Domanda di Denti e bellezza

Risposte pubblicate: 5

Rimarrò con un dente di due colori?

Scritto da Luigi / Pubblicato il
Salve. Verso la fine del mese effettuerò lo sbiancamento dei denti. Il dubbio che mi ponevo però è che avendo un incisivo centrale superiore ricostruito a metà con composito, dopo lo sbiancamento come si gestirà questa situazione? Rimarrò con un dente di due colori? Altra cosa: l'altro incisivo centrale e un incisivo laterale superiore presentano delle piccole fratture ai bordi inferiori e anche quì pensavo di far attuare delle piccole ricostruzioni per eliminare l'inestetismo. So che le ricostruzioni di questo tipo vengono effettuate dopo almeno 2 settimane dallo sbiancamento,in attesa della stabilizzazione del colore. Per quanto riguarda le piccole fratture non è un problema,ma come dicevo,per quanto riguarda l'incisivo centrale ricostruito a metà con composito, come dovrei fare?Si può applicare una prima ricostruzione subito dopo lo sbiancamento e poi alla conclusione della stabilizzazione del colore,rifarne un'altra? Infine: vorrei correggere la posizione dei miei denti e il dentista mi accennava alla soluzione dell'apparecchio. Ora, sulla base delle operazioni descritte sopra, nel caso portassi l'apparecchio, andrei a "contrastare" tutte quelle operazioni?Nel senso, una volta sbiancati i denti,effettuate le ricostruzioni etc, passando il tempo ovviamente lo sbiancamento e/o le ricostruzioni cambieranno colore e considerando che in bocca avrò l'apprecchio, potrò mai toglierlo momentaneamente per ripetere lo sbiancamento etc?(sempre che ovviamente il tempo di mantenimento dell'apparecchio in bocca superi il tempo che lo sbiancamento e/o le ricostruzioni impiegheranno per avviare le retroazione del loro colore). Grazie.
Caro Signor Luigi, buongiorno. "nel caso portassi l'apparecchio, andrei a "contrastare" tutte quelle operazioni?" Si! E' consigliabile procedere prima alla Terapia Ortodontica, poi a quella Estetica. Parlo di Estetica perché deve tenere presente e deve essere informato che lo sbiancamento si ottiene con gli ioni O- e HO2- derivanti dalle due modalità di scissione di H2O2 In genere si usa il perossido di idrogeno ma anche il perossido di carbamide è molto potente. E' importante sapere che gli ioni ossidanti vanno a colpire anche il collagene, l'azione sul collagene pulpare determina un lento rilascio di agenti dell'infiammazione che possono danneggiare la polpa radicolare. Ho parlato di queste due sostanze per semplificare, ma ne esistono tante altre cosi come esistono diverse metodiche. Però tutte possono essere nocive per il collagene che è presente soprattuto nel connettivo delle gengive ed in particolare dell'attacco di esse al dente ed al periostio sottostante, per cui lo sbiancamento è potenzialmente pericoloso per esse con formazione speso di danni parodontali anche seri. Poi consideri che dopo diversi mesi bisogna ripeterlo e così per tutta la vita e questo danneggia lo smalto dei denti.Questo a mio giudizio! Ovviamente durante lo sbiancamento le gengive devono essere protette con la diga di gomma se possibile, per i motivi spiegati anche se questo non è sempre sufficiente ad evitare e scongiurare le complicanze descritte! Quindi la sua bocca per ricevere lo sbiancamento deve essere sana, lei deve mantenere una igiene orale corretta, fare l'igiene professionale in studio ogni tre mesi, all'incirca. Lo deciderebbe il Dentista dopo una accurata visita Parodontale perchè non ci deve essere assolutamente Gengivite, Parodontite, Recessioni Gengivali, patologie del colletto dentale o discromie pericolose dovute non a semplici cambiamenti di colore ma ad alterazioni della sintesi e formazione e sviluppo dello smalto! Ecco perchè si deve domandare: "Posso fare uno sbiancamento?" e non "Voglio fare uno sbiancamento". Sappia ancora che esistono delle faccette estetiche correttive per la zona frontale ma bisogna saperle usare senza creare sovradimensionamenti e sottosquadri nocivi per il parodonto e le papille!Non è il dente che si deve adattare come colore alla otturazione! E' esattamente il contrario! Basta avere molta più cura nel fare l'otturazione estetica per avere un colore uguale a quello del dente, sfumato e per far questo bisogna saper non solo scegliere il colore adatto, ma anche saper preparare i margini della cavità, in particolare coronali, con uno "smusso" di adeguata estensione per sfumare il materiale da ricostruzione estetico affinché non ci sia un passaggio netto tra otturazione e smalto dentale ed ottenere così una estetica perfetta! Preciso però , come già detto, che non conosco la situazione clinica e che quindi bisogna "recepire" quanto dico, con le dovute precauzioni e non "alla lettera"!Sappia che una otturazione come quella di cui stiamo parlando, tra le varie fasi ha quella della mordenzatura dello smalto. Mordenzatura che potrebbe essere alterata fino ad essere vanificata con gravi conseguenze per la terapia conservativa, dalle sostanze che si usano per lo Sbiancamento! Insomma Sbiancare un Dente su cui c'è o si deve fare una otturazione, non è "saggio" né "prudente". Questo sempre a mio avviso. E' indispensabile una Visita Clinica per Pianificare una Corretta Terapia dando le giuste priorità per arrivare alla migliore Funzione ed Estetica possibile. Bisogna anche valutare Esteticamente e Funzionalmente la relazione di forma ed armonia tra Denti, Gengive, Linea di Giunzione Mucogengivale ed osso sottostante. Tutti questi organi devono essere in equilibrio tra di loro per avere quello che gli "Statunitensi" chiamano "Natural smile", "Sorriso naturale", che è dovuto ad una proporzione tra "pink aesthetics" and "white aesthetics", ossia tra l'estetica rosa (dovuta alle gengive) e l'estetica bianca (dovuta ai denti). Se la proporzione tra queste due componenti viene meno e si ha il prevalere, rispettivamente, dell'una (Gummy smile, ossia Sorriso Gengivale), come nelle ipertrofie gengivali o dell'altra (White smile, ossia sorriso bianco) per eccesso della componente dentale come avviene per esempio nelle recessioni gengivali e nella Parodontiti. Tutto qui! E' Normalissima Routine! Cari Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Luigi, non è lei che non conosce la materia che deve decidere come correggere le sue discromie dentarie, lei deve semplicemente rivolgersi a un odontoiatra che le spiegherà tutto, dalle complicanze ai possibili risultati. Internet, per il suo caso, le potrebbe riservare delle delusioni.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile Sig. Luigi, lo sbiancamento deve venire sempre per ultimo. Poi l'adesione dopo uno sbiancamento è molto minore. Pertanto bisogna aspettare due settimana non solo perché il colore deve stabilizzarsi, ma anche perché le ricostruzioni si staccherebbero quasi subito. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

La vedo molto confuso e con molti dubbi. Ortodonzia, otturazioni, sbiancamento. Proceda con ordine, si affidi ad un collega che possa risolverle i suoi dubbi ed in maniera completa. E comunque, prima la funzionalità e poi l'estetica.

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Mi sembra di capire come lei abbia una cura maniacale della persona, come di solito usano coloro che si dedicano alle arti dello spettacolo. Sta scritto che ci sono "piccole fratture ai bordi inferiori e anche quì pensavo di far attuare delle piccole ricostruzioni per eliminare l'inestetismo." In questo caso la ricomposizione è impossible per una problema di usura naturale. Lei ha 24 anni, ed è già vecchio come come dentatura rispetto d uno di 17 anni. L'età va accettata, altrimenti si scade nella caricatura. Molto rinomata è la storielle del nonno che rincasa con denti nuovi da diciassettenne, montati a compasso perfetto dentro un volto con le mille righe di una vita vissuta, e con uno scheletro graffiato dall'artrosi, e invece questi nuovissimi denti sono più bianchi e più dritti dei denti dei nipoti. Mi permetto di suggerire un film da cineteca, "La ciociara" dove una sua celebre conterranea di fulgente bellezza si china a parlare con un bambino decenne, ambiente esterno giorno, e faccia a faccia. Campo corto, e dialogo a visi alternati. Il bambino sulla pellicola in acetato ha denti gialli a dominante rossa, e la mamma ha denti bianchi a dominante azzurra. La signora Loren in seguito avrebbe cambiato molti dentisti. Adesso faccia lei. Buona fortuna!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Sullo stesso argomento