Domanda di Denti e bellezza

Risposte pubblicate: 4

Ho intenzione di effettuare lo sbiancamento di singoli denti

Scritto da Luigi / Pubblicato il
Salve. Ho intenzione di effettuare lo sbiancamento di singoli denti (solo quelli visibili, diciamo nel mio caso fino al primo premolare), ma mi è sorto un piccolo dubbio, che non ho posto al mio dentista. Settimana scorsa ho effettuato l'estrazione e l'impianto endo-osseo di un molare (arcata superiore) e prossima settimana andrò a togliere i punti. Ora mi chiedevo (anche se magari sembra banale): posso effettuare lo sbiancamento anche con l'assenza di tale dente? Come dicevo l'area attorno al molare non verrà interessata dallo sbiancamento e infatti credo sia tranquillamente possibile effettuarlo. Provando a cercare un pò in rete però, non ho trovato nessuna risposta al riguardo(forse perchè è appunto molto scontata come cosa...). Altra cosa: da bambino cadendo mi sono rotto un incisivo centrale (metà del dente diciamo), che ho sempre portato poi con ricostruzioni in composito, con il problema ovviamente di non poter addentare etc... Ho deciso quindi di ricorrere ad una capsula, in maniera tale da sostituire il composito con quest'ultima e ritornare alla normale funzione del dente (cioè addentare). Nasce però il problema dello sbiancamento, nel senso che essendo i miei denti abbastanza giallini, la capsula poi si noterebbe. Effettuare quindi prima lo sbiancamento, come il dentista mi diceva e poi mettiamo la capsula. Ora ciò su cui riflettevo è: posto che aspettiamo la stabilizzazione del colore(se non erro circa 1 mesetto) e poi su quel colore andiamo ad applicare la capsula in base al colore raggiunto dagli altri denti, tutta questa operazione poi nel corso degli anni come la gestisco? Nel senso che gli altri denti man mano cominceranno a perdere l'effetto dello sbiancamento (io cmq non fumo, nè bevo caffè o comunque bevande coloranti etc) e pensavo che poi la differenza tra l'incisivo con capsula e gli altri denti (ma già anche semplicemente con l'altro incisivo) si noterebbe al minimo effetto di "retroazione" dello sbiancamento.. Oppure non è proprio così? Non vi nascondo che mi sto ponendo tantissime domande e solo fino a quando non sarò dal dentista, sto vivendo questo periodo con un pò di ansia addosso.. Ecco perchè ho preferito chiedere pareri anche quì. Grazie.
Dr. Gustavo Petti Parodontologo di Cagliari e Riabilitatore in Casi Clinici Complessi. Vedere testo.
Caro Signor Luigi, buongiorno. Può farlo, tranquillo. Sarebbe bastato chiederlo al Suo Dentista, no? Quante domande inutili si fa, anche se legittime! Ci penserà il Suo Dentista! Sceglierà, per la Corona Protesica Definitiva, un Colore che si adatti alla situazione Oggettiva del colore dei sui denti. Stia tranquillo, è "normalissima Routine Odontoiatrica- Protesica", questa! Le faccia il Paziente e cerchi di non trascurare l'Igiene Orale Professionale dal Dentista e personale a Domicilio! Ha solo 24 anni ed ha già un impianto al posto di un molare! Ha già "perso" un molare"! Questa è una "menomazione grave alla sua età! Possibile che non fosse curabile? Non continui così altrimenti tra pochi anni avrà Seri Problemi Odontoiatrici, Parodontali etc! Cari Saluti! Parli col Suo Dentista! Smetta di cercare Risposte da solo , nel web, Lei non è in grado di capirle! Parli col Suo Dentista e cerchi in e da Lui le Risposte! Solo a Titolo dimostrativo, le lascio un Poster con Denti con Fratture e Patologie Gravi, curati, e sani e salvi da oltre 30 anni, a dimostrazione che i denti si curano e non si estraggono! Ricordi sempre che non esiste il facile o il difficile ma solo ciò che si sa fare e ciò che non si sa fare! Ricordi anche che un Dentista è tanto più "bravo" quanto meno denti estrae e quanto meno impianti fa. Ricordi che un Dente è un "Patrimonio" e ogni Avulsione è una "Mutilazione" se fatta potendolo salvare e recuperare. Glielo dico io che faccio impianti ma solo se necessari e solo come seconda scelta per non dire ultima. I denti si curano, non si estraggono e gli impianti non sono la "panacea" che il paziente è portato dalla pubblicità e dalla "leggerezza" con cui molti Dentisti li fanno anziché curare i denti! Nei denti si hanno fibre connettivali ed epiteliali che penetrano nel dente a sigillare l'osso ed il parodonto di cui l'osso è parte importante. Questa è la funzione principale ed essenziale della gengiva aderente! Negli impianti, essendo artificiali, le fibre suddette non possono penetrare ma solo "addossarsi" quindi non esiste un sigillo a protezione dell'osso sottostante (non del parodonto che non esiste più non essendoci il dente)! Succede allora che molto più facilmente si ha il distacco di questo falso attacco virtuale e non reale e, come intorno al dente si apre la Gengiva con la formazione di una tasca parodontale che apre la via alla Parodontite, così intorno all'impianto si forma molto più facilmente una tasca perimplantare che apre la via alla perimplantite. Non parliamo poi della differenza abissale tra una radice artificiale osteointegrata e quindi fissa e un dente col suo Parodonto e ligamento alveolo dentale che costituisce una vera e propria aricolazione ed ammortizzatore dei traumi occlusali e trasversali!Cosa ,importante perché nel tempo i denti si muovono, si inclinano mesialmente per compensare la perdita interprossimale di sostanza e se non avvenisse questo, si perderebbe il punto di contatto interprossimale con danni gravi ai denti e soprattutto al parodonto. I denti poi col tempo si consumano occlusalmente ed allora per mantenere la dimensione verticale della bocca, i denti estrudono in continuazione molto lentamente e con tutto questo viene mantenuta la fisiologica salutare dinamica gnatologica dell'intero sistema odontostomatologico, compresi i muscoli i nervi e le articolazioni temporo mandibolari! Con gli impianti, in parole povere no! Non dico che l'implantologia sia da non fare. Dico solo che ci devono essere le indicazioni corrette e che è meglio sempre un dente proprio ad un impianto. Questo lo sottolineo perché troppo spesso ho visto estrarre denti praticamente sani, nel senso di curabilissimi conservativamente, endodonticamente o parodontalmente, per sostituirli con impianti. Basta fare un giri su You Tube e si vedono "delitti" e "crimini" con l'estrazione spesso di tutti i denti per sostituirli con impianti, roba da "matti"! Cari saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Può fare lo sbiancamento senza nessun problema, ovviamente anche se le manca il molare. Tenga però conto che, come ha giustamente scritto, è sì giusto aspettare lo sbiancamento prima di effettuare la corona, ma, nel tempo, gli effetti dello sbiancamento stesso si ridurranno e potrebbe notarsi la differenza di colore appunto fra denti naturali e corona protesia. Al limite dovrà eseguire nuovamente, quando la differenza sarà evidente, lo sbiancamento, oppure ri-fare la corona.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Luigi, non ho la certezza perché non conosco il suo caso clinico, ma in una bocca come quella che lei descrive uno "sbiancamento" (correzione della discromia) sono soldi buttati via; poi si renda conto che non è lei da inesperto che deve scegliere le cure per la sua bocca, ma questa scelta dev'essere ad opera di un odontoiatra competente. Se continua così la sua ansia la distruggerà, abbandoni internet al più presto.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile Sig. Luigi, può fare benissimo lo sbiancamento che va fatto prima di cambiare la corona. Lo sbiancamento non è definitivo ed eterno. I denti con il tempo tendono a scurirsi. Per questo motivo vanno fatti dei richiami per tornare al colore desiderato. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Sullo stesso argomento