Domanda di Denti e bellezza

Risposte pubblicate: 5

Sono in tempo per correggere la seconda classe?

Scritto da Lucia Magia / Pubblicato il
Sono una ragazza di quasi 20 anni con un morso profondo e seconda classe di prima divisione. Volevo chiedervi se sono in età adulta ormai o se sono in tempo per correggere la seconda classe, perché ho letto che in età adulta non si potrà correggere perfettamente o che comunque si rischiano recidive. Tengo a precisare che il morso profondo ormai è quasi corretto perché porto da 2 anni l'apparecchio mobile placca di cervera che mi ha alzato il morso, ora dovrò mettere il baffo per correggere la seconda classe e mi sono venuti questi dubbi, perché il mio problema a livello estetico è che il mio profilo è brutto proprio per la seconda classe, rapporto naso mento accorciato, labbra messe in modo strano, mento strano..e se dopo si potrà mettere l'apparecchio invisibile per correggere anche i denti un po' storti, grazie ! Allego dettagli nei file. Ps. mi sono trasferita e ho dovuto cambiare dentista, ma la mia famiglia non ha possibilità di mandarmi ora, per questo chiedo a voi un po' di chiarimenti.
Cara Signora Lucia, buongiorno. Beata "ingenuità"! Non basta leggere un referto Diagnostico-terapeutico stilato da altro Collega per poter fare Diagnosi e pianificare una terapia e quindi darle suggerimenti validi! Per Rispondere dovrei fare una Visita Clinica ed un accurato check up ortodontico e cefalometria che misura delle semirette che individuano dei piani e degli angoli in base a cui si fa una diagnosi e si prospetta una terapia. L'espansione del palato potrebbe non dare risultati ossei perché la "saldatura" delle suture ossee pterigo-mascellari è un processo che avviene intorno ai sette anni circa e anche prima (prima si inizia la terapia e meglio è, anche intorno ai 5 anni)In ogni caso la sutura palatina media si chiude solitamente intorno ai 12, 13 anni nelle bambine e ai 13, 14 anni nei bambini.la sola terapia possibile potrebbe essere solo quella chirurgica (ovviamente in età adulta a termine dell'accrescimento scheletrico -attenzione perché età scheletrica ed anagrafica non sempre coincidono-) a meno che non ci fossero le condizioni per raggiungere un compromesso agendo solo sui denti, soluzione che non mi piace, personalmente e che quindi non ritengo sia una soluzione. Come dicevo sopra, in base al rapporto che intercorre tra la cuspide mesio-vestibolare del primo molare superiore, e il solco mesio-vestibolare del primo molare inferiore, Angle, classificò i tipi di occulsione in tre classi: I CLASSE:detta anche Normocclusione, quando la cuspide mesio-vestibolare del primo molare superiore, "ingrana" con il solco mesio-vestibolare del primo molare inferiore.: II CLASSE o Disto-occlusione, si ha quando la cuspide mesio-vestibolare del primo molare superiore, occlude mesialmente al solco mesio-vestibolare del primo molare inferiore. Questa classe, a seconda della posizione degli anteriori, è divisa in due sottoclassi dette divisioni: II CLASSE - I DIVISIONE: si ha una seconda classe, a livello posteriore, ed un aumento dell'overjet negli anteriori (che è quela che a suo dire avrebbe Lei). II CLASSE - II DIVISIONE: si ha sempre, a livello posteriore, una seconda classe, ma si presenta un'assenza di overjet a livello anteriore. III CLASSE: detta anche mesio-occlusione, si ha quando la cuspide mesio-vestibolare del primo molare superiore ingrana distalmente al solco mesio-vestibolare del primo molare inferiore. Poi, senza dilungarmi in nozioni che non le servirebbero a niente, bisogna valutare la Classe Canina, le Disclusioni Laterali e Frontali ed in Relazione Centrica ed il Piano Occlusale con la Curva di Spee, di Wilson e Monsen,le Tre Curve cosiddette di Compensazione!!! I Modelli di Studio devono essere montati su un articolatore a valore medio o meglio individuale per studiare i rapporti cranio-spaziali mascellari e mandibolari e della articolazione temporo mandibolare. Bisogna applicare una formula di conversione da Radianti e viceversa! Bisogna analizzare il movimento di Bennet ed una infinità di altri dati. Perché ho spiegato tutto questo. L'ho spiegato nella Speranza che Lei capisca e che tutti i Lettori capiscano che non si può fare Diagnosi via Web! Le consiglio quindi, visto che è di Milano, di rivolgersi al Dottor Edmondo Spagnoli che ha uno Studio a Lecco ma anche a Milano ed è un Consulente Scientifico come lo sono io, di validissima Cultura e Capacità Ortodontica, il quale potrà indubbiamente consigliarla per il meglio ed eventualmente prenderla in Cura (fa anche il tanto da Lei amato invisalign)! più di questo non posso fare :) Auguri per la Terapia e per l'Anno che verrà!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

L'unica cosa che io posso dire è che il referto diagnostico deriva da uno studio completo dalla CIRO di TO, e quindi dal prof. Pietro Bracco che è uno dei più grandi maestri della ortodonzia esistenti, che esamina e riassume tutti i casi personalmente uno per uno.. Quindi diagnosi e terapia sono presumibilmente assolutamente corretti ed affidabili, ed il mio consiglio è di seguire accuratamente tutte le indicazioni e le terapie proposte. Da tenere presente (in virtù della mia esperienza per la appartenenza a questo gruppo di studio da più di 30 anni) che SE il caso fosse stato non correggibile, o se ci fossero state controindicazioni a operare il trattamento, tale studio diagnostico lo avrebbe evidenziato subito con totale chiarezza e trasparenza. Sarebbe emerso che non si può correggere. E quindi questo vuol dire che se viene proposto questo trattamento è perchè (con un minimo margine di errore essendo argomento di Medicina, come in tutte le cose che riguardano terapie del corpo umano)il successo è alle porte, SE si eseguono tutti i passaggi con esattamente gli apparecchi proposti, E NON ALTRI! Ovviamente quindi le cose migliori da fare sono due: proseguire questa terapia senza modifiche, e trovare in Milano un dentista che segua queste tecniche (collegato col gruppo di studio CIRO)n e che quindi sia in grado di proseguire la stessa identica terapia proposta dalla diagnosi iniziale. Sarebbe oltretutto poco intelligente cambiare metodica e quindi ricominciare tutto daccapo, con nuove spese, visto che metà dell'opera è fatta e soprattutto visto che la diagnosi iniziale già è stata fatta, ed è, appunto, di elevata qualità. Se ha difficoltà ad individuare tale dentista, mi scriva in privato che cercherò di informarmi sul collega adatto..
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Lucia Magia, non vedo cosa possa fare il baffo a 19 anni. Penso sia troppo tardi per metterlo. Poi tutto è possibile, ma senza una visita come posso saperlo. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Lucia, lei è a fine crescita per cui si possono ottenere solo movimenti dentali che possono correggere la classe dentale ma non quella scheletrica, per questo il programma la porta verso un tecnica estrattiva, che però non è mai stata applicata. Andrebbe rivisto il tutto cercando di capire perché non sono stati applicati i protocolli precedentemente studiati. In qualunque caso la seconda classe non è una brutta malattia pericolosa e senza possibilità economiche, forse sarebbe meglio conservare quello che madre natura ci ha assegnato.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Perchè non ci mandi le foto del tuo viso (davanti e di lato) ed i rapporti dei denti che si toccano (davanti e sui 2 lati). La nostra risposta può solo allora avere un senso. Cordialmente e Buon Natale.

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Sullo stesso argomento