...
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Signora Rosalba...ha ragione ed è una "vergogna" indegna di uno Stato Civile ... ma la realtà che nessuno vuole cambiare è questa! Le malattie dell'apparato stomatognatico , per lo stato non esistono e non sono importanti..mentre invece lo sono... e purtroppo anche molto, come le carie, la perdita dei denti, la parodontite e tanto altro...eppure non vengono curate... scusi se mi permetto...ma è anche colpa nostra...perchè votiamo imperterriti sempre le stesse persone e partiti che continuano a non farsi carico di questi importanti problemi come di tanti altri.... mediti, cara signora...mediti!..... io con amore cristiano le posso dire che le do la mia disponibilità a visitarla gratis per vedere se e cosa si potrebbe fare con la spesa più piccola possibile.... veda lei.........Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Non posso che essere d'accordo con il suo sfogo!

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Rossella, la nostra salute è anche legata alla disponibilità economica, infatti, alcune famiglie accumulano una piccola riserva da utilizzarsi in caso di bisogno. Il nostro stato da gratuitamente l'assistenza sanitaria primaria, escludendo alcune cure meno importanti, altrimenti la spesa sanitaria raggiungerebbe livelli non accettabili. Meno spese per lo stato corrispondono a meno tasse e ricordiamoci che buona parte delle tasse sono anche pagate proprio da chi accede privatamente alle cure sanitarie, aumentando alcune possibilità di cura a chi versa meno tasse. Purtroppo non si può pretendere che tutto sia dovuto e qualche sacrificio si deve affrontare. Mi piacerebbe conoscere quanta gente sarebbe disposta ad attenersi alla prevenzione delle malattie cardiovascolari o a frequentare un corso di prevenzione dentale per diminuire la spesa sanitaria, ma quando si chiedono sacrifici di tempo, di alimentazione, di collaborazione, molte persone si comportano peggio dello stato. Nel 96 in orari serali è stato indetto da me un corso gratuito di prevenzione dentale, rivolto al pubblico in collaborazione con alcune scuole, la partecipazione delle persone adulte è stata ridicola, molti hanno sicuramente scelto trascorre serate con programmi televisivi o partite di calcio, preferendo che la carie insieme alla malattia parodontale distrugga la loro bocca e quella dei suoi figli, per poi forse cercare di ottenere delle future cure odontoiatriche a spese di tutti i cittadini.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Cara Rosalba, hai assolutamente ragione, ma, credimi sinceramente, la colpa non è nostra! Un caro saluto e in bocca al lupo per la tua vita.

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Per quello che ne so le asl fanno varie cure per il sociale e contemplano la salvaguardia dei denti. Spesso sono le persone dentro gli ospedali che diciamo latitano con i tempi perle cure e spesso sono i pazienti che si rivolgono all'ente pubblica solo come e quando vogliono per ottenere il massimo risultato con il minimo sforzo, a questo aggiungo che spesso gli operatori hanno studi privati ed esercitando in entrambe le sedi hanno più l'interesse a far lavorare lo studio privato che il pubblico. ritengo che le asl le fanno gli operatori ed in diverse regioni lavorano e funzionano benissimo e, non hanno nulla da invidiare agli studi privati .anzi sono i privati che talvolta si appoggiano alle asl non viceversa non so come funziona a Cagliari per cui mi astengo nella valutazione
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Alessandro Sanna
Lucca (LU)

Gentile Rosalba, Rispondere alla sua missiva rischia di far sconfinare nella demagogia chiunque, tuttavia avendo prestato la mia opera per diversi anni in strutture convenzionate col S.S.N. le dico che il sentimento comune tra il personale medico e non medico, è quello della disponibilità, sempre e comunque, a curare il prossimo. Per comprendere il motivo per cui lo stato non passa più tutte le cure dentali, o ne passa alcune solo a determinate fasce di reddito, bisogna porre l'attenzione sul costo delle singole cure. Ovviamente il paziente è ben conscio di quanto può costare una otturazione, ma non sa che per un esame del sangue (formula + ves + colesterolo... etc) egli paga il ticket previsto, ma lo stato spende circa 200 euro. Motiplichi il tutto per i milioni di esami all'anno, ci sommi le centinaia di migliaia di interventi chirurgici, le diverse migliaia di parti cesarei ( dei quali solo il 20 % è necessario) e vedrà che lo stato si trova inevitabilmente a dover fare una scelta tra chi deve essere operato di tumore al colon, e chi deve mettere una dentiera. Non metto in dubbio che lei possa avere dei problemi seri ad affrontare un preventivo odontoiatrico, ma non posso fare a meno di pensare alle decine e decine di signore attempate che grattano cinque o sei "gratta e vinci" ogni mattina al bar dove spesso faccio colazione io, o alla coda di persone che stanno in fila alla cassa per i contratti per la tv via satellite al centro commerciale perchè devono vedere il calcio o il grande fratello. Credo poi che lo stato non possa pensare per tutti anche perchè sicuramente... qualcuno fa il furbo, e non si comporta come dovrebbe. Ecco lo vede? ho fatto demagogia pure io. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Pur non essendo molto ottimista sul fatto che lei possa trovare centri convenzionati o strutture pubbliche che effettuano cure dentali,le consiglio di rivolgersi all'ASL a lei più vicina per chiedere informazioni. Cordialmente.

Scritto da Dott.ssa Anna Cervone
Marigliano (NA)

Cara Rosalba normalmente l'asl paga tutte le problematiche correlate alla salute della persona quindi igiene, carie, devitalizzazioni, estrazioni complicate e semplici. La protesi e l'ortodonzia sono sempre fuori convenzione in quanto non influiscono direttamente con la salute del paziente e quindi non rischiano di provocare patologie sistemiche. nella città di Cagliari c'è il reparto di odontoiatria, chieda a loro facendosi fare l'impegnativa dal medico di base e prenotandosi al cup. distinti saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Domenico Aiello
Catanzaro (CZ)

Sullo stesso argomento