Domanda di Denti e bellezza

Risposte pubblicate: 7

Vorrei sistemare i 4 denti anteriori che sono storti

Scritto da roberta / Pubblicato il
Buongiorno, vorrei sistemare i 4 denti anteriori che sono storti, non in modo eccessivo ma per me sono orribili dato che sono sempre a contatto con il pubblico. premetto che ho tutti e 4 i denti del giudizio. Mi sono state proposte 2 soluzioni, la prima è mettere l'apparecchio facendo l'estrazione dei 2 denti del giudizio per creare spazio. La seconda proposta è stata quella di devitalizzare i 4 denti ridurli e fare delle capsule cosi da avere i denti diritti. Non so quale delle 2 ipotesi mi terrorizzi di più.. Da una parte far morire 4 denti sani per un 'capriccio estetico'' e dall'altro estrarre 2 denti del giudizio inutili per portare l'apparecchio anni.. A mio avviso la conclusione piu' logica sarebbe quest'ultima, vorrei pero ' avere un vostro parere o se esiste un'alternativa il meno invasiva possibile. Grazie mille a tutti per l'aiuto :)
Dr.Gustavo Petti Parodontologo Gnatologo di Cagliari e Riabilitatore Orale in Casi Clinici Complessi. Esempio di protetizzazioni in casi veramente complessi parodontalmente e gnatologicamente e protesicamente
Cara Signora Roberta, buongiorno. Premesso che i denti preparati protesicamente non muoiono mica anche se venissero devitalizzati (cosa che di rado si fa dato che preparare protesicamente un dente non implica certo il doverlo curare endodonticamente, ossia devitalizzarlo)perché un dente devitalizzato è sempre vivo: si dice che è Vivo e non Vitale per differenziarlo dal Dente Naturale che è Vivo e Vitale! Questo perché gli "scambi biologici (quindi la vita biologica) permane anche in un dente devitalizzato: chiaro? Come principio è sempre meglio intervenire ortodonticamente ma anche il rivestirli con corone protesiche per riallinearli e migliorarli esteticamente e magari anche funzionalmente, può andare anche bene! Il vantaggio è che si fa in poche sedute! Basta saper scegliere i materiali giusti ed operare con perizia nel rispetto della Gnatologia e del Parodonto! Le preparazioni protesiche, se sono fatte bene per accogliere una eccellente Protesi con i materiali giusti per la situazione Clinica Funzionale ed Estetica, durano moltissimo! Ho pazienti trattati protesicamente addirittura con perni moncone sotto le corone, oltre 25-30 anni fa e che hanno ancora tutto in bocca " Sano e salvo" (Le lascio un Poster di Protetizzazioni in condizioni estreme, in Casi Clinici veramente completi e Complessi). Ovvio che va fatto prima uno Studio Preprotesico, Gnatologico e Parodontale se si decidessi per la soluzione protesica ed Ortodontico se si decidesse per l'Ortodonzia cosa che sarebbe preferibile in presenza di una Disgnazia che generi patologia!Valuterei anche la necessità o no di includere nella preparazione Protesica anche i due canini che sono i denti più solidi e resistenti dell'arcata e con la radice più lunga (fino a 30 mm contro i 14 di media degli incisivi che sono anche "fragili, specie se non allineati, come i suoi! I Canini hanno per di più la bozza canina che è una zona di osso che li accoglie che è resistentissima parodontalmente!)inoltre comprendendo nella protesi anche i canini, si avrebbe più "spazio" per regolarizzare l'allineamento dei denti frontali allineati. Altra cosa da prendere attentamente in considerazione è lo spazio presente per valutare se fosse necessario protetizzare anche gli antagonisti per avere la corretta occlusione dei frontali ed a questo proposito, personalmente, trovo "obbligatorio" fare una prova con un modellino in cera bianca (ceratura) per vedere il risultato finale e poi con la ceramica grezza, qualsiasi fosse il materiale strutturale, per valutare l'estetica, la funzione, la Gnatologia (rapporti coi denti prossimali ed antagonisti in Relazione Centrica e nelle tre disclusioni, incisiva o protrusiva e canine sinistra e destra o di lateralità ed over-jet ed over-bite.Over-Jet è un termine "architettonico" per indicare il sovraggetto ossia di quanto i denti superiori sopravanzano quelli inferiori. Over-Bite indica di quanto i denti superiori "coprano" gli inferiori. La Gengiva ha una forma a festone, che ripete la forma a festone dell'osso sottostante e replica la forma del Dente che circonda a livello della linea di giunzione amelocementizia (che unisce lo Smalto alla radice). Addirittura il piano inclinato formato dai versanti cuspidali dei denti, formano con la linea ideale del piano occlusale, masticatorio, un angolo che è uguale all'angolo formato in un movimento particolare, dalla Testa del Condilo e un punto preciso della Cavità Glenoide della ATM (Articolazione Temporo-Mandibolare). Questi quattro Organi Stomatognatici, Gengiva, Osso, Dente e ATM, sono quindi in un rapporto talmente stretto di forma e funzione che è sufficiente che cambi la forma uno solo di essi per farla cambiare anche agli altri. Tenga presente questo concetto fondamentale: ogni restauro, anche il più "bello", è condannato all'insuccesso se non è, appunto, un restauro, cioè se non è fatto in modo da incorporarsi perfettamente nell'originale, ossia nella bocca del paziente. Questo concetto è fondamentale in Odontoiatria Restaurativa e Riabilitativa Protesica.L'importante non è l'apparire ma è "L'Essere", non è il "Fumo" ma "L'Arrosto", a mio "modesto" parere, ovviamente. La Protesi deve essere un'opera d'arte, come una pittura di un quadro in cui l'Arista, gioca con i colori e le sfumature per armonizzare le forme e le prospettive. Fare Protesi è quindi altamente "Artistico" ed è un'arte che purtroppo è in "declino" con lo spesso falso "abbaglio di modernità" di un impianto e glielo dico io che faccio impianti ma solo se necessari e solo come seconda scelta per non dire ultima. :)Il discorso protesico poi è molto più complesso di quanto pensi, ma molto efficace se fatto da un Protesista Parodontologo Gnatologo molto esperto. Il materiale protesico si sceglie in base alle funzioni che deve avere. Sappia solo che ci sono Leghe Auree a basso contenuto d'oro e altre ad alto contenuto d'oro! Ce ne sono altre a bassissimo contenuto ed altre ad altissimo contenuto! Dipende da cosa si vuole avere come risultato protesico! Volendo proprio fare i pignoli, in metallurgia protesica si definisce una lega aurea se ha una percentuale di oro dal 50,01% in su e più si avvicina al 100% e più è alto il suo contenuto. Di solito il Platino c'è in leghe con percentuali di oro dal 90% in su, ma non sono regole "legali"! Poi si può dire che più oro giallo c'è e più tenere ed elastica è la lega, con l'oro bianco è già meno tenera ma con l'aggiunta di platino diventa più elastica e con invece l'aggiunta all'oro bianco senza platino, di Palladio , la lega diventa più rigida e dura! Altra durezza ha per esempio lo Zirconio porcellana. Altra l'ha la Ceramica Integrale o lo Zirconio Integrale, più adatti per i denti frontali e non parodontopatici. Insomma il Dentista Protesista sceglie il tipo di materiale più adatto alla situazione clinica cercando di accontentare anche i desiderata del paziente! Personalmente non scelgo mai e poi mai l'acciaio o altri metalli non nobili per non scadere nella Qualità che è la base della mia Professionalità! Spero di averle fatto cosa gradita e risposta a quanto è nelle sue capacità di paziente, recepire! Per risponderle, anche volendolo fare nonostante quanto detto sopra, sappia che la Diagnosi Ortodontica è un atto Medico molto serio ed importante e scaturisce solo da un Ceck up Ortodontico completo e da una analisi Cefalometrica che misura delle semirette che individuano dei piani e degli angoli in base a cui si fa una diagnosi e si prospetta una terapia ortodontica e che è compreso in più visite, rilievi di dati e soprattutto uno studio a "tavolino" dei problemi da correggere; è come una progettazione matematica di una espressione, di un problema che la cui soluzione è in una sequenza di espressioni , numeri e dati e, chiedere quello che chiede lei per l'ortodonzia, sarebbe come chiedere ad un matematico il risultato di un problema senza fargli fare tutti i "passaggi" che lo possano portare alla soluzione richiesta. Vede, siamo entrati in concetti complessi! Poi Modelli di Studio Ortodontici, Fotografie del profilo e di Fronte in rapporto 1:1 e ovviamente una Visita Clinica Gnatologica a completamento di quella Ortodontica già descritta, senza tralasciare una visita parodontale con sondaggio delle eventuali tasche parodontali e valutazione della cresta ossea, della qualità dell'osso, della larghezza, della quantità e qualità della Gengiva aderente e della profondità del fornice e dei rapporti della Gengiva aderente con la mucosa alveolare e la linea di giunzione muco-gengivale! Per fare una Diagnosi e programmare una Terapia,bisognerebbe vederla Clinicamente, questo lunghissimo discorso che spero non l'abbia tediato, è per spiegarle e farle capire che le patologie dell'apparato stomatognatico (La bocca nel suo intero) sono complesse e richiedono Cultura, Intelligenza e Capacità Clinica oltre che Terapeutica! Bisogna valutare il "discorso miofunzionale e di postura della lingua" e sappia che le valutazioni da fare sono molto più complesse di quanto creda. Oggi esistono esami elettromiografici di superficie per l'analisi funzionale e non solo morfologica che misurano le attività elettromiografiche in occlusione centrica con contrazione di gruppi muscolari specifici in particolari e diverse situazioni contrattili e registrando degli indici ben precisi. Ora esistono anche teleradiografie particolari che permettono di sovrapporre lo scheletro e il profilo fotografico per meglio fare queste valutazioni (stereofotografia che sincronizza il viso del paziente co il volume osseo, quindi, volumetrica). Banalmente forse, per lei, le dico : "Senza tutto questo che le ho spiegato, non posso rispondere, in modo professionale, deontologico e corretto"! L'estrazione dei denti del Giudizio non è che crei "spazio", spesso è un'illusione, bisogna valutarlo col ceck up ortodontico e teleradiografia, non così a "naso"! Non so che Disgnazia abbia, che Diagnosi abbia, non posso quindi consigliarla! Cari saluti e si metta in mani buone perché è il Dentista che deve decidere, non Lei! Questo se si fa Odontoiatria di Qualità, ovviamente! A lei deve essere solo spiegato tutto, informata su tutto per avere il consenso a procedere, e basta! Ancora cari Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Non l'ho mai visitata e non conosco la sua situazione clinica, ma, a meno che i suoi quattro frontali (superiori? inferiori?) non siano totalmente demoliti dalle carie, opti categoricamente per l'opzione estrazione ottavi e allineamento ortodontico.

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Roberta, la seconda proposta mi sembra assurda. Comunque in ortodonzia non si possono fare diagnosi e relative terapie senza lo studio del caso. Pertanto non è possibile dare una risposta sulla prima ipotesi. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Roberta, questa decisione la deve lasciare al suo odontoiatra che conosce il caso clinico, noi a distanza potremmo dare la non corretta risposta

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Cerchi in ogni caso un collega che le proponga un trattamento conservativo. Il migliore è l'apparecchio. In questo modo i suoi denti vengono solo spostati ma non alterati. Esiste anche i cosiddetto apparecchio invisibile, forse più adatto agli adulti. L'idea delle corone sembra troppo drastica. Anche in situazioni estetiche difficili possono realizzare delle faccette in ceramica con poca o nulla rimozione di struttura dentaria e certamente è raro dover ricorrere alla devitalizzazione. Sembra un piano di trattamento dei primi del 900. Tuttavia è difficile capire solo a parole; occorrerebbero radiografie e foto.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Ernesto Bruschi
Frosinone (FR)

Sicuramente la soluzione ortodontica. L'apparecchio è per un periodo, il sorriso per sempre. Tuttavia dubito che l'estrazione dei denti del giudizio sia sufficiente a creare spazio. Certamente va fatta perchè i denti del giudizio continuano a spingere sempre, anche se via via di meno. Ma va studiata bene per evitare recidive, ovvero che una volta terminato il trattamento ortodontico, si ripresenti in parte il problema dell'affollamento. Si tratta dei denti superiori o inferiori?? Ci mandi una foto ben fatta anche con le arcate in occlusione..
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

L'ortodonzia sicuramente è consigliabile in quanto conservativa ed efficace. ho dubbi che l'estrazione dei denti del giudizio Le crei lo spazio necessario, ma forse la motivazione non è stata spiegata bene o percepita bene. sicuramente dovrà affrontare una terapia ortodontica ad entrambe le arcate se vorrà ottenere un risultato stabile, come usualmente si fa senta comunque un parere da un collega specialista in ortodontia. Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Sullo stesso argomento